gpt skin_web-gravidanza-0
gpt strip1_generica-gravidanza
gpt strip1_gpt-gravidanza-0
1 5

Gravidanza: attenzione alle sostanze tossiche

L'allarme arriva dagli esperti statunitensi: ogni giorno una donna incinta entra in contatto con almeno 43 sostanze tossiche

Ogni giorno una donna in dolce attesa entra in contatto con almeno 43 sostanze tossiche, potenzialmente molto pericolose per lo sviluppo del nascituro.

E' l'allarme lanciato dagli esperti dell'American College of Obstetricians and Gynecologists che nei giorni scorsi ha pubblicato un rapporto sui rischi legati all'inquinamento ambientale.

Biberon senza Bisfenolo A venduti in Italia

Ma quali sono le sostanze considerate maggiormente pericolose?

Il mercurio è ai primi posti.
Il mercurio si accumula in alcuni pesci, soprattutto quelli di grossa taglia come tonni, pesce spada, Marlin. Può essere quindi assunto attraverso l'alimentazione e può raggiungere il feto aumentando il rischio di malformazioni e di danni al cervello.

Come proteggere il latte materno dall'inquinamento


Ma anche i pesticidi, largamente utilizzati nell'agricoltura, possono causare gravi problemi: aumentano il rischio di sterilità e l'esposizione prenatale ai pesticidi può favorire l'insorgenza del cancro infantile.

E ancora, numerose ricerche condotte negli ultimi 15 anni hanno dimostrato che alcune sostanze chimiche tossiche - dal ben noto bisfenolo A agli ftalati - possono provocare danni alla salute della donna e del nascituro e che molte di queste sostanze pericolose sono presenti in prodotti di uso comune, come cosmetici, detersivi e prodotti di bellezza.

sostanze-tossiche-gravidanza-a-rischio



In occasione del convegno gli esperti hanno invitato le istituzioni affinchè si impegnino con maggiore vigore nelle politiche ambientali al fine di ridurre l'esposizione dell'organismo a sostanze chimiche potenzialmente pericolose.

E per le donne incinte e per i bambini valgono i soliti consigli: mangiare alimenti sicuri, di provenienza biologica, lavare accuratamente frutta e verdura, consumare pesci azzurri e di piccola taglia, ridurre l''impiego di prodotti per l'igiene della casa.


gpt native-middle-foglia-gravidanza

gpt native-bottom-foglia-gravidanza
gpt inread-gravidanza-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-gravidanza-0