gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Le cose da non dire alla mamma che non allatta al seno

Hai scelto di non allattare o non hai potuto. Ecco un elenco di cose che certamente ti sentirai dire, prima o poi

MAMME CHE NON ALLATTANO - Molte neomamme smettono di allattare al seno il proprio bambino, a volte iniziano con l'allattamento e poi smettono, oppure credono di non avere abbastanza latte per nutrire nel modo giusto il loro bambino. Qualsiasi sia il motivo, la scelta di non allattare il proprio bambino è sempre accompagnata da un senso di colpa, di inadeguatezza, che magari va a sommarsi alle difficoltà psicologiche legate alla nuova condizione di neomamma.

LEGGI ANCHE Allattamento, 10 consigli su cosa bere e cosa mangiare

Se si guardano le direttive OMS è ovvio che l’allattamento al seno può apparire come il solo alimento idoneo ad un bimbo, quindi tutte le madri che per motivi fisiologici o psicologici devono ricorrere all’artificiale, vengono poco galantemente ritenute, è brutto dirlo, come “madri di serie B”, perché come dice la Leche League “Tutte le donne possono allattare, basta volerlo

Insomma, anche se durante la gravidanza si è sicure di voler allattare, di riuscirci alla grande e si sogna questo meraviglioso momento, spesso una volta che il bambino è nato l'allattamento non risulta essere così facile e immediato come si pensava.
Ragadi, difficoltà ad attaccare correttamente il bambino al seno, dolore, carenza di sonno, stanchezza, pianto del bebè: a volte continuare ad allattare è difficile e molte donne mollano nei primi mesi.

LEGGI ANCHE Allattamento a oltranza, come lo vivono i papà

E allora ecco un elenco di cose che è meglio non dire alla mamma che non allatta al seno, per impossibilità a farlo o per sua volontà.

Ad esempio, inutile ribadirle che non sa cosa si perde e che l'allattamento è un'esperienza straordinaria: effettivamente non posso saperlo perchè non allatto.

E ancora, "Mi raccomando leggi bene l'etichetta del latte in polvere". Troppi zuccheri, troppe proteine, troppe fibre... sembra proprio che nessuno sappia produrre il latte formulato.
Eppure gli esperti assicurano che le indicazioni per realizzarlo sono molto precise e che tutti i tipi di latte sono uguali, per legge



cose-da-non-dire-alla-mamma-che-non-allatta


Oppure "il latte della mamma è l'alimento migliore e fa bene al bambino": lo sappiamo, lo leggiamo ovunque, ce lo hanno ripetuto in ospedale, e a casa la suocera, la zia, la cognata e la signora delle pulizie.
Sappiamo che sarebbe stata la scelta migliore, ma siamo sicure che crescerà bene lo stesso.

Insomma, se si sceglie di non allattare o non si riesce a farlo e si decide di smettere, bando assoluto a qualsiasi senso di colpa perchè è bene ricordare che non è il seno in se a creare il legame affettivo tra mamma e bambino, la tetta è solo il mezzo tramite cui il bimbo viene alimentato, ma è il gioco di sguardi, di sorrisini, di parole affettuose e di piccole coccole che la mamma (o il papà) va dispensando mentre il bimbo succhia il latte, tutti gesti che si possono compiere benissimo anche proponendo una boccetta di latte artificiale invece che il seno.
 

COSA NON DIRE ALLA MAMMA CHE NON ALLATTA


gpt native-middle-foglia-bambino

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0