Pianetamamma logo pianetamamma.it

1 5

Perdere il bambino al sesto mese: la lettera di una mamma

La lettera di una mamma che ha perso il suo bambino al sesto mese di gravidanza

Il racconto e la lettera di una mamma che ha vissuto uno dei dolori più grandi: quello di perdere un bambino nel proprio grembo (LEGGI) al sesto mese di gravidanza.



LEGGI ANCHE: Ricerca: cause aborto spontaneo e dolore del feto



Sono una mamma di 26 anni, mi chiamo Catia e sono di Napoli. Mi è stata tolta la speranza di conoscere il mio bimbo, quell'esserino che portavo in grembo, al sesto mese di gravidanza (LEGGI). Di seguito vi riporterò la lettera che gli ho scritto:



GUARDA LA GALLERY: Il feto nei nove mesi




Scrivere mi aiuta a farti capire quanto tu sia importante per me, anche adesso che non ci sei più...Non pensavo di poter voler bene cosi tanto ad una persona che non si conosce, che non si è mai vista, e che direttamente non si è mai potuta toccare.. Eppure nei sei mesi che sei stato dentro di me, ogni singolo giorno ti ho accarezzato, anche solo attraverso un semplice gesto sul pancino, quel pancino che cresceva ogni giorno di più..Ogni ecografia, ogni tuo singolo progresso, partiti da un piccolo puntino a vederti nella strutturale, così piccolo che portavi la manina alla bocca..attimi che non dimenticherò mai....Essere di nuovo mamma mi riempiva di gioia, mancavano tre mesi al nostro incontro ma io già mi domandavo com'eri (LEGGI), se somigliavi al tuo fratellino, se avresti avuto il suo carattere....Poi quel brutto giorno la notizia..le parole del ginecologo, i suoi occhi amareggiati: "mi dispiace non c'è più battito, il suo cuore si è fermato" e in quel momento anche il mio ha perso la sua frequenza ed una parte di lui è andata via con te...



LEGGI ANCHE: Lily Allen: aborto spontaneo al sesto mese




Il giorno dopo subire tutto: il dolore del parto (LEGGI) senza la gioia di poterti abbracciare, a volte la vita ci mette di fronte a situazioni difficili...sentire lo sguardo della gente, le solite parole di conforto che non vorresti più sentire, l'amaro che si forma nel cuore, un amaro che non svanirà mai più. E poi guardarsi dentro, guardare il tuo fratellino, l'amore di tuo padre mi hanno dato la forza di rialzarmi, di lottare e di tornare a vivere. Caro amore mio, mamma sorride, gioca scherza, ma non ti ha dimenticato, tu resterai parte importante nella mia vita, tu mi guiderai dal celo nei momenti di sconforto, tu sarai il mio angelo, il più bello...ed è proprio guardando il celo che io ti penso e ti immagino la stella più bella...questo non è un ADDIO ma un semplice arrivederci.... ti amerò per sempre mio piccolo Christian.. La tua MAMMA
       

                                    
LEGGI ANCHE: Aborto spontaneo… quanto dolore!



Ho voluto pubblicare la mia lettera per tutte le persone che come me hanno vissuto questa esperienza..E per dirgli che non bisogna mai arrendersi di fronte al dolore e di lottare con tutte le proprie forze!
Catia