Pianetamamma logo pianetamamma.it

1 5

Il paurario di tutte le paure: intervista all'autore

Paura degli orchi, dei clown, delle galline: un libro illustrato elenca tutte le paure più comuni dei bambini. Per imparare a esorcizzarle!

La scorsa settimana Matteo ed io siamo andati a tenere uno dei nostri laboratori creativi alla libreria per bambini e ragazzi Centostorie di Roma. Cercavo tra gli scaffali un libro che mi aiutasse ad attenuare la paura del buio (e dei mostri) di Matteo. A nulla sono servite le pozioni magiche antimostro, la bacchetta magica spara orchi, lo spruzzino anti strega, la magica trappola dei fantasmi e tutti i rimedi che mi sono venuti in mente. Un motivo c’è: la paura del buio è la più terribile delle mie paure!!!

E dunque, tra gli scaffali vedo un libro che subito suscita il mio interesse e la mia curiosità: si intitola “Il paurario di tutte le paure”
Ma che spettacolo! Questo libro è proprio ciò che fa per me. Lo apro ed è pieno di immagini paurose…un buco nero, il lupo cattivo, la vecchina del paese, cimici puzzolenti…e le galline!
Torno a casa e lo leggo a Matteo, e glielo rileggo e ancora e ancora e ancora. E Più lo leggo e più lo apprezzo.
Incuriosita dall’autore decido di utilizzare facebook e gli mando un messaggio chiedendogli l’amicizia! Dopo qualche minuto arriva la sua risposta!
Così penso di fargli qualche domanda sulle mie curiosità circa il libro e queste sono le sue risposte!

Ciao Fabio, chi sei? Cosa fai nella vita?
Sono di Cavallermaggiore: un paesino di 5000 anime nella "steppa" pianeggiante della provincia di Cuneo. Sono nato nel 1982 (caspita, ha solo 27 anni! ndr) e la mia storia è un po’ complicata..e soprattutto varia di eventi.
Mi sono diplomato in un istituto tecnico per elettricisti e subito dopo ho lavorato come tale per qualche anno ma ho pensato che non era quello che avrei voluto fare, così ho messo dei soldi da parte e mi sono iscritto all'Istituto Europeo di Design di Torino e ho preso il diploma nel corso di Illustrazione.
Da qui mi si è aperto un mondo nuovo: l'illustrazione per bambini. Al'inizio non ero molto convinto delle mie capacità in questo campo, ma poi ho notato quanto mi posso divertire e far divertire gli altri creando personaggi o storie fantastiche che ogni giorno e ogni notte mi giungono alla mente: la maggior parte le dimentico, ma a volte riesco a catturarne qualcuna.
Nella vita ho fatto di tutto. Per mantenermi non ho mai disprezzato nessuno dei lavori che mi sono capitati.
Ho fatto il piastrellista, muratore, elettricista, idraulico, postino, grafico.. un po’ di tutto (accipicchia questa è una cosa che abbiamo in comune! ndr) mantenendo comunque la mia passione per il disegno la pittura e l'illustrazione.
Nella vita per ora sto cercando di portarmi avanti come illustratore: vorrei diventare professionista! Perciò sto cercando di fare delle illustrazioni per la mia presentazione personale.

Come ti è venuto in mente di scrivere questo libro?
L'idea di questo libro in realtà è nata da un concorso internazionale per illustratori: il concorso "Siria Poletti, sulle ali delle farfalle" dove ho ricevuto il primo premio per miglior albo illustrato 4-7 anni nel 2009.Così gli editori (Girotondo edizioni) di Torino mi hanno chiesto di pubblicarlo e così ho fatto. La mia proposta per questo concorso era diversa perché non volevo fare la solita storiella illustrata, così ho pensato che sarebbe stato più divertente creare un "catalogo" una sorta di quaderno con l'elenco di tutte le paure esistenti da quelle classiche a quelle più strambe: è stato molto divertente e molto più semplice di quanto si creda. Mi è bastato chiedere a familiari e amici di tornare indietro con la memoria e ricordare cosa li spaventava quando erano bambini...e da qui davvero ho trovato di tutto e di più.


Nelle cose paurose dell'armadio della nonna c'è un'immagine di Gesù col cuore in mano. Ce ne vuoi parlare?
La paura degli armadi delle nonne mi è stata raccontata da un mio caro amico. E’ curiosa: mi ha raccontato che quando era bambino e andava dalla nonna c'era questo armadio enorme e scuro pieno di un sacco di cose, e quando lui rimaneva a dormire lì era terrorizzato da tutti quegli oggetti perché credeva che la notte si sarebbero animati. Ho messo l'immagine di Gesù perché le case di tutte le nonne sono sempre piene di santini e immagini sacre. Comunque a me quell'immagine ha sempre dato sicurezza e forse l'ho messa per contrastare un po’ la paura degli oggetti strani.

La paura della galline: come ti è venuta in mente?
La paura delle galline, beh, anche questa è stata divertente. Riguarda un altro mio caro amico, un fratello per me e amico d'infanzia, che tutt'ora è terrorizzato dalle galline. Mi ricordo che un giorno ero andato a giocare a casa sua, lui vive in campagna e aveva un grande pollaio. Si sa che le galline sono un po’ ambigue e noi andavamo sempre ad osservarle dicendo cose del tipo.."Guarda che occhi!!! Come ci guardano, sono maligne!!”: era un modo per farci paura a vicenda e poi correre via ridendo.
Un giorno giocando a nascondino lui si nascose proprio dietro al pollaio, che sua madre aveva dimenticato aperto, e ricordo solo la scena di lui che urlava correndo inseguito da una miriade di galline. Pareva proprio che quelle galline ci odiassero e lui ne è rimasto shoccato!!

Quali sono le tue paure più paurose?
Quando ero piccolo avevo paura di un sacco di cose!
Ad esempio, nel libro la mia paura è quella degli orchi. Credevo che uno vivesse nel sottotetto di casa mia: troppo grande per uscire dalla piccola porta che c'era, anche se era solo un modo che mia madre aveva ideato per non farmi salire su quella vecchia scala malridotta. Anche gli alieni è una delle mie paure: sono sempre stato affascinato da altri mondi, ma il pensiero di trovarmi davanti un essere extraterrestre mi terrorizzava! E anche i clown non mi sono mai piaciuti e da quanto ho raccolto non piacciono a molta altra gente o ne erano spaventati da piccoli!

Fabio ha vinto nuovamente il primo premio "Siria Poletti, sulle ali delle farfalle" 2010 con un altro libro è un libro-gioco-racconta che si chiama ANIMUZZLE- (Puzzle degli animali).
Il progetto di Fabio è per ora solo un progetto poiché è in cerca di un editore!
Spero vivamente che gli editori si facciano avanti per pubblicare il suo nuovo libro perché io non vedo l’ora di leggerlo!
Grazie Fabio per la tua disponibilità e per aver fatto sorridere me e Matteo sulle paure più paurose con il tuo paurario di tutte le paure!
Qui il link

Mariaelena La Banca