gpt skin_web-gravidanza-0
gpt strip1_generica-gravidanza
gpt strip1_gpt-gravidanza-0
1 5

Lavoro e gravidanza: tutto quello che c'è da sapere

Una donna che lavora e resta incinta gode di alcuni diritti: scopriamoli. Cosa deve fare una lavoratrice per richiedere il congedo di maternità

Quando si parla di donne che aspettano un bimbo e di lavoro il nostro sembra un paese ancora molto arretrato; sono molte infatti le aziende che non agevolano le neo mamme con un orario di lavoro part-time o con il telelavoro. La conseguenze è che molte donne devono abbandonare il posto di lavoro subito dopo la nascita del figlio. Facciamo però un passo indietro e vediamo cosa prevede la nostra legislazione.

lavoro-e-gravidanzaUna futura mamma deve sapere che può ricorrere al congedo di maternità (esteso anche ai papà con il nome di congedo di paternità nel caso in cui la mamma non ne possa usufruire in caso come nel caso di morte, malattia o abbandono del bambino) , ovvero l’astensione dal lavoro che viene concessa alla lavoratrice 2 mesi prima della data in cui si pensa avverrà il parto e fino a 3 mesi dopo la nascita del figlio; può in alternativa essere concesso da un mese prima della presunta nascita fino a 4 mesi dopo la nascita del piccolo.

In entrambi i casi alla lavoratrice spetta l’80% della retribuzione media giornaliera. In presenza di gravidanza a rischio questo periodo può subire delle modifiche.

Vediamo quali sono casi in cui è previsto il congedo anticipato:

- lavoro non salubre (potrebbe mettere a rischio la gravidanza)
- quando la gestante svolge mansioni pesante e/o pericolose e non le può essere affidato altro incarico
- se la donna sviluppa dei gravi problemi che interferiscono con la gestazione

Per richiedere il congedo la lavoratrice dipendente deve presentare il modulo MAT al datore di lavoro e all’ufficio INPS della sua residenza.

Ricordiamo che il congedo di maternità non spetta solamente alle lavoratrici dipendenti ma anche a quelle a progetto

gpt native-bottom-foglia-gravidanza
gpt inread-gravidanza-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-gravidanza-0