gpt skin_web-gravidanza-0
gpt strip1_generica-gravidanza
gpt strip1_gpt-gravidanza-0
1 5

Terapia del colore in gravidanza (e non solo)

Parlare di cromoterapia oggi suona come l'ennesima moda partita dalle celebrities d'oltreoceano ad uso e consumo di coloro che possono permettersi costosi trattamenti in spa di lusso. Invece, la terapia del colore era una disciplina curativa nota fin dai tempi più antichi

Parlare di cromoterapia oggi suona come l'ennesima moda partita dalle celebrities d'oltreoceano ad uso e consumo di coloro che possono permettersi costosi trattamenti in spa di lusso. Invece, la terapia del colore era una disciplina curativa nota fin dai tempi più antichi. Già gli egizi e i greci avevano riconosciuto le proprietà dei colori di agire sulla mente e praticavano la cromoterapia sui pazienti, arrivando a dipingere le pareti del colore necessario a combattere il malessere in questione - esattamente come suggerito dalla cromoterapia di oggi.


Yoga in gravidanza


La terapia del colore parte dall'ovvio assunto che la mente resti inevitabilmente influenzata da quello che vedono gli occhi; non sono solo gli avvenimenti ad essere caricati di significati emotivi, ma anche le immagini statiche e apparentemente "innocue", come, appunto, i colori. I colori, in particolare, emetterebbero particolari vibrazioni che agiscono sulle vibrazioni "alterate" del nostro stato psico-fisico in difficoltà.

L'odierna terapia del colore trae origine dai primi tentativi del passato, da moderni studi psicologici e dalla medicina ayurvedica, che fin dai tempi antichi ha messo in collegamento i colori e l’equilibrio dei chakra. In gravidanza, periodo in cui si possono verificare stati di stress (LEGGI), di ansia e malessere fisico, la cromoterapia può rivelarsi, se non la soluzione, un valido aiuto per il proprio benessere.

Come si "usa" la cromoterapia? I "veicoli" più comuni sono l'abbigliamento, l'arredamento o la semplice visualizzazione. Un altro uso della cromoterapia può venire dallo spargimento di essenze colorate nell'acqua del bagno; in questo modo, all'effetto-relax del bagno caldo in sè si aggiungeranno quello del colore dell'acqua e quello, aromaterapico, del profumo dell'essenza stessa. La cromoterapia può anche essere veicolata dall'alimentazione: la nouvelle cousine, ad esempio, ha sempre conferito molto importanza agli appropriati accostamenti cromatici tra i diversi ingredienti di un piatto, e non solo in senso estetico, ma con un occhio anche alle sensazioni provocate dai colori stessi e dal loro abbinamento.

Se la gravidanza stressa e mette in ansia, uno dei colori più indicati potrebbe essere il rosa, che vanta proprietà spiccatamente rilassanti e spinge ad avere un atteggiamento gentile, pacato e affettuoso. Altro colore giudicato molto efficace nelle sue proprietà anti-ansia è il verde, il colore dell'armonia e della speranza, che riequilibra gli impulsi spingendo contemporaneamente all'azione; il verde costituirebbe anche una panacea nei confronti della febbre e del mal di testa. Anche il blu ha virtù calmanti, rinfrescanti e rilassanti, e favorisce la riflessività e la pace. Se ciò che serve è un po' di allegria e di vitalità, la cromoterapia individua nel giallo una delle tinte più indicate a favorire stati di felicità e di dinamismo; questo colore favorirebbe anche la digestione. Anche l'arancione favorisce il buonumore, e inoltre stimola l'appetito, agendo peraltro positivamente su cuore, milza e polmoni.


LEGGI ANCHE: Le 20 cose più belle dell'essere incinta


La cromoterapia può essere utile, quindi, non solo in gravidanza, ma anche dopo la nascita del bambino, ad esempio nella scelta dei colori delle pareti e dei mobili della cameretta (LEGGI): per l'arredamento della camera dei bambini, secondo la cromoterapia sono particolarmente indicati il blu e il verde, mentre giallo e arancione sarebbero più idonei alla zona giorno.

Per curare i malesseri dei vostri bambini attraverso la cromoterapia, segnaliamo il testo "Cromoterapia per bambini" di F. Pagnamenta, edizioni Del Cigno
 

gpt native-bottom-foglia-gravidanza
gpt inread-gravidanza-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-gravidanza-0