gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Dorme, finalmente! Come risolvere i problemi di sonno dei bambini

Il tuo bambino continua a svegliarsi durante la notte? La psicologa Christine Rankl offre nel suo manuale un metodo per comprendere e risolvere la causa dei disturbi del sonno nei bambini

Da quando sei diventata mamma sogni che il tuo bambino dorma 8/10 ore di fila, ma sono passati mesi (se non addirittura anni) ed ancora continua a svegliarsi di notte? Sei alla ricerca di un metodo infallibile per "insegnare" al tuo bambino a dormire di più? Per tutte le mamme che hanno bambini con problemi di sonno arriva in aiuto la psicologa Christine Rankl con il suo nuovo libro "Dorme, finalmente! Risolvere i problemi di sonno dei bambini da 0 a 6 anni".



LEGGI ANCHE: Regole per la nanna ed igiene del sonno




Per tutte le mamme che non riescono a lasciar piangere il proprio figlio nella sua stanza, finché non si calma e si riaddormenta da solo, questo manuale può essere la soluzione giusta. La dottoressa Rankl aiuta i genitori ad analizzare la causa che porta i propri figli a svegliarsi durante la notte e a trovare la soluzione più efficace. In modo che tutta la famiglia possa riposarsi durante la notte e non arrivare alla mattina con due occhiaie spaventose per aver passato la notte in bianco.

La psicologa offre una serie di consigli per riuscire a favorire un buon sonno nel bambino e per creare un "ritmo familiare" del sonno, che anche il bambino possa adottare. Soltanto arrivando a capire quale è la causa alla base dei disturbi del sonno del proprio bambino, si può riuscire a risolverla per garantire una lunga notte di sonno.







Ed in questo studio del sonno del proprio bambino, è molto importante "rafforzare la competenza di autoregolazione del bambino, in modo da permettergli di sviluppare appieno la sua capacità di addormentarsi e di affrontare la separazione". In modo che possa comprendere che, anche se si sveglia da solo nella sua cameretta nel cuore della notte, la mamma ed il papà non lo hanno abbandonato ma dormono nella stanza accanto. E lui (o lei) può tornare a dormire tranquillo.



LEGGI ANCHE: Fai la nanna, come creare l'abitudine al sonno fin da piccoli




Ed è anche importante che i genitori arrivino a comprendere il "mondo emozionale" del proprio bambino, per potergli trasmettere tranquillità e serenità, indispensabili per un corretto riposo notturno. L'autrice del libro non offre una "ricetta universale", anche perché i bambini e le famiglie sono troppo diversi tra loro per poter esserci una sola soluzione, ma offre una semplice via che tutte le famiglie possono percorrere per arrivare a capire quale sia la soluzione più adatta a loro.

Christine Rankl, madre di 2 figli, è psicologa, psicoterapeuta e co-fondatrice del reparto di psicosomatica neonatale presso il Wilhelminenspital di Vienna, dove un team di esperti è a disposizione di genitori di bambini da 0 a 3 anni con disturbi di varia natura. Autrice di bestseller in Germania, riesce a riversare nei suoi manuali la preziosa conoscenza maturata nei più recenti studi scientifici, i consigli pratici derivati dalla sua lunga esperienza professionale e la sensibilità dell'essere mamma.
gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0