gpt skin_web-gravidanza-0
gpt strip1_generica-gravidanza
gpt strip1_gpt-gravidanza-0
1 5

5 falsi miti sul sesso durante la gravidanza

Avere rapporti sessuali quando si è in dolce attesa per qualcuno può non essere facile: ecco 5 miti da sfatare

RAPPORTI IN GRAVIDANZA - Fare sesso durante la gravidanza è sicuro? Induce le contrazioni e fa partire il travaglio? Il bambino sente che i genitori stanno avendo un rapporto sessuale? Il sesso in gravidanza fa male al bambino?

Tutte domande legittime e molto frequenti che i futuri genitori si pongono quando sono in attesa di un bambino.
Vediamo di sfatare cinque miti e false credenze che riguardano i rapporti sessuali in gravidanza.

LEGGI ANCHE Credenze sulla donna incinta e la gravidanza

1) La penetrazione profonda danneggia il feto.
E' uno dei falsi miti più duri a morire. La lunghezza del pene non può arrivare alla cervice, cioè all'apertura dell'utero.
E questo anche se il partner è particolarmente dotato. Insomma la vagina è molto lunga e inoltre il collo dell'utero è chiuso e sigillato da un tappo di muco molto denso che protegge il bambino. Il bambino è ben chiuso nel suo sacco amniotico la cui funzione è proprio quella di tenere il feto al sicuro in ambiente accogliente ed ovattato.

2) Le contrazioni dell'orgasmo possono provocare un aborto spontaneo.
I piccoli crampi che senti dopo il sesso sono del tutto normali: sono solo i muscoli della vagina che si stringono intorno all'utero e se non stai vivendo una gravidanza ad alto rischio non provocano alcun danno. Ci sono, poi, due tipi diversi di contrazioni: quelle che si sentono durante e dopo l'orgasmo non sono del tipo che causano l'aborto, sono leggere e vanno via dopo poco tempo; le contrazioni vere e proprie sono dolorose, e vengono ad intervalli regolari (ogni 3-5 minuti).

LEGGI ANCHE 10 falsi miti della gravidanza

3) Il sesso provoca il travaglio.
Questa idea nasce dal fatto che nel liquido seminale è presente un ormone che può potenzialmente causare le contrazioni, e che quindi se si è giunte al termine lo sperma può dare il via al travaglio.
In realtà non è così.
E' vero che questo stesso ormone, la prostaglandina, viene usata per indurre il travaglio in ospedale ma si tratta di una versione sintetica con una concentrazione molto superiore rispetto a quella del liquido seminale. Se lo sperma contenesse sufficiente ormone per innescare le contrazioni probabilmente i medici chiederebbero alle donne incinte di astenersi dai rapporti sessuali per l'intera gravidanza.

rapporti-sessuali-gravidanza


4) Le perdite di sangue dopo i rapporti è sintomo di un danno al feto.
Un po' di sangue può spaventare certamente ma durante e dopo il sesso è un evento piuttosto comune. Durante la gravidanza la cervice diventa molto flessibile, è molto morbida e sensibile e qualsiasi sollecitazione può provocare un po' di sanguinamento. Quindi a meno che non ci sia una perdita di sangue copiosa non bisogna preoccuparsi.

LEGGI ANCHE Fare sesso non fa venire le contrazioni

5) Il bambino sente.
Niente affatto. Probabilmente i vostri genitori hanno fatto sesso mentre voi eravate nel pancione e di certo non avete sentito e non avete memoria. Insomma gli esperti concordano che il sesso non causi danno fisico o psicologico al bambino e anche se lui è in grado di sentire i rumori provenienti dall'esterno non possono interpretare ciò che accade.

Insomma se non avete voglia di fare sesso ci sono molte scuse per tirarvi indietro, ma essere incinte non è una scusa valida: il sesso è assolutamente sicuro in una normale gravidanza che si sta svolgendo senza complicazioni.

MARITI E MOGLI


gpt native-bottom-foglia-gravidanza
gpt inread-gravidanza-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-gravidanza-0