Pianetamamma logo pianetamamma.it

strip1-gravidanza
1 5

Gravidanza: quanto costano esami, visite e parto?

I costi della gravidanza possono essere anche elevati se ci si rivolge a strutture private

adsense-foglia-300
Il test di gravidanza è positivo. Un bambino è in arrivo ed è tanta la gioia che si comincia subito a pensare al nome, a come allestire la cameretta e mille altre cose.
Ma sarebbe anche opportuno pianificare bene i costi della gravidanza che possono essere anche piuttosto elevati.

LEGGI ANCHE: Calendario degli esami da fare in gravidanza

Vediamo nel dettaglio.
Il Servizio Sanitario Nazionale offre a tutte le donne in dolce attesa di essere seguite gratuitamente da un ginecologo afferente a una struttura pubblica, di sottoporsi a tre ecografie di controllo durante i nove mesi (LEGGI) e di eseguire alcuni esami del sangue e delle urine ritenuti indispensabili dietro pagamento del solo ticket, pari a 36,15 euro a ricetta.
Lo Stato, inoltre, offre a tutte le donne di sottoporsi gratuitamente all'amniocentesi (LEGGI), purchè la translucenza nucale e il bi-test abbiano dato un risultato che necessita di approfondimenti. Il parto, infine, è gratuito se ci si rivolge ad un ospedale o a un centro nascita convenzionato.


LEGGI ANCHE: Tutti gli esami e i controlli da fare in gravidanza


Tuttavia spesso le lunghe liste di attesa per eseguire esami e sottoporsi ad importanti visite costringe le donne incinte a rivolgersi alla sanità privata e in quel caso i costi possono lievitare non poco.
Un'indagine condotta dall'Istituto Superiore di Sanità, infatti, ha mostrato che ben l'80% delle donne sceglie di affidarsi ad un ginecologo privato e a preferire la sanità pubblica sono soprattutto donne immigrate.
Tuttavia quella pubblica non sembra essere un'offerta di serie B: le donne che si sono affidate alla sanità pubblica si dichiara soddisfatta delle prestazioni ricevute.

Le visite dal ginecologo possono costare fino a 100 euro a visita. Generalmente si tende  a fare un controllo al mese con l'ecografia (compresa nel prezzo della visita); diverso il costo dell'ecografia strutturale che può arrivare anche a 150 euro e lievita ulteriormente se si vuole un'ecografia tridimensionale o in 4D (LEGGI).


LEGGI ANCHE: Tutto quello che c'è da sapere sul parto naturale, cesareo ed epidurale


La translucenza nucale e il bi-test in uno studio privato costano mediamente tra i 100 e i 200 euro.
L'amniocentesi che analizza semplicemente il cariotipo fetale può costare nel privato anche 600 euro, ma se si vuole andare più a fondo e ricercare precise mutazioni legate a patologie genetiche (LEGGI) può aumentare.
La villocentesi può costare anche il doppio dell'amniocentesi.



Gli esami del sangue possono costare, in un laboratorio privato, dai 50 agli 80 euro.
Per quanto riguarda i costi del parto possono variare molto, a seconda se si sceglie di partorire in casa o in una clinica convenzionata: in una casa di maternità privata il costo può essere anche 1500 euro; partorire in casa anche fino a 3000 euro e un parto in una clinica privata non convenzionata parte in media dai 2000 euro, ma il costo sale a seconda  della sistemazione della camera e dei servizi richiesti. L'epidurale (LEGGI) può costare tra i 50 e i 250 euro.