gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Allattamento al seno d'estate: consigli utili

/pictures/2015/07/06/allattare-in-estate-ecco-10-consigli-utili-825711843[5697]x[2375]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-bambino

Consigli pratici per l'allattamento al seno d'estate: per difendersi dall'afa vivere al meglio questa esperienza, anche quando fa caldo

Allattamento al seno d'estate

Con l'arrivo dell'estate le temperature aumentano, ma le richieste del bebè sono sempre le stesse, e a volte risulta veramente fastidioso e complicato allattare nelle ore più calde. E allora per continuare a godere di questo momento speciale e intimo con il nostro piccolo senza soffrire dell'afa e della sudorazione eccessiva, basterà seguire questi 10 consigli per l'allattamento al seno d'estate.

gpt native-middle-foglia-bambino

  1. Bevete molta acqua durante tutta la giornata. E sorseggiate anche se non avete una sensazione immediata di sete perché quando questa arriva vuol dire che siete già disidratate e mettete in pericolo la produzione di latte. Prima della poppata preparate una bottiglia d'acqua o un succo di frutta da tenere a portata di mano, per non dovervi alzare a bere mentre avete il bambino attaccato al seno. Ricordate che è estremamente importante bere almeno due litri d'acqua al giorno quando fa caldo, e soprattutto se state allattando perché l'acqua è fondamentale per la produzione del latte.
  2. Se siete in vacanza approfittate per allattare in posti diversi dal solito e riscoprire l'utilità e la naturalezza dell'allattamento al seno all'aperto: ad esempio potete provare la sensazione di dare il latte al tuo piccolo in un prato di montagna o sulla riva del mare, l'importante è trovare un luogo pieno d'ombra e frescura, al riparo da sguardi indiscreti e dove possiate sedervi in posizione comoda e rilassata.
  3. Particolare attenzione all'abbigliamento: sia al momento della poppata, ma anche nelle ore più calde della giornata sono da preferire vestiti comodi. Indossa reggiseni leggeri, meglio ancora se sono quelli per l'allattamento che si aprono grazie al doppio gancetto, t-shirt o top freschi e in cotone. E per il bambino un body di cotone a manica corta potrebbe essere l'indumento ideale, in quanto assolve la funzione di asciugare il sudore ed evitare colpi d'aria.
  4. Prima della poppata cercate di bere qualcosa di tiepido, ad esempio una tisana. In questo modo verrà favorita la sudorazione e la temperatura corporea si abbasserà.
  5. Nei giorni più caldi il bambino potrebbe volersi attaccare più spesso per bere e idratarsi. Preferite poppate più brevi, ma frequenti. Il primo latte di ogni poppata è più liquido e gli permette di reintegrare ciò che si è perso con il caldo e il sudore. Ricordate che in casi normali quindi non è necessario integrare l'allattamento materno con acqua o altre bevande.
  6. Molto importante è anche la posizione per allattare, che a volte può risultare estremamente fastidiosa nelle ore più calde. Ad esempio puoi provare a stenderti sul letto su un fianco, posizionando il bimbo davanti a te all'altezza del seno. In questo modo limiterai il contatto pelle contro pelle che potrebbe incrementare la sensazione di calore, senza però perdere il contatto visuale con il tuo bimbo.
  7. Se allattate all'aperto scegliete un luogo ombreggiato, dove possiate sentirvi a vostro agio lontano da sguardi estranei e dove riusciate a trovare una posizione comoda e rilassata.
  8. Non uscite nelle ore più calde, e se proprio non potete farne a meno, portate sempre con voi un cappellino e un ombrellino per riparare il bambino.
  9. Se avete l'aria condizionata usatela pure, ma con responsabilità e seguendo importanti regole: la temperatura ideale a cui bisognerebbe impostare il termostato dovrebbe essere intorno ai 25 gradi e non più bassa, e il getto non va diretto verso il bambino e nemmeno verso di voi perché facilmente potrebbe provocare raffreddori e mal di gola.
  10. Quando allattate a casa trovate un luogo fresco della casa dove sistemarvi comodamente ogni giorno per attaccare il vostro piccolo. Un posto non vale l'altro perché in alcuni angoli della casa si sta più freschi, e una stanza può essere più ventilata e meno esposta al sole rispetto alle altre. Fate in modo che il getto dell'aria condizionata o dei ventilatori siano diretti verso il bebè. Per mantenere la frescura della notte anche durante il giorno chiudete le finestre appena sorge il sole e arieggiate a lungo la stanza a sera inoltrata.
gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0