gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Consigli di lettura: educare attraverso il gioco

/pictures/2017/10/05/consigli-di-lettura-educare-attraverso-il-gioco-225639835[979]x[409]780x325.jpeg Shutterstock
gpt native-top-foglia-bambino

Libri per mamme: il gioco per educare: 8 proposte tutte da leggere per riscoprire il valore più importante del gioco per i bambini

Libri per mamme: il gioco per educare

Sappiamo bene che tra lavoro, casa e bimbi spesso non si trova il tempo da dedicare a sé stesse e men che mai alla lettura di libri, ma vogliamo provare ad incuriosirvi proponendovi alcune letture utili, interessanti ed utili per avere strumenti che potete utilizzare nella vita di tutti i giorni, per migliorare il rapporto con i bambini e stimolare in loro curiosità e talenti. In questa occasione vi proponiamo un elenco di libri per mamme dedicati al gioco per educare. Pensiamo troppo spesso che il gioco, libero o strutturato, sia solo un passatempo per i bambini, mentre illustri pedagoghi ed esperti hanno sottolineato negli anni quanto il gioco rappresenti uno strumento educativo, di apprendimento e di espressione dei piccoli.

L'importanza del gioco libero nei bambini

Il gioco come attività per apprendere ed esprimersi

La pedagogia moderna ha ormai messo il gioco ai primi posti delle principali attività di apprendimento ed educazione dei bambini:

  • migliora l'esperienza relazionale tra genitore e figlio;
  • permette al bambino di esprimere la propria identità;
  • favorisce lo sviluppo delle conoscenze;
  • aiuta il bambino a mettere alla prova se stesso e i suoi limiti e a superarli;
  • migliora lo sviluppo cognitivo e relazionale;

In altre parole non c'è più alcun dubbio che il gioco non debba essere relegato alla sola sfera del divertimento e del passatempo, ma abbia una intrinseca validità educativa.

Libri sul gioco

Ecco allora una selezione di libri per le mamme e i papà dove assoluto protagonista è il gioco: strutturato, libero, all'aria aperta, da fare insieme ai bambini o semplicemente da proporre lasciandoli liberi di esprimersi.

Il libro è scritto da Eduard Estivill , sì, proprio il pediatra del famigerato “Fate la nanna”, e dalla mamma spagnola Yolanda Saenz De Tejada. Secondo Estivill le buone abitudini alimentari, igieniche e comportamentali si imparano più facilmente e più velocemente attraverso l'esperienza ludica. Il libro propone tanti giochi da fare con i propri figli divisi in sezioni dedicate ai diversi aspetti dell'educazione - stare a tavola; l'igiene personale; le domande indiscrete; studiare da soli; l'importanza di leggere; il sonno.

La vita quotidiana dei nostri abbini è estremamente organizzata e complessa, decisamente troppo strutturata: le giornate si snodano tra scuola, compiti, sport e attività competitive e alla fine non c'è mai tempo e spazio per il gioco libero. Secondo Peter Gray esiste, però, un modello alternativo. Un modello che sostiene la curiosità, la gioiosità e la capacità di socializzare, e che dà ai ragazzi l'opportunità di crescere liberamente. Mettendo in discussione molto di ciò che diamo per scontato in tema di formazione, "Lasciateli giocare" ci ricorda che i bambini sono esseri pensanti e pieni di risorse, non dei prigionieri. E che l'educazione non deve essere una punizione, ma un'aspirazione naturale, una gioia.

Noi adulti abbiamo decisamente perso il contatto e l'abitudine al gioco e difficilmente ci mettiamo a misura di bambini per giocare con i nostri figli. Eppure Lawrence Cohen è certo che se noi adulti adottassimo un approccio giocoso all'educazione, se reimparassimo le "regole del gioco", alle quali i bambini fanno ricorso costantemente per esprimersi, comunicare, creare e imparare a diventare grandi, potremmo più facilmente entrare in sintonia con loro, evitare rimproveri e sgridate, non degenerare in conflitti e discussioni e raggiungeremmo molto prima e senza tensioni gli obiettivi educativi che ci prefiggiamo. Cohen declina le varie modalità di partecipazione e di intervento sul gioco, considerando i modi attraverso i quali favorire l'autostima, disinnescare le "prese in giro" dei compagni, considerare le differenze e i punti di contatto fra maschi e femmine mentre giocano, fino a valorizzare anche il gioco "duro".

La pedagogista Mariaelena La Banca propone tantissimi giochi sensoriali, musicali, di manipolazione, di esplorazione, grafico-pittorici, di motricità, per il linguaggio, di drammatizzazione e molto altro, adatti alle varie età dei bambini. 101 giochi intelligenti e creativi divisi per fascia di età, da organizzare fuori o dentro casa, in inverno o in estate, con pochi materiali semplici e sicuri.

L'ambiente del metodo Montessori e gli esercizi di vita pratica

Secondo le teorie di Maria Montessori, che hanno trovato applicazione nelle centinaia di scuole Montessori sparse in tutto il mondo, il gioco è parte integrante del processo di apprendimento perché il bambino impara in modo naturale e sviluppa competenze soprattutto attraverso i sensi, toccando e manipolando. Il metodo Montessori si basa sull'indipendenza, sulla creatività, sul rispetto dello sviluppo fisico, sociale e psicologico attraverso materiali didattici specifici e idee di gioco che invitano alla scoperta del mondo mediante i sensi e l'autocorrezione.

Tempo fa alcuni studi mostrarono che i bambini, che sanno perfettamente utilizzare un tablet o uno smartphone, non sono assolutamente in grado di arrampicarsi su un albero. Il che dimostra quanto ci sia bisogno di favorire e trovare occasioni per il gioco all'aria aperta, a stretto contatto con la natura. Il libro illustra passo per passo il materiale adatto e i nodi più importanti per poter realizzare con le corde oltre 30 giochi e attività originali, tutte sperimentate dall'autrice, ricordando che i bambini hanno un gran bisogno di muoversi, meglio se in un ambiente ricco di stimoli e sfide. Il bosco ci mette a disposizione questa possibilità risvegliando tutti i sensi .

Uno dei tanti libri per bambini in età prescolare che possono imparare le lettere dell'alfabeto divertendosi e giocando: in questo libro le lettere dell'alfabeto diventano lo spunto per attività ludiche e divertenti che hanno come scopo quello di far comprendere ai bambini il corretto rapporto tra "suono" della lettera e il rispettivo segno grafico. Grazie a questo volume i bimbi potranno iniziare a prendere confidenza con l'alfabeto e utilizzare una penna cancellabile sulle pagine riscrivibili.

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0