gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Poco latte? Come favorire e prolungare l'allattamento

Può succedere che la produzione di latte materno non decolli oppure che si riduca drasticamente nel corso delle settimane. Nessun problema se si è stufe e si vuole passare al latte artificiale, ma chi vuole prolungare questo momento può provare questi rimedi, sperimentati con successo in prima persona

Può succedere che la produzione di latte materno non decolli oppure che si riduca drasticamente nel corso delle settimane. Nessun problema se si è stufe e si vuole passare al latte artificiale, ma chi vuole prolungare questo momento può rivolgersi ad associazioni che aiutano le donne in difficoltà con l'allattamento come la Leache leaugue oppure può provare questi rimedi, sperimentati con successo in prima persona.


Alimentazione durante l'allattameno, cosa si può mangiare


La produzione di latte materno nel corso dell'allattamento subisce alti e bassi che dipendono dall'alimentazione della puerpera, da particolari condizioni di stress e dal clima. Fortunatamente, grazie a rimedi fitoterapici ed omeopatici si può far fronte efficacemente - sempre che si desideri proseguire con l'allattamento al seno - a momentanei cali della produzuine.

Prima ancora che Alice nascesse ho acquistato in erboristeria una tisana a base di galega, ortica e semi di finocchio. L'avevo già sperimentate efficacemente durante l'allattamento del mio primo bambino e volevo usarla anche stavolta: oltre a favorire la montata lattea subito dopo il parto, infatti, favorisce la produzione di latte durante tutto il periodo in cui si decide di allattare.

La galega è considerata un potente galattogeno sin dall'antichità. I suoi principi attivi sono i flavonoidi che stimolano la produzione di latte nelle puerpere, addirittura fino ad un 50% in più.
I semi di finocchio, oltre a conferire al latte un buon sapore, lo rendono più digeribile mentre l'ortica è rimineralizzante e serve alla mamma. L'erborista mi aveva consigliato di berne un litro al giorno da preparare mettendo 4 cucchiai di tisana in un litro di acqua bollente; si lascia riposare per 10 minuti e si filtra.


Allattare: consigli utili per un allattamento sereno



In alternativa alla tisana si può assumere il Lactogal, uno sciroppo della Loacker a base di galega, il cui unico limite è il prezzo che sfiora i 16 € per 100 ml.

Ho smesso di fare la tisana quando è arrivato il caldo e quando ormai l'allattamente era avviato ottimamente.
Purtroppo però, dopo una giornata passata tra aerei ed aeroporti, mi sono accorta che il latte era praticamente sparito. Quel giorno, nonostante fosse una caldissima giornata di luglio, avevo bevuto pochissimo a causa delle restrizioni imposte dagli aeroporti sul trasporto di liquidi in aereo. Non me ne accorgevo ma ero praticamente disidratata ed il mio fisico non era più in grado di produrre latte.

favorire-la-produzione-di-latte



Fortunatamente è venuto in mio soccorso il Ricinus communis 5ch (5€ circa), un rimedio omeopatico che stimolerebbe la produzione di prolattina e che mi ha consigliato la mia vicina di casa, anche lei alle prese con un bambino piccolo e, soprattutto con un allattamento difficile: "Le ho provate tutte", mi ha detto Isabella, "ma avevo pochissimo latte. Solo con il ricinus la situazione si è normalizzata".
Isabella ha allattato il piccolo Giulio per un anno assumendone 3 granuli 3 volte al giorno e così ho cominciato a fare anche io, e siccome nel frattempo ho anche ricominciato a lavorare,  per prevenire una possibile riduzione di latte abbino al Ricinus anche 3 gocce 3 volte al giorno di Rescue Remedy  (Fiori di Bach) ed un rimedio "della nonna", ovvero un rosso d'uovo all'ostrica (cioè con una goccia di limone e sale) che mangio la mattina appena sveglia.

Non so se tisane e omeopatia stiano svolgendo bene il loro lavoro o si tratti di pura suggestione; l'importante è il risultato e oggi sono sei mesi e un giorno che, tra molti alti e pochi bassi, allatto la piccola Alice
gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0