gpt skin_web-gravidanza-0
gpt strip1_generica-gravidanza
gpt strip1_gpt-gravidanza-0
1 5

Donne che partoriscono senza sapere di essere incinte

/pictures/20151222/donne-che-partoriscono-senza-sapere-di-essere-incinte-275351724[4434]x[1850]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-gravidanza

La cronaca racconta spesso di donne che partoriscono senza essere consapevoli della loro gravidanza. Ma come può accadere? L'ostetrica ci spiega come sia possibile partorire senza sapere di essere incinta

Partorire senza sapere di essere incinta

La gravidanza è indubbiamente un grande cambiamento nella vita di una donna. Quando si scopre di essere incinta spesso le abitudini quotidiane cambiano, la futura mamma viene ricoperta di attenzioni da parte degli altri membri della famiglia, cominciano i controlli in ospedale e nel corso dei nove mesi ci si abitua all'idea dell'arrivo di un bebè in casa. Nella maggior parte dei casi perciò la gravidanza comporta uno stravolgimento per la donna, se non addirittura una rivoluzione rispetto alla vita che conduceva prima.

Tuttavia non è sempre così. Secondo alcune notizie che appaiono con un certa frequenza sui media, internet e giornali, ci sono dei casi che potremmo definire “bebè a sorpresa” in cui la gravidanza passa sotto silenzio, nel senso che la futura mamma non si accorge di essere incinta, anche per molti mesi. Alcune recenti notizie ci riferiscono addirittura di donne che partoriscono senza sapere di essere incinta. Potrebbe sembrare la classica leggenda metropolitana ma non lo è.
  • Uno di questi casi arrivava da Londra. Lesley, 35 anni, già madre di due bambini, si reca in ospedale in preda a quello che credeva fosse un forte mal di stomaco, invece scopre di essere incinta di nove mesi. Poche ore dopo ha dato alla luce Nathan, un bebè di quattro chili in buona salute, nonostante i cicli di antibiotici cui si era sottoposta la madre durante la gravidanza. La donna ha affermato di non essersi accorta di nulla, di non aver avuto nessun malessere né alcun sintomo tipico di una gravidanza in corso. Neanche l'aumento del peso è servito ad accendere qualche campanello d'allarme, essendo già la donna in sovrappeso. 
Una storia a tratti inverosimile, a cui qualsiasi mamma che ha avuto una gravidanza difficile o un parto particolarmente doloroso stenta a credere. Eppure non si tratta di un caso isolato.
  • Destini Free a 23 anni diventa mamma per la quarta volta senza saperlo e da alla luce il piccolo Christian il 12 luglio in soli 38 minuti dal momento in cui le si sono rotte le acque. La ragazza texana, che ha altri tre figli, sostiene che il piccolo sia un vero miracolo. La donna infatti aveva le tube di Falloppio bloccate per evitare altre gravidanze.
  • Spulciando le notizie su internet ci accorgiamo di quanto un evento del genere, del tutto straordinario e per certi versi inspiegabile, sia raro ma non troppo. Una donna di 32 anni del Kentucky che ha partorito a casa da sola perché non sapeva di essere incinta. Improvvisamente colta dalle doglie, la donna ha dato alla luce un bambino nella lavanderia di casa, senza l'aiuto di nessuno. Ha tagliato il cordone ombelicale ed è uscita con il neonato per andare a prendere a scuola l'altro figlio. Insieme sono andati dalla nonna e solo a quel punto la donna si è decisa ad andare in ospedale. Anche questo è un episodio che ha dell'incredibile ma, come dicevamo, ce ne sono altri
  • Sally Giles, questo il nome della donna, anche lei già mamma di due bambini, prendeva la pillola, non aveva avuto nessun sintomo di una gravidanza e aveva regolarmente il ciclo. Aveva notato un leggero aumento di peso nell'ultimo periodo ma niente di più! 
  • Gaynor Rzepka a cinque mesi ha corso una maratona, poco prima del parto ha lavorato dieci ore per completare il suo turno al supermercato. La 25enne gallese non sapeva di essere incinta fino al momento in cui ha ha dato alla luce il suo primo figlio sul pavimento del bagno dei suoi genitori. Anche in Italia è successa una cosa simile: una ragazza di 35 anni dell’hinterland cagliaritano, sposata e madre di tre figli, ha raggiunto il nosocomio lamentando un forte mal di pancia. La donna si è accasciata per i forti dolori, è stata soccorsa da un medico che ha capito subito che la donna stava per mettere al mondo un bambino. Prima di arrivare in sala parto però la donna ha partorito in ascensore.

Abbiamo visto quindi che eventi del genere possono succedere, tanto che le storie di questo tipo vengono raccontate anche in tv, con delle serie dedicate. Delle volte risulta difficile credere a casi come questi e spesso viene quasi naturale accusare queste mamme di essere un po' superficiali. Insomma, viene spontaneo chiedersi come può una donna non accorgersi dei cambiamenti che avvengono nel proprio corpo. Tuttavia, può succedere, come nel caso di Sally Giles, che la gravidanza non venga segnalata neanche dall'assenza del ciclo. Questo, assieme all'assenza di malessere e altri segnali tipici, può comportare una scoperta tardiva della gravidanza. Però c'è da dire anche che, arrivare addirittura a poche ore dal parto senza sapere di essere incinta, risulta davvero un evento che ha dell'incredibile.

Come è possibile non accorgersi di una gravidanza

In ogni caso proviamo a capire insieme quali sono le motivazioni principali per cui una donna può essere ingannata e indotta a pensare di non essere incinta quando invece lo è.

  • Primo punto da considerare è la contraccezione

Alcune donne dicono che hanno usato metodi contraccettivi per cui escludono la possibilità di gravidanza. Preservativo e contraccezione ormonale hanno un'efficacia elevatissima in effetti, ma esiste l'1-2% di possibilità che essi falliscano. Il preservativo potrebbe rompersi oppure non essere usato dall'inizio del rapporto e questo aumenta il rischio di gravidanza, il coito interrotto infatti non è un buon metodo contraccettivo perché durante tutto il rapporto può fuoriuscire liquido seminale. La pillola o gli altri contraccettivi ormonali specie se a basso dosaggio possono non avere sufficiente effetto, questo solitamente dà dei segnali, ad esempio perdite tra un ciclo e l'altro. E infine le spirali possono (anche se raramente) sfilarsi e uscire dalla loro sede perdendo l'effetto di contraccezione desiderato. In caso anche solo di dubbio sull'uso dei contraccettivi e sulla loro efficacia contattate l'ostetrica o il ginecologo.

  • Le mestruazioni, ossia la loro mancanza o la loro comparsa anche in caso di gravidanza

Donne abituate a irregolarità mestruali non fanno molto a caso ai ritardi. Quando accade che ci siano ritardi mestruali senza una gravidanza? Endometriosi, cisti ovariche o cause ormonali (carenze di ormoni FSH-LH o problemi tiroidei) possono confondere in questo senso ritardando o addirittura facendo saltare la mestruazione. Nel caso opposto invece, quando cioè è in atto una gravidanza ma la mestruazione compare ogni mese, quello che accade è alquanto particolare. Ovvero la prima emorragia si chiama emorragia da impianto che avviene di solito intorno alle 4-5settimane dall'ultima mestruazione, quindi in corrispondenza del regolare ciclo. Per quel che riguarda invece i cicli successivi, la comparsa di perdite rosso-marroncine può essere dovuto a carenze nell'ormone progesterone (responsabile dell'amenorrea ossia la mancanza di mestruazione durante tutta la gravidanza) oppure a delle piccole aree in cui la placenta si stacca e fa sanguinare mimando la mestruazione. Come poter ovviare a questo problema di mancanza o comparsa di mestruazioni? Innanzitutto in caso di dubbio, di irregolarità mestruali o di variazione delle caratteristiche del ciclo come durata o tipologia di perdite, io consiglio sempre di eseguire un test di gravidanza sul sangue. Con un semplice prelievo di sangue si va a dosare l'ormone beta-hcg, la cui presenza indica una gravidanza in atto.

In aggiunta a ciò qualunque sia l'esito del prelievo io consiglio sempre di eseguire un'ecografia. Questo perché la visione diretta dell'utero e delle ovaie è l'unica conferma scientificamente accettata alla presenza di gravidanza ed è utile per scoprire anche la presenza di anomalie quali endometriosi e cisti ovariche.

  • Mancanza di sintomi di gravidanza

Tutti gli altri piccoli disturbi come nausea, vomito, tensione o dolore al seno non possono essere presi in considerazione come segni di gravidanza. Il motivo è semplice, primo non compaiono in tutte le gravidanze anzi alcune donne che soffrono ad esempio di emicrania la vedono scomparire. E secondo possono essere associate a talmente tante altre condizioni (ad esempio influenza, gastroenteriti, piccoli noduli mammari ecc ecc) che non sono significative per stabilire o meno una gravidanza e quindi nemmeno nel caso in cui sia in atto una gravidanza senza che la donna lo sappia.

  • Travaglio e coliche renali

Un piccolo accenno merita l'insorgenza del travaglio in donne che non sanno di essere in gravidanza e soffrono di coliche renali. L'inizio del travaglio può mimare come intensità, intermittenza e localizzazione del dolore proprio una colica renale. Il consiglio in questo caso è, come se fosse una colica renale recatevi al pronto soccorso dove sapranno assistervi in entrambi i casi.

In conclusione, fate controlli periodici dal vostro ginecologo, chiamate uno specialista in caso di qualsiasi dubbio o probabilità di gravidanza. In questo modo potrete vivere serenamente l'attesa e fare tutti i controlli per assicurare a voi stesse e al vostro bambino salute e benessere.

 

gpt native-bottom-foglia-gravidanza
gpt inread-gravidanza-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-gravidanza-0