gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Dieci cose che impariamo se allattiamo al seno

/pictures/20150803/dieci-cose-che-impariamo-se-allattiamo-al-seno-3041046454[772]x[322]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-bambino

Quando inizi ad allattare al seno il primo figlio diventi esperta su argomenti di cui non avevi mai sentito parlare, e ti trovi ad affrontare tutta una serie di problematiche di cui non avevi mai sospettato l’esistenza

Mamme che allattano

Quando inizi ad allattare al seno il primo figlio ti si apre un mondo: diventi esperta su argomenti di cui non avevi mai sentito parlare, e ti trovi faccia a faccia con tutta una serie di problematiche di cui non avevi mai sospettato l’esistenza.

  • Il problema guardaroba

La tua migliore amica si sposa, non hai avuto tempo di acquistare un vestito nuovo ma tanto hai quello “bello” comprato per una cerimonia dell’anno scorso, e all’ultimo momento ti accorgi con orrore che ha il collo alto o a girocollo: aaarrrrghhhhhh!

Allattare: consigli utili per un allattamento sereno
  • Il movimento tetta-culla

Tattica tipica di chi allatta al seno è addormentare il piccolo per poi spostarlo nella culla e correre a sbrigare tutte le faccende in sospeso (o a dormire, nelle giornate no). Ciò implica lo sviluppo di una destrezza notevole nel momento clou dello spostamento: bisogna cogliere l’attimo in cui è addormentato davvero e dopodiché procedere con un movimento fluido ma lento, da svolgersi con una mano sola mentre con l’altra siamo pronte a cacciargli il ciuccio in bocca contestualmente all’atterraggio. Non è permesso nessun errore.

gpt native-middle-foglia-bambino

  • Privacy questa sconosciuta

Se la sola idea di metterci in topless ci dava i brividi, la svolta avviene ora che siamo all’Ikea di sabato pomeriggio e il nostro adorabile frugoletto frigna incessantemente in modalità “concerto heavy metal”. Stremate, mostriamo le nostre grazie a tutti gli avventori del ristorante. D’ora in poi, il nostro concetto di pudore non sarà più lo stesso.

  • Effetti collaterali della dentizione

Oltre al fastidio provato dal piccolo, che spesso si traduce in notti insonni per noi, anche i nostri capezzoli fanno le spese della crescita dei primi dentini: ecco il contesto ideale per far scendere l’istinto materno ai minimi termini.

  • Pozioni varie e misteriose

Un taglio o una ragade fa la sua comparsa? Niente paura! Già durante la gravidanza abbiamo fatto scorta di un unguento miracoloso che ha salvato la vita a nostra cognata. E, come scopriremo prestissimo, su di noi non ha nessun effetto. Se i problemi persistono, nel giro di un mesetto diventeremo le massime esperte di creme ripara-capezzolo e - cosa ancora peggiore - terremo conferenze sull’argomento al parco, fiere dell’inestimabile competenza acquisita.

  • Discorsi di dubbio gusto

Infatti, senza nemmeno rendercene conto ci siamo trasformate in un “tipo di mamma” che abbiamo sempre aborrito: quella che disquisisce sui propri capezzoli di fronte ad un nutrito pubblico, composto in larga parte da perfette sconosciute.

  • Il kamasutra dell’allattamento

Qual’è la posizione migliore per allattare? indubbiamente quella che ti consente di dormire al contempo, soprattutto se non c’è verso di staccare il piccolo dalla tetta senza svegliarlo. Eccoci quindi sottoporci a un duro allenamento che ci porterà sviluppare notevoli abilità tecniche dell’allattare sdraiati.

  • Segnali inequivocabili

Nel frattempo il nostro udito diventa in grado di distinguere senza ombra di dubbio quando un pianto non significa sonno, nervosismo o mal di pancia, ma “tetta, tetta!!!!!”

  • Allattamento cinematografico

Per mesi ci siamo identificate in quelle mamme angeliche della televisione o dei giornali, che allattano con grazia in poltrona sfogliando un libro e gettando ogni tanto un’amorevole occhiata al loro bambino. Al primo tentativo, il libro ha avuto la peggio.

… E quando pensiamo di essere ormai esperte di tutte queste cose e molte di più ecco che arriva un secondo bambino, il quale ha uno “stile”, ritmi e necessità completamente diversi dal primo. Bene, si ricomincia!

 

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0