gpt skin_web-gravidanza-0
gpt strip1_generica-gravidanza
gpt strip1_gpt-gravidanza-0
1 5

I segnali inequivocabili della mamma "Pregzilla"

/pictures/20150930/i-segnali-inequivocabili-della-mamma-pregzilla-2954346674[1656]x[690]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-gravidanza

I segni distintivi della futura mamma "Pregzilla", ovvero la donna incinta che assume le sembianze di Godzilla...

Avete mai sentito il temine “bridezilla”? Si tratta della fusione tra le parole inglesi bride (Sposa) e Godzilla, e a questo punto il significato di questo neologismo è facilmente intuibile. Le Bridezilla sono donne in apparenza normali che, durante i preparativi del matrimonio, spersonalizzano trasformandosi in isteriche tiranne, ansiose fino alla paranoia che “tutto sia perfetto” - o almeno che lo sia nella loro testa. In America, manco a dirlo, ci hanno fatto un reality, "Bridezillas", che racconta le vicende di spose “difficili”, per usare un’eufemismo.

Lo step successivo della sposa Bridezilla è la futura mamma Pregzilla. (Pregnant e Godzilla). Vediamo ora quali sono i suoi segni distintivi. La caratteristica più evidente della Pregzilla è che sembra convinta di essere la prima donna incinta sul globe terraqueo. Il mondo intero gira intorno a lei, alla sua pancia, al bambino che porta in grembo, o almeno così dovrebbe essere. S’indigna se il ragazzino delle medie seduto sul suo stesso autobus non le cede il posto, e parte con una tirata degna di un pensionato piemontese circa i giovani che non hanno più rispetto.

Pensieri delle donne in gravidanza

Peccato che sia incinta di nove settimane e no, non se lo è fatta tatuare in fronte (ancora). S’indigna con l’addetto al reparto pescheria del centro commerciale, per la puzza, e persino con la collega che usa “troppo dentifricio” alla mattina. Con il marito che, se avesse un minimo di rispetto, la pianterebbe di “fare la doccia” nel deodorante (sicura che il rimedio non sia peggiore del male?). Se poi rifiuta di andarle a prendere una vaschetta di gelato al lampone durante una tempesta di neve, beh allora lo fa apposta, vuole litigare, anche se lo stress della mamma, come tutti sanno, nuoce al bambino.

La Pregzilla è quella che arriva in ufficio, posa la giacca e annuncia che:

  1. è distrutta
  2. ha la nausea
  3. ha fame
  4. ha sonno
  5. distrutta l’ho già detto?
  6. qualcuno vuole vedere la lista dei nomi?

L'habitat naturale della Pregzilla è però, naturalmente, Facebook. Quando è effettivamente in maternità (ma anche in ufficio, che lei è troppo stanca per lavorare) la Pregzilla usa Facebook in modo compulsivo, come se tutti i suoi amici o presunti tali non aspettassero altro che avere continui aggiornamenti sulla sua gravidanza. "Ho passato la notte abbracciata al water. Chi ha parlato di nausee mattutine?" "Oh, abbiamo il singhiozzo" (o peggio). Scansiona e posta le foto delle ecografie in tempo reale, insieme al completo resoconto della visita ginecologica, comprese battute su quant’era freddo quel coso per fare l’ecografia interna…

gpt native-middle-foglia-gravidanza

E qui arriviamo a un’altra delle caratteristiche principali e più moleste della Pregzilla: la totale mancanza di pudore. Se prima della gravidanza non si sarebbe mai sognata di condividere, per esempio, i propri problemi intestinali, ora lo fa. Spesso. Anche con gente a caso. Capita di vederla, per esempio, apostrofare la cassiera al supermercato: “Scusi se ho aperto i crackers, ma lei mi capisce, sono incinta e avrei potuto anche vomitare sul pavimento.” Durante la riunione di lavoro “Scusate, vado un attimo in bagno… è una settimana che non riesco, abbiate pazienza…”

Se per quanto riguarda se’ la Pregzilla sembra aver completamente superato ogni forma di borghese ritrosia, con il bambino che porta in grembo è perfezionista e iper-scupolosa. Vi toglierà il saluto se avete osato mettere in tavola per cena un vassoio di salumi, anche se c’erano altri tipi di antipasti fatti apposta per lei. Cambierà qualsiasi regalo della nascita a meno che non l’abbia scelto lei personalmente. Andrà a visitare strutture sanitarie nell’arco di 50 chilometri e nemmeno una risulterà degna dei suoi inarrivabili standard. Se una vostra cara amica, una persona che un tempo godeva della vostra stima, è incinta e si è trasformata in una Pregzilla, non disperate. Nove mesi non sono poi così lunghi e di solito, poi, rinsaviscono.

gpt native-bottom-foglia-gravidanza
gpt inread-gravidanza-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-gravidanza-0