gpt skin_web-gravidanza-0
gpt strip1_generica-gravidanza
gpt strip1_gpt-gravidanza-0
1 5

Musica in gravidanza: tutto quello che c'è da sapere tra leggende e verità

La musica è un alleato fedele per tutto il periodo della gravidanza e può essere d’aiuto sia per la mamma che per il feto. Ascoltare musica in gravidanza favoriscce lo sviluppo del feto e diminuisce i livelli di stress

La musica è un alleato fedele per tutto il periodo della gravidanza e può essere d’aiuto sia per la mamma che per il feto. E’ piuttosto noto come le donne nei nove mesi di gestazione siano sottoposte a stress che potrebbe diventare pericoloso non solo per loro ma anche per la creatura che portano in grembo e, proprio la musica sembra essere in grado di ridurre questi forti livelli di ansia e stress. Non solo!

musica-in-gravidanza_2Aiuta anche lo sviluppo cerebrale del feto; forse potrà sembrarvi impossibile ma il feto anche mentre si trova nella pancia, a partire dal secondo trimestre è in grado di ascoltare i suoni musicali. Occorre prestare attenzione nella scelta delle musiche: ad esempio sono da evitare tutte quelle canzoni che evocano brutti ricordi e sensazioni ma anche musica particolarmente eccitante (se amate il genere hard rock per 9 mesi è il caso di accantonarlo).

E’ perfetta la musica classica di Mozart, Bach, Haendel o Vivaldi, ma anche quella new-age; la musica preferita in assoluto è la voce della mamma. Rilassatevi e cantate una bella ninnananna: troverete calma e buon umore.

Potreste seguire un corso di preparazione al parto in cui sia prevista anche la musicoterapia; altre ricerche hanno messo in evidenza come le canzoni, le musiche sentite dal feto saranno poi successivamente riconosciute anche dal neonato.

Cercate attraverso la musica di trasmettere al vostro piccolo tutto l'amore che nutrite per lui

gpt native-bottom-foglia-gravidanza
gpt inread-gravidanza-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-gravidanza-0