gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

I genitori italiani non sanno proteggere i bambini dal sole

Un'indagine scopre che la maggior parte dei genitori italiani non conosce le regole per proteggere i bambini dai danni dei raggi solari

I genitori italiani sottovalutano i danni procurati dall'esposizione ai raggi solari e non sanno proteggere adeguatamente i bambini. E' quanto emerge dall'indagine My Skincheck, condotta da Adoi (Associazione Nazionale Dermatologi Ospedalieri Italiani) e La Roche –Posay su un campione di circa duemila persone.
La metà di esse si scotta a causa dell'esposizione ai raggi del sole.


LEGGI ANCHE: Tipi da spiaggia, i vari tipi di mamme in costume


E i genitori non sanno come proteggere bene i loro bambini.
Questo perchè la maggior parte delle persone crede che sia sufficiente mettere la crema protettiva quando si va al mare, e non sa che il sole picchia anche quando si fa una passeggiata in bicicletta oppure quando si fa un picnic all'aperto o quando i bambini giocano al parco.

Le cause delle frequenti scottature solari (LEGGI) sono diverse, una crema con fattore protettivo troppo basso, scarso utilizzo di cappelli e occhiali da sole, esposizione al sole nelle ore più calde della giornata. La conferma di questa scarsa attenzione da parte dei genitori arriva proprio dall'indagine di My Skincheck, un progetto di salute pubblica finalizzato alla prevenzione del melanoma, il temibile tumore della pelle la cui incidenza è in preoccupante crescita negli ultimi anni: su 141 bambini, l'85% non usa il cappello, il 90% non indossa occhiali da sole, il 91% non mette la t-shirt nelle prime esposizioni al sole e c'è anche un 6% che non usa mai la crema protettiva.


LEGGI ANCHE: Vacanze, consigli per i bambini al sole


Gli esperti ricordano che proteggere i bambini dai danni procurati dal sole è un imperativo per prevenire lo sviluppo del melanoma in età adulta. La crema protettiva da scelta in base al fototipo (nelle prime esposizioni meglio optare per un fattore di protezione 50+)  e va messa sempre (LEGGI) , anche sotto l'ombrellone dove passa comunque il 50% dei raggi UV.
Mai esporre i bambini con meno di un anno di vita e mai nelle ore più calde della giornata.

Dal 27 maggio il progetto My Skincheck diventerà itinerante: in diverse città italiane verranno allestite strutture dove si potrà fare uno screening gratuito e ricevere informazioni utili.
gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0