Pianetamamma logo pianetamamma.it

1 5

Poesie sulla gravidanza e il parto da regalare alla futura mamma

Una poesia è un dono prezioso, impalpabile, che si conserva per sempre. Ecco le più belle poesie da regalare alle future mamme

Numerosi studi hanno dimostrato che il feto ama sentire la voce della mamma quando sta nel pancione e dopo la nascita leggere ad alta voce una poesia tenendo il piccolo tra le braccia aiuta a calmarlo e tranquillizzarlo.
La voce di un estraneo non ha lo stesso benefico effetto.


IL MOMENTO DEL PARTO


Allora perchè non regalare alla futura mamma, ma anche a chi ha appena partorito, una poesia, dei versi o una preghiera?
La renderà felice, la commuoverà e dopo la nascita potrà dedicare questi versi al suo bambino.

Ecco i versi più emozionanti

Preghiera
Signore,
dal giorno in cui ho avvertito in me
la speranza di una nuova vita, sento
un rinnovato amore per te e per la tua opera creatrice.

La certezza che tu vegli sul mio bambino
con squisita bontà e amore
mi rende tranquilla nell’attesa.
Tu che conosci la mia creatura, fa che anche io
la possa conoscere e amare profondamente
per gioire della sua innocenza e

accompagnarlo sulla via del bene
Rendimi consapevole dell’immensa ricchezza
di questo periodo di attesa.
Aiutami a vivere in raccolto e sereno affidamento
della tua provvidenza questa esaltante avventura
che si svolge nel mio grembo.
Che la tua madre, Maria, mi doni
per questo impegno la sua fede,
il suo coraggio, il suo Amore.
Cosi sia.



poesie-e-preghiere-per-la-gravidanza



Preghiera di una mamma in attesa di una creatura
di Santa Maria Francesca

Signore ti prego con amore per questa dolce speranza che racchiudo nel mio seno;
Ti ringrazio umilmente per avermi scelta strumento del tuo amore.
In questa attesa aiutami a vivere in continuo abbandono alla tua volontà
Concedimi un cuore puro, forte, generoso.
A Te offro le preoccupazione che già mi rendono inquieta: ansie, timori desideri per la creatura che ancora non conosco.

Fà che nasca sana nel corpo, allontana da lei ogni male fisico e ogni pericolo per l’anima.
O Maria, tu che conosci le ineffabili gioie di una maternità santa,
ottienimi un cuore capace di trasmettere una fede viva e ardente,
santifica la mia attesa, benedici questa lieta speranza mia e del mio sposo.
Amen.

 Le paure e le ansie della gravidanza


Preghiera a Gesù

Signore Gesù, ti prego con amore per questa dolce speranza che racchiudo nel mio seno.
Mi hai concesso l’immenso dono di una piccola vita vivente nella mia vita:
ti ringrazio umilmente per avermi scelta strumento del tuo amore.
In questa soave attesa aiutami a vivere in continuo abbandono alla tua volontà.
Concedimi un cuore di mamma puro, forte, generoso.
A te offro le preoccupazioni per l’avvenire; ansie, timori, desideri per la creaturina che ancora non conosco.
Fa’ che nasca sana nel corpo, allontana da lei ogni male fisico e ogni pericolo per l’anima.
Tu, Maria, che conoscesti le ineffabili gioie di una maternità santa,
dammi un cuore capace di trasmettere una Fede viva e ardente.
Santifica la mia attesa, benedici questa mia lieta speranza,
fa’ che il frutto del mio seno germogli in virtù e santità per opera tua e del tuo Figlio Divino.

Amen

"Da dove vengo, dove mi hai trovato?" domanda il neonato alla mamma.
Lei piange e ride ad un tempo e, stringendo il bimbo al petto, gli risponde:
Tesoro mio, eri nascosto nel mio cuore, eri il suo desiderio.
Eri nelle bambole della mia infanzia quando, ogni mattina, modellavo nell'argilla l'immagine del mio Dio, eri tu che facevo e rifacevo.
Tu eri sull'altare con la divinità del nostro focolare; adorandola, adoravo te.


LIBRI SULLA MATERNITA' E I BAMBINI DA REGALARE


In tutte le mie speranze, in tutti i miei amori, nella mia vita, in quella di mia madre, sei tu che hai vissuto.
Lo spirito immortale che protegge il nostro focolare ti coccola sul suo seno dalla notte dei tempi.

Nella mia infanzia, quando il cuore apriva i suoi petali, tu lo avviluppavi, come un profumo inebriante.
La tua delicata freschezza vellutava le mie giovani membra come il riflesso della rugiada che precede l'aurora.
Tu, piccolo del cielo, che hai preso per sorella gemella la luce del primo mattino, tu sei stato portato dalle onde della vita universale che ti ha infine posato sul mio cuore.
Mentre contemplo il tuo viso, il mistero mi inghiotte; tu che appartieni a tutti mi sei stato donato!
Per paura che mi scappi, ti tengo stretto al cuore.
Quale magia il tesoro del mondo ha consegnato nelle mie fragili braccia?


Rabindranath Tagore



Gravidanza, 20 cose che è meglio sapere prima


Il Profeta
E una donna che reggeva un bambino al seno disse:
Parlaci dei Figli.
E lui disse:
I vostri figli non sono figli vostri.
Sono figli e figlie della sete che la vita ha di sé stessa.
Essi vengono attraverso di voi, ma non da voi,
E benché vivano con voi non vi appartengono.
Potete donare loro amore ma non i vostri pensieri:
Essi hanno i loro pensieri.
Potete offrire rifugio ai loro corpi ma non alle loro anime:
Esse abitano la casa del domani, che non vi sarà concesso visitare neppure in sogno.
Potete tentare di essere simili a loro, ma non farvi simili a voi:
La vita procede e non s'attarda sul passato.
Voi site gli archi da cui i figli, come frecce vive, sono scoccate in avanti.
L'Arciere vede il bersaglio sul sentiero dell'infinito, e vi tende con forza affinché le sue frecce vadano rapide e lontane.
Affidatevi con gioia alla mano dell'Arciere;
Poiché come ama il volo della freccia così ama la fermezza dell'arco


Kahlil Gibran



Se”,
di Rudyard Kipling

“Se riesci a mantenere la calma quando tutti attorno a te la stanno perdendo;
se sai aver fiducia in te stesso quando tutti dubitano di te tenendo pero' nel giusto conto i loro dubbi;
se sai aspettare senza stancarti di aspettare o essendo calunniato non rispondere con calunnie o essendo odiato non dare spazio all'odio senza tuttavia sembrare troppo buono ne parlare troppo da saggio;
se sai sognare, senza fare dei sogni i tuoi padroni;
se riesci a pensare, senza fare dei pensieri il tuo fine;
se sai incontrarti con il successo e la sconfitta e trattare questi due impostori proprio allo stesso modo;
se riesci a sopportare di sentire la verità che tu hai detto distorta da imbroglioni che ne fanno una trappola per ingenui;

o guardare le cose - per le quali hai dato la vita - distrutte e umiliarti a ricostruirle con i tuoi strumenti ormai logori;
se sai fare un'unica pila delle tue vittorie e rischiarla in un sol colpo a testa o croce e perdere, e ricominciare di nuovo dall'inizio senza mai lasciarti sfuggire una parola su quello che hai perso;
se sai costringere il tuo cuore, i tuoi nervi, i tuoi polsi a sorreggerti anche dopo molto tempo che non te li senti più e così resistere quando in te non c'e' più nulla tranne la volontà che dice loro: “resistete!”;
se sai parlare con i disonesti senza perdere la tua onestà o passeggiare con i re senza perdere il comportamento normale;

se non possono ferirti né i nemici né gli amici troppo premurosi;
se per te contano tutti gli uomini, ma nessuno troppo;
se riesci a riempire l'inesorabile minuto dando valore ad ogni istante che passa;
tua è la terra e tutto ciò che vi è in essa e - quel che più conta - tu sarai un uomo, figlio mio”.


Poesia per il parto
Se avete capito cos'è lasciarsi andare, l'abbandono,
se tutto nel vostro corpo è aperto, libero, disteso e,
particolarmente, la bocca, la gola le mani, gli occhi,
allora non dovete fare proprio niente.
Se non lasciare fare,
lasciare nascere il bambino.


Nascere alla Leboyer, il parto dolce


Basta non fare opposizione, non spaventarsi,
nè irritarsi della forza, della frenesia che il bambino mette a voler nascere.
Infine, supremo sacrificio, abnegazione totale,
bisogna dirgli dentro di sè
sì, lasciami.
La vita, la tua vita è là, davanti a te.
Prendila

Frederick Leboyer


Vi consigliamo anche questi libri da regalare alle neomamme. Sono una carezza sul viso per loro e per i loro piccoli. Leggerli insieme a loro sarà un'occasione per vivere un momento di pura tenerezza.

- Che cos'è un bambino di Sonia Bozzi. Un libro che racconta i bambini da una prospettiva diversa. Da regalare ai loro genitori

- Solo per amore. Parole d'amore intrecciate a immagini avvolgenti e sognanti per raccontare con poesia il magico legame fra una mamma e il suo piccolo.

- Io di Emma Dodd. L'oceano è profondo e io sono piccolo. Le montagne sono ripide e io sono piccolo". Un piccolo pinguino si sente perso in un vasto mondo, ma scoprirà un vero motivo per sentirsi importante, l'amore della mamma.

- Tu di Emma Dodd. "Mi piace ogni parte di te, i tuoi occhi, le tue orecchie, il tuo naso. Mi piace ogni parte di te, mi piaci tutto, da testa a coda.” Questo tenero scimmiottino ha qualcuno di speciale che lo ama ogni giorno di più.