gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

I libri più disgustosi per i bambini

/pictures/20150724/i-libri-piu-disgustosi-per-i-bambini-3709053990[4368]x[1819]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-bambino

Verso i 3 o 4 anni, tutto ciò che riguarda la cacca è divertente. Ma così divertente da sbellicarsi dalle risate. Quindi, se volete fare felice un bambino che amate (ma di cui detestate i genitori) il regalo perfetto potrebbe essere uno tra i libri più disgustosi per l’infanzia

Noi mamme, purtroppo, lo sappiamo e ce ne siamo fatte una ragione: i bambini non solo degli esserini dolcissimi, angelici e coccoloni. Da neonati, ad esempio, sbavano come lama. Ruttano ed emanano flatulenze mortali, per non parlare della naturale regolarità che si presenta in tutto e per tutto simile alla vellutata di zucca di tua nonna, pietanza che per ovvii motivi non riesci più a mangiare senza vomitare.

Più grandicelli, sviluppano una vera e propria passione per tutto ciò che riguarda la cacca e argomenti correlati - una scena che capita almeno al 90% dei genitori è il bambino in fase di spannolinamento che mostra orgoglioso agli ospiti la sua più recente produzione, decantandone forma, quantità, colore e odore. Verso i 3 o 4 anni, tutto ciò che riguarda la cacca è divertente. Ma così divertente da sbellicarsi dalle risate. Basta che un bambino faccia una puzzetta che la sua popolarità sale alle stelle tra i coetanei, che dopo essersi riavuti dalle grasse risate iniziano a chiedere in coro “Ancola! Ancola”

Libri umoristici sulla gravidanza

Anche semplicemente pronunciare la parola “cacca” o “caccola” è esilarante. E se tu genitore non ne cogli la dirompente comicità, è la dimostrazione di quanto tu sia anziano, noioso e privo di senso dell’umorismo. Mi è capitato di portare al parco mia figlia e una compagna dell’asilo che per i 20 minuti di tragitto hanno continuato a ripetere ininterrottamente e a turno “cacca” ridendo come pazze: quando siamo arrivati ero lì lì per buttarmi a terra esausta e baciare la sabbia del campo giochi. O, in alternativa, affogarle entrambe nell’acqua della fontanella. Come si dice, tertium non datur.

Quindi, se volete fare felice un bambino che amate (ma di cui detestate i genitori) il regalo perfetto potrebbe essere uno tra i libri più disgustosi per l’infanzia. Partiamo dai testi che coniugano le due più grandi passioni delle bambine dai 3 anni in su: le principesse e la cacca.

Concepiti da geni del marketing, sono:

  • "Principessa Giulietta Puzzetta", di P. Van Hest ed Elena Temporin, Ed. Clavis
  • "Ma le principesse fanno le puzzette", di I. Brenman e I. Zilberman, Gallucci editore

  • "La principessa e la cacca di mammut", di Maria Loretta Giraldo, Giunti Kids
  • Su un altro grande evergreen del bambini, ovvero i dinosauri, abbiamo: "Troppa cacca quel T-Rex" di Dino Ticli, il Ciliegio Dirò solo che i protagonisti sono tre stercorari. Il resto potete immaginarlo.
  • "Anche i dinosauri facevano la cacca! Indagine scientifica sui caproliti e altre schifezze preistoriche" di Dino Ticli, Giulia Sagramola. Una meravigliosa trattazione sulla cacca fossile. Notare che uno degli autori è lo stesso del libro precedente. Uno specialista del settore.
  • "La famiglia Cacca" di Le Huche Magali, Pinson Pauline. Tutti i componenti della famiglia si chiamano Cacca. Forse era meglio morire da piccoli.
  • Qualcuno sentiva il bisogno, poi, che i bambini imparassero pure una canzone tutta incentrata sulla cacca? Evidentemente si. Abbiamo infatti anche un imperdibile libro + cd "La canzone della cacca" di Roberto Piumini, Giovanni Caviezel

Sento che qualcosa sta spingendo nella pancia, forse un ippopotamo, o forse il re di Francia, o un gran bastimento che dall’argine si stacca... Forse forse forse… è la mia cacca!

Ok, sono sicura che siete a posto così. Anni di psicoterapia non saranno sufficienti per liberarli dall’immagine del re di Francia che spinge per uscire dal loro sedere. Ma la vera domanda è: cosa non si farebbe per vendere milioni di copie?

  • "L’isola delle cacche", di Maria Rita Parsi, Coccole Books. Mi sono abbandonata un attimo ad immaginare una ipotetica conversazione tra questa signora Maria Rita Parsi e, che so, sua madre. “Mamma, ho una grande notizia! Hanno pubblicato il mio libro!” “Tesoro, è meraviglioso. E come si intitola?” “Ah scusa mamma non c'è campo... Non ti sento più... ” “Tesoro? Tesoro????” Passiamo poi all'incantato mondo dell'aerofagia, con
  • "Il libro delle puzze!" di Emma Dodson e Sarah Horne, Ed.De Agostini. Voglio sperare che i nomi delle autrici siano di fantasia. In un immaginario party letterario: “Gradisce qualcosa da bere?” “Sì, volentieri! Molto piacere, io sono Mario Rossi, scrivo romanzi polizieschi.” “Piacere mio, Emma Dodson. La mia specialità sono le scoregge.”
  • E per chiudere in bellezza "Bee bee la pecora astuta", di Mark e Rowan Sommerset. Scritto probabilmente da un serial killer psicopatico, questo libro parla di una pecora che per fare un esilarante scherzo al suo amico tacchino gli rifila delle pastiglie “magiche”… rotonde e marroni… Simpatica pecorella.
gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0