gpt skin_web-gravidanza-0
gpt strip1_generica-gravidanza
gpt strip1_gpt-gravidanza-0
1 5

Gravidanza: raccontala con un video

Quattro modi divertenti e fantasiosi per fissare il ricordo della gravidanza e riderci un po' su!

Fare le foto del pancione che cresce mese dopo mese? Roba superata! Oggi la gravidanza  si segue con una telecamera e tanta autoironia. E' ciò che hanno fatto quattro mamme i cui video spopolano sul web.

Se volete imitarle armatevi di videocamera, mettetevi davanti all'obiettivo e create la vostra clip.
Pianeta Mamma vi presenta quattro video ai quali potete attingere se siete a corto di creatività.

Il primo video è tratto da questo sito e si chiama "She's got the magic": il pancione è assoluto protagonista.

Le settimane della gravidanza vengono scandite con una serie di clip e con una colonna sonora firmata dal gruppo musicale Rabbit.



Magic- A Belly Grows from The Panic Room Videos on Vimeo.

Il secondo video è estremamente divertente.
Il titolo la dice lunga: "Nine months in nine seconds". Per raccontare al ritmo di musica come cresce il pancione e far vedere a vostro figlio che eravate molto cool anche prima della sua nascita.


9 months in 9 seconds... Pregnancy Timelapse from Clayton Arnall on Vimeo.

 

Invece in questo video "Growing a baby in 15 seconds" si ha l'impressione che il pancione cresca nel giro di pochi secondi, come una torta nel forno, mentre la mamma beve una bibita.

Merito del montaggio di 400 fotografie che raccontano l'evoluzione della gravidanza in 15 secondi.

 




E infine questo dal titolo "How to make a baby".
Niente paura. Non si vede nulla di vietato ai minori.
Il papà soffia nella pancia della mamma fino a farla crescere e con essa anche il paffuto bambino che alla fine sorriderà tra le braccia dei suoi genitori
gpt native-bottom-foglia-gravidanza
gpt inread-gravidanza-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-gravidanza-0