gpt skin_web-gravidanza-0
gpt strip1_generica-gravidanza
gpt strip1_gpt-gravidanza-0
1 5

Gravidanza a rischio? Ecco cosa c'è da sapere per comportarsi nel modo giusto

La gravidanza dovrebbe essere un periodo sereno e tranquillo; proprio per cercare di evitare spiacevoli conseguenze è bene ricordare che esistono alcune situazioni particolari che possono mettere a rischio la gravidanza. Quali sono? Come comportarsi?

GRAVIDANZA A RISCHIO - La gravidanza dovrebbe essere un periodo sereno e tranquillo; proprio per cercare di evitare spiacevoli conseguenze è bene ricordare che esistono alcune situazioni particolari che possono mettere a rischio la gravidanza. Quali sono? Come comportarsi?

Purtroppo durante i nove mesi di gestazioni possono presentarsi situazioni potenzialmente pericolose e che possono mettere a rischio la vita del piccolo; tra queste troviamo il distacco di placenta che si ha quando la palcenta si stacca dall’utero.

Può presentarsi in diverse forme più o meno gravi e con diversi sintomi come sanguinamento vaginale e dolori simili a quelli che si hanno durante il parto (ma lontani dalla data presunta di parto); in questi casi occorre presentarsi al più presto in ospedale per monitorare la situazione.

gpt native-middle-foglia-gravidanza


Cosa accade nel caso in cui venisse riscontrato il distacco di placenta? Se è lieve e quindi il sangue perso non è molto viene consigliato alla donna il riposo a letto in ospedale ; se la situazione migliora la futura mamma potrà poi essere dimessa. Se invece la situazione è piuttosto grave si può optare anche per un cesareo d’urgenza.

Ma anche l'età rappresenta un fattore di rischio. Sono in aumento le donne che decidono di partorire dopo i 35 anni; le principali conseguenze? Un crescente aumento dei bimbi affetti da Sindrome di Down e un maggior numero di parti prematuri.

Distacco della placenta, cause e rimedi

Ci sono poi alcune malattie infettive particolarmente temute in gravidanza. Ricordiamo:

- la toxoplasmosi : per evitarla una donna in gravidanza non dovrebbe consumare insaccati, carne cruda, non toccare le feci del gatto e pulire sempre le loro lettiere usando dei guanti. Il feto potrebbe riportare dei danni se il contagio avviene nel corso del primo trimestre di gravidanza

- la rosolia, pericolosa soprattutto se contratta nei primi quattro mesi, il feto infatti potrebbe riportare danni alla vista, all’udito e ritardo mentale. L’ideale sarebbe sottoporsi al vaccino un mese prima della gravidanza.

Anche i farmaci possono avere gravi effetti indesiderati sul feto: per questo prima del loro uso è bene consultare sempre il proprio ginecologo. Se si sta seguendo una terapia medica occorre valutare bene come agire e chiedere consiglio al proprio medico.

In presenza di una gravidanza a rischio è bene limitare i rapporti sessuali con il partner

gpt native-bottom-foglia-gravidanza
gpt inread-gravidanza-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-gravidanza-0