gpt skin_web-gravidanza-0
gpt strip1_generica-gravidanza
gpt strip1_gpt-gravidanza-0
1 5

Dal passato raccomandazioni sulla gravidanza ancora utili

/pictures/20141027/dal-passato-racomandazioni-sulla-gravidanza-ancora-utili-490341261[2154]x[897]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-gravidanza

Cosa raccomandavano i medici alle nostre nonne quando erano incinte? Ecco sei consigli sui quali riflettere

RACCOMANDAZIONI GRAVIDANZA - Ci sono cose che negli anni Venti erano consigliate o espressamente vietate e che oggi, invece, sono state rivalutate. Stiamo parlando delle raccomandazioni più diffuse che i medici davano alle nostre nonne quando erano in attesa di un bambino.

Con i progressi della scienza e le tante ricerche condotte, ad esempio, sul fumo o sugli effetti dell'alcol, siamo in grado di sapere quali condotte e abitudini possono danneggiare la salute del feto e il suo sviluppo.

Disturbi della gravidanza, rimedi e consigli

Fumare

Negli anni Venti praticamente quasi tutte le donne fumavano e certamente non smettevano quando scoprivano di aspettare un bambino. D'altronde i medici non lo sconsigliavano espressamente. E' stato solo con il passare degli anni e con la pubblicazione degli studi che mostravano inequivocabilmente che il fumo danneggia la salute del feto, il suo sviluppo e aumenta il rischio di aborto spontaneo e parto prematuro che i medici hanno cominciato a sconsigliare il fumo in gravidanza.

Negli anni Cinquanta sono partite le prime campagne di sensibilizzazione su questo tema. Oggi i ginecologi chiedono espressamente e severamente alla donna incinta di smettere di fumare.

gpt native-middle-foglia-gravidanza

E ancora, il tè o il caffè erano praticamente sconsigliati dai ginecologi negli anni Cinquanta. Oggi nessun medico si sognerebbe di proibire una tazzina di caffè alla propria paziente in dolce attesa. Ma resta comunque valida l'indicazione di non esagerare. Questo perchè la caffeina contenuta nel caffè e nel tè può provocare insonnia e tachicardia se viene assunta in dosi elevate. Inoltre troppa caffeina sembra possa aumentare il rischio di parto pretermine

10 consigli per vivere bene la gravidanza

Ma ci sono anche delle cose che prima erano proibite e oggi sono autorizzate. Ad esempio la carne di coniglio era vietata perchè si credeva fosse associata ad un aumento del rischio di labbro leporino.

Oggi sappiamo che questa malformazione non ha nulla a che vedere con la carne di coniglio, ma resta pur sempre valida la raccomandazione di consumare solo carne freschissima e molto ben cotta. Questo per proteggersi da intossicazioni alimentari e toxoplasmosi.

gpt native-bottom-foglia-gravidanza
gpt inread-gravidanza-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-gravidanza-0