gpt skin_web-bambino-0
gpt strip1_generica-bambino
gpt strip1_gpt-bambino-0
1 5

Come risparmiare nell’abbigliamento per bambini

I bambini crescono molto in fretta e spesso gli abiti si usano per una sola stagione: ecco qualche consiglio per fare acquisti ragionati e risparmiare quando si comprano nuovi vestiti

I bambini, soprattutto nei primi anni di vita, crescono molto in fretta. Per questo è inutile acquistare decine e decine di capi di abbigliamento, che magari si indosseranno una volta sola e l'anno successivo saranno diventati troppo piccoli per essere utilizzati di nuovo. Per tutti i genitori alle prese con gli acquisti degli abiti per i bambini, ecco qualche consiglio utile per risparmiare e non spendere un patrimonio in abiti che resteranno nell'armadio.



LEGGI ANCHE: iDO Mini, collezione Autunno/Inverno 2012/2013 per i più piccoli



Spesso è utile anche acquistare capi di abbigliamento un po' più grandi rispetto all'età del bambino, in modo da poterli utilizzare per più tempo. In genere è sempre meglio avere un capo di abbigliamento più grande, che potrà essere utilizzato, piuttosto uno troppo piccolo, che verrà messo pochissime volte e poi "mandato in pensione" perché al bimbo non entra più. E come sempre bisogna ricordarsi di scegliere capi comodi, che permettano ai bambini di muoversi con maggiore agilità.

Quando fate un acquisto, cercate di fare attenzione prima di tutto alla taglia. Ci sono aziende che indicano le taglie in base all'altezza del bambino ed altre in base all'età (o entrambi). Non è detto comunque che al vostro bambino vada bene la taglia della sua età: ci sono bambini ad esempio che a 24 mesi vestono già come se avessero 30 mesi. Nell'acquisto dei capi bisogna quindi stare attenti a prendere la taglia giusta.







Per quanto riguarda i capi di abbigliamento eleganti, limitatevi a pochi capi per stagione. E' inutile comprare troppi capi di abbigliamento eleganti se poi non ci saranno occasioni per farli indossare al bambino. Per abbinare più facilmente i capi di abbigliamento tra loro (pantaloni o gonne con camicie o magliette) è consigliabile acquistare prodotti a tinta unita.



LEGGI ANCHE: Come acquistare capi d'abbigliamento per i bambini



Quando i vestiti non servono più, conservateli. Potrebbero tornarvi utili nel caso in cui arrivi un secondo bambino o potrebbero servirvi per scambiarli con altre persone o regalarli a parenti o amici che ne hanno bisogno. Un modo per risparmiare, soprattutto nei primi mesi, è anche quello di scegliere capi in colori unisex, in modo che gli stessi abiti possano essere utilizzati sia per maschietti che per femminucce.

Cercate nei negozi dell'usato: visto che spesso i vestiti per i bambini si usano così poco, i capi d'abbigliamento, anche se usati, sembreranno nuovi. E si possono fare grandi affari in questi negozi. Tenete infine d'occhio i siti frequentati dalle mamme, che spesso organizzano eventi di swapping, ovvero scambio di vestiti, dove sarà possibile partecipare portando i vestiti dei propri figli che non vi servono più e prendendo in cambio altri abiti adatti al vostro bambino.

gpt native-bottom-foglia-bambino
gpt inread-bambino-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-bambino-0