gpt skin_web-gravidanza-0
gpt strip1_generica-gravidanza
gpt strip1_gpt-gravidanza-0
1 5

Nono mese di gravidanza: il decalogo utile

Dieci consigli e suggerimenti utili da tenere sottomano durante il nono e ultimo mese di gravidanza. Il traguardo è vicino!

Sei appena entrata nell'ultimo e definitivo mese della tua gravidanza e sai di trovarti nel nono mese di gestazione. Ecco un decalogo molto utile per vivere al meglio il tuo nono mese di gravidanza fino alla nascita del tuo bambino

1. Il nono mese di gravidanza va da 35+1/40 settimane

2.
L'età gestazionale si calcola a partire dal giorno di inizio dell'ultima mestruazione e contando i mesi di calendario, fatti di 30-31 giorni, oppure i mesi lunari, fatti ognuno di 4 settimane, cioè 28 giorni. I medici preferiscono il calcolo delle settimane di amenorrea e quindi dei mesi lunari, più preciso; con questo calcolo la gravidanza dura 10 mesi lunari (non 9).
bw_belly-19201530Il primo mese di gravidanza per i primi 14 giorni non è di gravidanza: il concepimento si verifica circa 14 giorni dopo l'inizio dell'ultima mestruazione ed è questa la vera data di inizio della gestazione. Essendo però difficile fissare con certezza il giorno dell'ovulazione (e ancor più quello della fecondazione), si preferisce datare la gravidanza a partire da un momento certo com'è appunto la mestruazione. Ecco perchè potreste trovare difficoltà a capire le settimane spiegate per ogni mese in questa guida

3. Ora che il bambino è pronto ed è sceso leggermente potrete respirare più facilmente.
Ha raggiunto il suo pieno sviluppo ed è pronto alla nascita. Assume una posizione capovolta. La testa si incanala nella cavità pelvica prima che comincino le contrazioni. I movimenti sono meno vigorosi a causa dello spazio esiguo che ha a disposizione
Se la madre è alla prima gravidanza, è probabile che il feto scenda nella cavità pelvica già a partire dalla 35a settimana, capovolgendosi con la testa nella cavità. Da questo momento i movimenti del bambino sono limitati, a causa dello spazio ristretto in cui si trova.

4. La pelle del bambino diventa rosea. Il bambino è ormai in grado di differenziare il giorno e la notte ed è immerso in una luce rossastra quando la luce del sole raggiunge il vostro ventre. Il bambino è quasi completamente maturo, potrebbe da un momento all’altro scendere nella pelvi ed essere pronto alla nascita

5. Il liquido amniotico si rinnova ogni tre ore. Gli intestini del bambino sono pieni di meconio, un liquido verdastro prodotto dalla secrezione delle ghiandole alimentari unita a pigmenti biliari, lanugine e cellule provenienti dalla parete intestinale. Determinerà il primo movimento dopo la nascita

6. L’aumento complessivo del peso della mamma in dolce attesa dovrebbe aggirarsi intorno ai 9-12 kg. Alla scadenza del termine, il collo dell’utero si ammorbidisce diventando elastico e abbassandosi, per prepararsi all’uscita del bambino. Potreste notare che il bambino ora si muove meno e invece di avvertire che tutto il suo corpo si sposta, sentirete pugni e calci e una strana sensazione alla vagina provocata dalla testa che si muove contro i muscoli del pavimento pelvico.

7. Sicuramente i corsi di preparazione al parto vi stanno aiutando molto, la valigia per l'ospedale è pronta, così come lo spazio dove dormirà vostro figlio

8. Dalla trentaseiesima settimana vi farete visitare una volta la settimana. Se potete in questo periodo andate a vedere la sala parto e il reparto maternità all’ospedale dove dovrete partorire
 

9. Il bambino ora è otto volte più grosso di quanto fosse a tre mesi, quando tutti gli organi vitali si erano già formati. Il suo peso è aumentato di circa 600 volte. Ha perso parte della peluria, per quanto ne possa restare un po’ nella parte inferiore della schiena, davanti alle orecchie e sulla fronte. Le unghie delle mani sono cresciute al punto che spesso occorre tagliarle alla nascita affinché il bambino non si graffi la faccia

 

10. Giunte alla quarantesima settimana, se non è già avvenuto, il parto è ormai vicino e forse dopo tanto aspettare all’improvviso desidererete che non giunga tanto presto il momento del parto. Tra non molto terrete il vostro bambino tra le braccia ma la cosa potrebbe procurarvi anche ansia, tranquille è normale!

Il bambino è sul punto di lasciare l’ambiente caldo e confortevole, il solo che non abbia mai conosciuto. Preparatevi ad accoglierlo con tutti gli onori del caso!

gpt native-bottom-foglia-gravidanza
gpt inread-gravidanza-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-gravidanza-0