gpt skin_web-gravidanza-0
gpt strip1_generica-gravidanza
gpt strip1_gpt-gravidanza-0
1 5

Dopo il parto, chi ha il tempo di cucinare?

Ci hanno dimesso, siamo tornate a casa con il nostro fagottino ma non abbiamo pensato che quel piccolino ci riempirà talmente tanto la giornata che anche preparare un piatto di pasta diventarà un problema!

Bene, ci hanno dimesso, siamo tornate a casa tutte felici con il nostro fagottino ma non abbiamo pensato che quell'amore piccolino ci riempirà talmente tanto la giornata (e la notte!), che anche preparare un piatto di pasta in bianco può diventare un problema!
Quindi onde evitare che la suocera si proponga di cucinare per noi sbandierando successivamente ai quattro venti di averci anche sfamato, facciamo un passo indietro e organizziamoci per tempo!
Armiamoci di contenitori che possano passare direttamente dal freezer al microonde. Sarà più semplice così avere cena o pranzo pronti anche nel caso in cui ci dimenticassimo di scongelare.
Ora mettiamoci ai fornelli e al forno! Prepariamo cose che si possano congelare senza alterare i sapori

INVOLTINI DI MELANZANE
Tagliamo a fettine sottili le melanzane e grigliamole. In alternativa vanno bene anche quelle surgelate, in questo caso lasciamole scongelare per bene in modo che rilascino l'acqua completamente. Aggiustiamo di sale e pepe. Stendiamo le fettine e mettiamo sopra speck e scamorza, prosciutto cotto e asiago, prosciutto crudo e fontina o quello che il nostro palato apprezza di più. Arrotoliamo e fermiamo con uno stuzzicadenti. Possiamo prepararne di diversi contemporaneamente e poi metterli misti nelle vaschette. Al momento di mangiare, toglieremo dal freezer e passeremo qualche minuto in forno. A chi piace, si può aggiungere sopra del sugo di pomodoro

incinta-cucinaINSALATA DI POLLO
Prendiamo del petto di pollo, tagliamolo a cubetti e grigliamolo. Lasciamo raffreddare e prepariamo dei sacchettini monoporzione. Al momento del pranzo o cena, laveremo dell'insalata e l'aggiungeremo al pollo preventivamente scongelato. Al pollo si possono aggiungere delle olive verdi e nere prima della congelazione

TORTA SALATA/DOLCE
Qui ci possiamo sbizzarrire quanto vogliamo preparandone di diverse.
Radicchio, gorgonzola e speck.
Classica prosciutto cotto e mozzarella.
Pesto, gamberetti e crescenza.
Mozzarella, wurstel, funghi misti.
Se avete qualcosa a scadenza breve approfittatene per fare il ripieno
Cuocete, lasciate raffreddare, tagliate a pezzetti e congelate

Potete anche preparare della alternative dolci da scongelare velocemente nel caso in cui arrivino delle visite e non abbiate nulla da offrire, oppure qualcuno si fermi a cena e dopo la pizza (rigorosamente ordinata a domicilio!) vogliate qualcosa di dolce che non sia il solito gelato che non sempre si ha in frigorifero. 
Prendete la pasta sfoglia e ritagliate dei rettangolini. All'interno mettete dei pezzetti di mela, pera o banana e dei pezzetti di cioccolato fondente (avete avanzi di uova di pasqua in casa?). Chiudete sigillando bene i bordi, praticate un piccolo taglietto sul dorso dei pasticcini e infornate.

Se amate la pasta potete preparare dei sughetti.
Pomodoro e ricotta.
Pomodoro, tonno, olive nere e/o verdi.
Pescatora. Al supermercato trovate dei preparati al bancofrigo velocissimi con tutto l'occorrente per un sugo al pesce che certo non sarà come quello del ristorante, ma ci permetterà di variare

Altri piatti congelabili possono essere lo spezzatino, le verdure tagliate a cubetti e grigliate, il caciucco, la parmigiana (e tutte le sue varianti: classica, con prosciutto cotto, con provola affiìumicata), la pasta al forno (che si può preparare in mille modi diversi: alla bolognese, ai frutti di mare, alle verdure).

Ecco dovremmo essere riuscite a riempire il congelatore e a sopravvivere perlomeno alle prime due settimane. Questo ci darà il tempo di organizzarci e abituarci ai nuovi ritmi.
Quello che rimane da fare a questo punto, è ricordarsi di scongelare i piatti!

L. Dal Checco
gpt native-bottom-foglia-gravidanza
gpt inread-gravidanza-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-gravidanza-0