gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Dal 1 al 7 ottobre 2017 la Settimana dell'Allattamento Materno

/pictures/2017/09/29/settimana-attamento-maternoo-1854313383[975]x[407]780x325.jpeg Shutterstock
gpt native-top-foglia-bambino

Settimana Allattamento Materno: dal 1 al 7 ottobre 2017 decine di eventi in tutta Italia per promuovere l'allattamento al seno

Settimana Allattamento Materno

Dal 1 al 7 ottobre 2017 si celebra in Italia la Settimana dell'Allattamento Materno (SAM 2017). Il coordinamento degli eventi nel nostro Paese è affidato al MAMI, Movimento Allattamento Materno Italiano, che si dedica alla protezione, alla promozione ed al sostegno dell’allattamento. Nel resto del mondo la World Breastfeeding Week si è tenuta dal 1 al 7 agosto scorso ed è stata organizzata dalla WABA,  una rete internazionale di organizzazioni ed individui convinti che l'allattamento costituisca un diritto di ogni madre ed una componente fondamentale nell’assicurare ad ogni bambino il meglio in termini di alimentazione, salute e cure, di cui il MAMI fa parte.

gpt native-middle-foglia-bambino

Settimana Allattamento Materno 2017

La SAM 2017 propone un fitto calendario di eventi in tutta Italia: centinaia le associazioni impegnate ad organizzare incontri, convegni, flash mob, momenti di aggregazione ed informazione al fine di raggiungere i 4 obiettivi prefissati per questa edizione:

  1. Informare: comprendere l’importanza di lavorare insieme nelle quattro Aree Tematiche
  2. Radicare: riconoscere il proprio ruolo e la differenza che si può fare nella propria area di lavoro
  3. Stimolare: andare incontro agli altri per individuare aree di interesse comune
  4. Fare rete: lavorare insieme per raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile entro il 2030

Una mappa dei principali eventi organizzati durante la Settimana dell'Allattamento Materno 2017:

  • Milano: presso la Casa Maternità “La via Lattea” un ricco programma di incontri dal 1 al 7 ottobre, come consulenze sull'allattamento, incontri con le ostetriche, gruppi auto-aiuto a cura di mamme e molto altro. Inoltre a piazza Beccaria il 7 ottobre alle 10.30 si terrà il Flash Mob sull'allattamento: tutte le mamme sono chiamate ad allattare insieme per costruire una catena di sostegno all'allattamento.
Le migliori posizioni per l'allattamento
  • Mantova: i Consultori Familiari di ASST Mantova organizzano consulenze sull'allattamento materno. Sabato 7 ottobre alle ore 10 è in programma, presso l'Ospedale di Pieve di Coriano, il flash mob: le donne che allattano sono invitate a farlo insieme, ma preziosissima sarà anche la presenza delle mamme che hanno già allattato per testimoniare, con la loro presenza, l’importanza di questo gesto per se stesse, le famiglie e la comunità. Le donne che sono in gravidanza possono cogliere l’occasione per ottenere informazioni utili e conoscere altre mamme e professionisti del settore.
  • Parma: a Parma e provincia in programma iniziative organizzate dalle Aziende sanitarie e associazioni di volontariato a partire da lunedì 2 ottobre. Sabato 7 ottobre dalle 8.30 alle13.30 alla Sala Conferenze Assistenza Pubblica, il convegno “Obesità in gravidanza. Prevenzione e cura” . Sabato 7 ottobre alle 15.30 in Piazza Garibaldi, Flash mob “Allattiamo insieme”con un corteo fino all’Ospedale Vecchio in via D’Azeglio. Presso l'Ospedale dei bambini allestita la mostra concorso di fotografie sull’allattamento al seno: le foto esposte sono offerte da cittadine e cittadini che desiderano condividere la cultura dell’allattamento al seno. Ingresso libero, tutti i giorni da lunedì 2 a domenica 15 ottobre.
  • Collecchio: venerdì 6 ottobre alle 9.30 Flash mob “Allattiamo insieme” in Viale Saragat e merenda al Parco Nevicati.
Come funziona l'allattamento a richiesta

L'allattamento materno e i suoi benefici

L'UNICEF da sempre sostiene l'allattamento al seno e in occasione della World Breastfeedin Week di agosto ha presentato un nuovo rapporto, realizzato in collaborazione con l'Organizzazione Mondiale della Sanità e con il Global Breastfeeding Collective, la nuova iniziativa internazionale che mira ad ampliare i tassi globali di allattamento. Dopo aver analizzato i dati di ben 194 Stati, il rapporto "Global Breastfeeding Scorecard"conclude che:

  • solo il 40% dei bambini tra 0 e 6 mesi viene allattato esclusivamente con latte materno
  • solo in 23 Stati il tasso di allattamento al seno supera il 60%.

Eppure promuovere e sostenere l’allattamento al seno si traduce in positivi effetti sia sulla salute pubblica che sul piano economico:

  • i benefici per il bambino sono ben noti: l'allattamento porta benefici a livello cognitivo e di salute; nei primi 6 mesi di vita del bambino l'allattamento contribuisce a prevenire diarrea e polmonite, le due principali cause di mortalità neonatale; contribuisce a garantire al bambino difese immunitarie nei primi mesi di vita;
  • le donne che allattano vedono inoltre una riduzione nel rischio di soffrire di tumore alle ovaie e al seno, due tra i principali fattori di mortalità fra le donne adulte;
  • investire sulla promozione e il sostegno dell'allattamento si tradurrebbe in un innegabile vantaggio economico in termini di spesa ed assistenza sanitaria perché si ridurrebbero i tassi di incidenza di numerose malattie: l'UNICEF specifica che far salire al 50% il tasso globale di bambini allattati sotto i sei mesi entro il 2025 significherebbe salvare le vite di 520.000 bambini sotto i 5 anni ed ottenere potenzialmente guadagni economici per 300 miliardi di dollari in un decennio.

I benefici in termini di salute pubblica sarebbero evidenti soprattutto nei Paesi più svantaggiati, dove la mortalità infantile è altissima per malattie semplici da prevenire e da curare. Ad esempio, in cinque paesi tra le più grandi economie emergenti al mondo come Cina, India, Indonesia, Messico e Nigeria circa 236.000 bambini all’anno non sopravvivono.

Informazioni utili

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0