gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Allattare in pubblico: come comportarsi?

Tra privacy e sguardi indiscreti, le mamme sono sempre in cerca di spazi e tranquillità per allattare il proprio bambino

L’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) consiglia alle mamme che possono farlo di allattare i propri figli almeno fino ai 5-6 mesi, ritenendo lallattamento al seno il modo migliore per dare un corretto nutrimento ai neonati.
Ogni donna deve optare per ciò che ritiene più giusto, perché un bambino allattato al seno è amato nel medesimo modo di uno allattato artificialmente; se però una mamma sceglie di allattare, dove e come può farlo?

In passato alle signore era consigliato di allattare in casa, in un ambiente tranquillo. Se invece capitava che il bimbo avesse fame mentre ci si trovava in viaggio la mamma o la balia si coprivano il seno con una sciarpa, un foulard per evitare di mostrare anche il più piccolo pezzetto di pelle. Erano tempi diversi, dove la pudicizia aveva il sopravvento.

Ora una donna come dovrebbe comportarsi? Molte signore non si pongono il problema ed allattano sempre e comunque, al bar, al supermercato, in fila alla posta. Lallattamento è un diritto, il bambino ha bisogno di essere nutrito, non ci si scandalizza per il seno nudo di una velina, ci si dovrebbe scandalizzare davanti al gesto amorevole di una madre che nutre il proprio figlio?

Io credo che come al solito debba prevalere il buonsenso.

Non a tutti piace trovarsi davanti una donna a seno scoperto che allatta mentre fa compere, mentre paga una bolletta , alcune persone si imbarazzano e si trovano a disagio. Molti uomini considerano l’allattamento un “affare da donne” e rimangono spiazzati quando una mamma estrae il seno davanti a loro mentre magari sfoglia un catalogo, compra un piumone o sorseggia un caffè. Non sono abituati.  Spetta alla donna capire in quali circostanze è possibile allattare senza problemi e quando invece sarebbe meglio rimandare o coprirsi con un lenzuolino. Se ci si trova all’estero vanno osservate le regole comportamentali di quel paese, evitando magari di allattare in Chiesa, in moschea, nei luoghi pubblici se questo è contrario al “buon costume” dei paesi ospitanti. Con un pizzico di buonsenso si possono evitare moltissimi malintesi.

Se il bimbo è molto piccolo la madre sa benissimo che facendo allattamento a richiesta potrebbe avere fame in qualsiasi momento. Chiudersi in casa non è la soluzione migliore, si rischia di isolarsi e di vivere l’allattamento come un qualcosa di penalizzante. Uscite tranquille, viaggiate, vi basterà comprare un paio di reggiseni per l’allattamento e qualche maglietta o camicia con i bottoni facilmente apribili, in modo da poter gestire il tutto in modo veloce e discreto.
Se non amate gli sguardi delle persone, se non desiderate che altri uomini vi guardino mentre allattate, potete cercare un luogo riparato: un tavolino del bar dietro un paravento, la zona nursery di un grande centro commerciale, una panchina del parco un po’ isolata. Oppure potreste riesumare l’utilizzo del vecchio lenzuolino, di lino o cotone, leggerissimo, quindi adatto sia in estate che in inverno. Quando il bimbo avrà fame sedetevi e coprite il bambino con il lenzuolino mentre succhia evitando così sguardi fastidiosi che potrebbero mettervi in imbarazzo.

Se il bimbo ha più di sei mesi, ed è quindi già svezzato, potreste portare con voi un biberon con dell’acqua o della camomilla, in modo da calmarlo per una decina di minuti, lasciando a voi un po’ di tempo per terminare le vostre commissioni e trovare poi un luogo per allattare a voi confacente.

Pur continuando l’allattamento il bimbo a questa età può tranquillamente prendere come merendina spezza fame un po’ di frutta frullata, una pappa lattea. Se avete allattato il vostro bimbo da poco e sapete che ha mangiato correttamente, non serve che ad ogni minima richiesta estraiate il seno e gli diate un goccino di latte, fare questo mentre si è a spasso può risultare fastidioso e stressante per voi mamme, avete tutto il diritto di dire NO se non ve la sentite di girare a seno scoperto. Il bambino può toccare il seno, scoprirlo, giocarci, morderlo, ma sono gesti talmente intimi che per alcune donne è impensabile compierli davanti a degli sconosciuti.

Se il bimbo ha più di 18 mesi e lo state ancora allattando significa che siete per l’allattamento prolungato, scelta personale della mamma. Ricordatevi che un bimbo di questa età non ha bisogno di essere nutrito con il latte materno, perciò se siete a passeggio e vostro figlio vi fa capire che ha fame, potete benissimo dargli uno yogurt, un biscotto, un pezzo di frutta. L’allattamento al seno con bimbi già grandicelli presenta alcune difficoltà. Il bimbo se distratto gira la testa, si sposta, usa il seno come giocattolo e capita sovente che la mamma rimanga con il seno al vento per qualche secondo mentre il bimbo decide se vuole ciucciare o meno. Il tutto tra gli sguardi curiosi dei passanti. Deve essere una vostra scelta, dovete sentirvi a vostro agio sapendo che qualche persona potrebbe scorgere da lontano le vostre grazie, se questo vi lascia indifferenti benissimo, ma se siete pudiche potete benissimo rimandare l’allattamento del vostro bimbo a quando sarete a casa, così da godervi serenamente la passeggiata.

Chiara Zambelli
gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0