NAVIGA IL SITO

Disturbi della gravidanza: ecco i rimedi casalinghi

Esistono parecchi rimedi casalinghi e metodi naturali che ci aiutano a combattere tutti quei piccoli disturbi e dolorini tipici della gestazione senza correre in farmacia

/gallery/foto_gallery/gravidanza/disturbi-della-gravidanza-un-rimedio-per-ognuno/dolore-pelvico.jpeg Vedi le foto: Disturbi della gravidanza: un rimedio per ognuno

di Ingrid Busonera

Esistono parecchi rimedi casalinghi e metodi naturali che ci aiutano a combattere tutti quei piccoli disturbi e dolorini tipici della gestazione senza correre in farmacia ed imbottirci di farmaci inutili e potenzialmente dannosi per la salute del nostro piccolo e perchè no, per preparare il nostro corpo al parto.

Sono tanti i disturbi che spesso tormentano la gravidanza,dalla nausea,che si può facilmente combattere con semplici modifiche alle abitudini alimentari o con l'aiuto dell'omeopatia, dal mal di schiena alla flatulenza, e noi molto spesso cerchiamo appiglio nei medicinali 'classici', senza sapere che esistono rimedi natuali e privi di controindicazioni altrettanto efficaci delle medicine.


Come prevenire il mal di schiena in gravidanza


L'insonnia ci attanaglia, ormai dormire è diventato un vero e proprio "incubo" e la notte, prima di prendere sonno, non contiamo le pecore ma dei veri e propri ovili, ma nonostante tutto il sonno sembra non arrivare e anche quando siamo particolarmente stanche, arrivano pensieri angoscianti a tormentarci che ci impediscono di cadere tra le braccia di Morfeo.. che fare? Proviamo a fare un bel bagno caldo (non troppo) e nell'acqua sciogliamo un olio essenziale di valeriana o di melissa dall'effetto rilassante; quando andiamo in visita chiediamo al ginecologo se nelle sere tormentate possiamo bere una tisana casereccia fatta preparare in erboristeria così composta: 40 g di valeriana,20 g di luppolo,20 g di passiflora, 20 g di melissa,2 0 g di anice e 15 g di fiori d'arancio, tutto miscelato in 250 ml di acqua bollente e lasciato in infusione per 10 minuti circa; dopodichè stendiamoci a letto e, e se frequentiamo un corso di preparazione al parto ed abbiamo appreso i metodi di respirazione, attuiamo quello che abbiamo imparato e concentriamci cercando di percepire i movimenti del piccolo e di concentrarci su di esso



Mal di schiena: spesso la causa del mal di schiena è la postura scorretta, parliamone con il ginecologo che ci consignerà come compiere determinati movimenti, come chinarci, come piegarci ecc., al fine di diminuire lo sforzo e il peso a carico della colonna; se possibile frequentiamo un corso di Yoga, che con esercizi mirati ed educazione posturale, ci permette di godere di benefici a carico dela schiena combattendo dolori e fastidi. Se frequentiamo il corso di preparazione al parto sicuramente verrà trattato anche questo problema e ci potrebbero consigliare di eseguire le rotazioni del bacino o altri esercizi per il pavimento pelvico, utili anche per i dolori alla schiena. Anche il calore può aiutare, il ginecologo ci può consigliare come metodi caserecci, di procurarci una pelle di pecora da applicare sopra la parte dolente o ancora una bella borsa dell'acqua calda e per ultimo dei sacchetti contenenti noccioli di ciliegia da riscaldare e da poggiare sempre sul punto che ci fa male

Quanto e come cresce la pancia durante i nove mesi


Varici: il ginecologo per questo problema, innanzittutto ci consiglierà di indossare dei collant contenitivi e di fare un pò di attività fisica moderata, sempre considerando la nostra condizione di "pancione"; a casa può darci sollievo mantenere le gambe più in alto rispetto al resto del corpo ,per esempio distese sul letto o sul divano con qualche cuscino sotto i polpacci, oppure sollevare le gambe e "disegnare" dei cerchi in aria con i piedi; se la stagione lo consente e non siamo particolarmente freddolose facciamo delle spugnature di acqua fredda sulle gambe o posizioniamo il getto di acqua fredda su gambe e polpacci. Il ginecologo potrebbe consigliarci anche di fare applicazioni di estratto di ippocastano in crema o in gel, freddo di frigorifero


gravidanza-rimedi-casalinghi-disturbi

Ritenzione idrica:
anche durante la gravidanza ci può capitare che i tessuti immagazzinino troppa acqua dando luogo a ritenzione idrica ma come combatterla con metodi naturali e non aggressivi? Prima di tutto cerchiamo di rallentare i ritmi, rilassiamoci, allontaniamo lo stress perchè anche questo, per quanto ci potrà sembrare strano, è in grado di aggravare la ritenzione idrica! Se possiamo, frequentiamo un corso di acquaticità per gestanti o iscriviamoci a nuoto, l'immersione prolungata nell'acqua infatti aiuta a combattere questo disturbo. A casa evitiamo i bagni in acqua troppo calda e preferiamo invece le temperature tiepide, che non aggravano la ritenzione idrica. Se avvertiamo pesantezza e gonfiore alle gambe e di notte soffriamo di fastidiosi e dolorosi crampi, il ginecologo ci potrà consigliare di aggiungere alla dieta alimenti ricchi di potassio, che tra l'altro hanno un effetto diuretico


Cura la tua pelle per ridurre le smagliature

 

Stipsi, flatulenza e gonfiore addominale: in questi casi cerchiamo di consumare cibi ricchi di fibre, facciamo un pò di moto, consumiamo pasti ridotti ma frequenti, evitiamo cibi pesanti ed elaborati, fritti, piccanti o cotti alla griglia, preferendo le fettine ai ferri, la carne bollita, i cibi leggeri


Hai trovato interessante questo articolo? Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Caricamento in corso: attendere qualche istante...

0
Commenti

Chiudi
Aggiungi un commento a Disturbi della gravidanza: ecco i rimedi casalinghi...
  • * Nome:
  • Indirizzo E-Mail:
  • Notifica automatica:
  • Sito personale:
  • * Titolo:
  • * Avatar:
  • * Commento:
  • * Trascrivi questo codice:
* campi obbligatori