gpt
gpt
gpt strip1_gpt-ros-0-0
1 5

Incinta a Natale: cosa si può mangiare?

/pictures/20161202/incinta-a-natale-cosa-si-puo-mangiare-2792511113[2098]x[875]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-ros-0

Incinta a Natale, cosa mangiare? Come curare l'alimentazione la sera della vigilia se si è in dolce attesa? Ecco qualche consiglio per non precludersi bontà e convivialità

Incinta a Natale, cosa mangiare

Sei incinta a Natale e ti aspettano tante cene e pranzi nei prossimi giorni di festa. Tra alcolici e frutti di mare, dessert e altre leccornie ti stai già deprimendo al solo pensiero di doverti privare di tutto e dire sempre no.
In realtà puoi tranquillamente partecipare alle occasioni conviviali e ai momenti gourmet.
Ecco qualche consiglio e un elenco di cibi permessi o da evitare

Partorire a Natale: niente panico
  • Frutti di mare e pesce: i frutti di mare sarebbe meglio evitarli, se non altro perché se non sono ben cotti possono trasmettere infezioni virali o causare gastroenteriti. Il pesce invece è ottimo, ricco di preziosi acidi grassi omega3 è leggero e digeribile. Evita solo di consumare il pesce crudo o marinato e mangia solo quello ben cotto, al forno o al vapore
  • Cibi fritti: evitarli sarebbe meglio, perchè sono pieni di grassi e bisogna stare attente alla linea. Meglio preferire verdure condite con olio extravergine e carne bianca

  • Dessert: non c'è motivo per cui non potete mangiare un dolcetto di Natale o una fetta di pandoro. L'importante è non esagerare e scegliere un solo dessert. Prestate solo attenzione a non mangiare dessert fatti con uova crude
  • Alcol: un sorsino di spumante a fine pasto è concesso, ma il vino a tavola è meglio evitarlo
  • Frutta secca: ottima, perfetta perchè ricca di grassi buoni e fa bene al sistema cardiovascolare, ma è ipercalorica quindi anche in questo caso è bene non esagerare.

In generale i soliti consigli sull'alimentazione valgono anche a Natale, quindi no a carne cruda, verdura cruda o poco lavata, crostacei, cibi che possono trasmettere infezioni come la toxoplasmosi o la listeriosi.
E dopo il pasto concedetevi una passeggiata all'aria aperta per favorire la digestione.

gpt native-bottom-foglia-ros-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-ros-0-0