gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Children's Tour 2014: imparare divertendosi!

Il 21, 22, 23 marzo a Modena Fiere ci saranno tre giorni ricchi di appuntamenti per i più piccoli con l'XI edizione di Children’s Tour, la fiera all’insegna delle vacanze junior

Il 21, 22, 23 marzo a Modena Fiere ci saranno tre giorni ricchi di appuntamenti per i più piccoli con l'XI edizione di Children’s Tour, la fiera all’insegna delle vacanze junior. Non mancheranno animazione, spettacoli e informazioni sulle mete da scegliere per mamma e papà, oltre a numerosi laboratori didattici, tutti gratuiti, perché… imparare è un gioco da ragazzi!


Torna Children's Tour, la vacanza formato bambino


Percorsi avventura, pareti di arrampicata, incontri “bestiali” con gli animali della fattoria e decine di laboratori didattici per imparare cose nuove. Mentre i visitatori junior si divertono, mamma e papà possono informarsi presso gli oltre 200 espositori presenti e scegliere le prossime vacanze “a misura di bambino”. Località turistiche, villaggi e strutture ricettive, parchi tematici, camp sportivi, centri per le vacanze studio, fattorie didattiche e percorsi naturalistici propongono nell’ambito della manifestazione i loro servizi ad hoc per il target 0-14.

In questa edizione sono decine i laboratori didattici che danno ai più piccoli la possibilità di conoscere cose nuove divertendosi, accompagnandoli in un viaggio di scoperta. Le attività didattiche e creative proposte dal Salone coinvolgono i piccoli visitatori in tematiche diverse, da una corretta alimentazione al rispetto per l’ambiente, dalla conoscenza della storia a quella dello sport, dal riciclo alla… magia. E poi i bambini possono creare con le loro mani, partendo da oggetti semplici, da elementi naturali, materiali di recupero, riutilizzando, reinventando e liberando la loro fantasia e creatività.

Nell’area Children’s Food ad esempio i piccoli visitatori imparano a impastare la pasta sfoglia per tortellini e tagliatelle con le vere sfogline emiliane, grazie al “Corso di Arte culinaria” a cura dell’Associazione “San Nicola” di Castelfranco Emilia, dove si dice che sia nato il tortellino. Oppure a realizzare e cuocere le vere piadine emiliane, per poi gustarle insieme come sfiziosa merenda.


Children's Tour 2013: i bambini viaggiano da soli


Il laboratorio della Consorteria del Balsamico Tradizionale di Spilamberto spiega ai più piccoli quanto lavoro - e quanto tempo - possono nascondersi nella produzione del famoso aceto balsamico tradizionale. Le operazioni che lo portano fino alla nostra tavola si ripetono uguali da secoli e secoli, secondo regole precise, dove nulla è lasciato al caso, anche se la trasformazione che avviene dentro la pancia buia delle botti resta un mistero. Il laboratorio si conclude con una degustazione di Balsamico Tradizionale e la consegna del diploma di “piccolo Assaggiatore”.

E ancora, con i laboratori a cura di Focus Junior, si può imparare che con la pasta della pizza si possono costruire circuiti elettrici fenomenali (o quasi), basta accendere la lampadina della creatività. Con i circuiti “sguscianti” non c'è limite di forme e possibilità: si possono modellare facendo prendere loro l'aspetto che si preferisce. Led e motorini renderanno tutto colorato e... movimentato!

Sono legate al cibo anche le attività proposte da Conad: “Mangiando S'impara”, preparando merende con macedonie e spiedini di frutta per un’educazione alimentare attraverso il gioco. E ancora gli chef Massimiliano Telloli e Roberto Macchioni sveleranno ai più piccoli i segreti della loro cucina, per preparazioni dolci o addirittura senza glutine, per divertirsi e imparare perfino con la celiachia.

A Children’s Tour non può poi mancare il “Corso rapido per piccoli maghi e streghe” della Scuola Estiva di Hogwarts, per acquisire tutte le basi della magia, dall'abbigliamento alle pozioni, agli animali da compagnia (i draghi!).

Ancora, a cura di “RiscopriLaNatura”, sono numerosi i laboratori che consentono di realizzare “opere d’arte” con materiale di riciclo: le più belle potranno addirittura vincere un buono per un Weekend in un hotel dei Guardia Mondo. Oppure di costruire il proprio “vasetto”, per poi riempirlo di terra e piantare il seme di un ortaggio, che verrà conservato e portato a casa, per prendersene cura e seguirne la crescita.

gpt native-middle-foglia-bambino


Anche il progetto “DEDALUS: Atelier della natura di Appennino” aiuta ad avvicinare i piccoli visitatori a Madre Terra. Promosso dal Parco Nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano, avrà luogo all’interno del Palalupo di Children’s Tour, dove si potranno scoprire - accompagnati da animatori e guide ambientali escursionistiche, ed esperti del settore educativo ambientale - 4 differenti ambienti/percorsi didattici: dal roveto alla faggeta, dalla tana del lupo al labirinto di tronchi. Inoltre si potrà conoscere da vicino il lupo ed entrare nella sua tana senza paura - visitabile nello stand a cura di Cerwood  - grazie alle proiezioni di documentari e filmati realizzati e commentati dagli esperti del Wolf Apennine Center del Parco nazionale dell'Appennino Tosco Emiliano.

I laboratori artistici del “Pugiglione” insegnano invece a realizzare coloratissimi fiori di carta utilizzando diversi materiali di riciclo e a creare bomboniere con il miele bio-dop della Lunigiana.
I piccoli amanti della storia, grazie ai laboratori a cura della Ludoteca Green Park, potranno divertirsi ricostruendo, con l’aiuto di mattoni e legnetti, le antiche città su tappetoni che ritraggono con disegni le planimetrie dei più importanti insediamenti della storia: dalle città romane, ai castelli, ai paesaggi egiziani. Oppure gli orafi in erba si potranno cimentare nella creazione, tramite prestampati in cartoncino, di un gioiello di una determinata epoca storica, dalla preistoria al rinascimento.

A Children’s Tour si potrà imparare a costruire con i Kapla, ovvero dei legnetti levigati e calibrati che consentono di realizzare delle vere e proprie costruzioni, per dare libero sfogo alla propria fantasia in gare e tornei di creatività.
Infine a ModenaFiere non mancheranno, grazie alla scuola di Pallavolo Anderlini, proposte legate alla psicomotricità accompagnata da letture delle fiabe, per avvicinare i bambini allo sport o al meraviglioso mondo della pallavolo, o addirittura alla scoperta della lingua inglese, grazie ai laboratori di English is Fun! A cura di Adriana Cantisani, nota al grande pubblico come Tata Adriana, che farà conoscere il metodo ideato da lei per insegnare l’inglese ai bambini da 1 a 8 anni.

Questi sono solo alcuni esempi: il calendario è ricchissimo e tutti i laboratori sono gratuiti per i visitatori. È possibile sceglierli e prenotarli sul sito nella sezione dedicata, per essere certi di non perdere proprio quello che piace di più.

Orari per il pubblico: venerdì dalle 9 alle 20.00, sabato e domenica dalle 10.00 alle 20.00. Il biglietto intero costa 10 €, il ridotto 7 € (bambini 7-14 anni), gratuito da 0 a 6 anni.
Infoline: studio lobo, tel. 0522/631042
   
gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0