gpt skin_web-gravidanza-0
gpt strip1_generica-gravidanza
gpt strip1_gpt-gravidanza-0
1 5

15 ottobre, una luce per i bambini che hanno vissuto troppo poco

/pictures/20151014/15-ottobre-una-luce-per-i-bambini-che-hanno-vissuto-troppo-poco-1798752540[3754]x[1564]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-gravidanza

Il 15 ottobre si celebra la Giornata Mondiale della Consapevolezza sulle morte perinatale. In Italia molti eventi e tanta luce

Giornata morte perinatale

Giovedì 15 ottobre in tutto il mondo si celebra la Giornata della consapevolezza sulla morte perinatale (BabyLoss Awareness). In Italia le iniziative sono promosse dall’associazione CiaoLapo, che dal 2006 si occupa di salute perinatale e offre sostegno medico e psicologico alle famiglie che hanno vissuto il dramma della perdita di un bambino durante la gravidanza e dopo la nascita, e dalla COESI, la neonata Consulta che riunisce alcune associazioni attive da anni sul territorio.

Il 15 ottobre in 50 città italiane si terranno incontri, convegni ed eventi finalizzati a promuovere una migliore cultura generale sulla morte perinatale e dopo la nascita, sul lutto delle famiglie e per migliorare le conoscenze sugli aspetti medici e psicologici della morte perinatale.

Gli eventi

A Roma è previsto un fitto calendario di eventi che si snoderanno tra il Senato della Repubblica e il Teatro di Palazzo Santa Chiara, organizzati dalla Consulta delle Associazioni per la Tutela della Gravidanza e per la Sicurezza feto-neonatale (COESI), una realtà nata recentemente che riunisce le associazioni “Pensiero Celeste”, “La Quercia Millenaria Onlus”, “Piccoli Angeli”, “Genitori di una Stella”, “Safety &Life” e “SOS Pma”, tutte le associazioni che singolarmente si occupano di sicurezza in gravidanza e assistenza in caso di morte perinatale.

La portavoce della Consulta, Carmela Cassese, spiega che il loro obiettivo è quello di dar voce alle tante famiglie che hanno vissuto un lutto perinatale e di parlare con le istituzioni competenti per avviare un dialogo più proficuo e costruttivo.

nel 30-40% dei casi le morti in utero sono ragionevolmente prevedibili: molte sono originate da errori medici o esami che bastava fare nel periodo preconcezionale o gestazionale. Nessuna delle nostre associazioni ha mai avuto la voce abbastanza alta o gli strumenti giusti per arrivare a parlare con chi le leggi le fa, ma da ora è questo il nostro impegno

Alle ore 12 nella Sala Isma del Senato ci sarà la conferenza "Per ricordare, informare, illuminare: la morte perinatale oltre i tabù" che vedrà partecipare referenti delle istituzioni, operatori sanitari e testimonianze di genitori colpiti dal lutto. La conferenza sarà anche l’occasione per promuovere l’istituzione di una Giornata Nazionale.

Alle 15.30 presso il Palazzo Santa Chiara, l'Associazione Semi per la Sids Onlus e Salvamento Academy organizza l’evento "Infanzia In-sicurezza: Nanna sicura e prevenzione incidenti, manovre di disostruzione pediatrica con prove pratiche su manichini".

Alle ore 17.30 appuntamento con la a sessione psicologa Federica Mattei e la sessione "L'amore che non Muore: la giornata mondiale della consapevolezza e i suoi risvolti sociali culturali e affettivi".

Alle 18.30 davanti al Pantheon flash-mob "Luce dal cuore alle Stelle": rappresentanti delle istituzioni, genitori e cittadini si uniranno in un unico abbraccio di consapevolezza e amore in ricordo delle piccole vite che hanno sfiorato questa terra, con candele accese e palloncini.

Lutto perinatale, al via  una ricerca anche in Italia

Alle 19.30 presso il Palazzo Santa Chiara puntata speciale del format "Pane e Olio" condotto da Marzia Masiello durante il quale verrà intervistata la scrittrice Simona Sparaco autrice di "Nessuno sa di Noi" premio Taormina 2015. 

Alle 20.30 presso il teatro Santa Chiara sulle note  di Federico Stragà manifestazione con letture, testimonianze e pensieri dei genitori colpiti dal lutto, con la partecipazione degli attori Valentina Chico e Riccardo Graziosi, e condotta dalla giornalista Rai Ilenia Pietracalvina, giornalista di Rai Uno.

Le associazioni fondatrici della Consulta COESI spiegano:

Gli eventi del 15 ottobre rappresentano una novità assoluta per il nostro settore - evidenziano – perché per la prima volta un tema delicato e sconosciuto come la morte perinatale viene affrontato in maniera multilivello – in occasione della sua commemorazione ufficiale  - nelle istituzioni, nelle piazze e  nello scenario artistico-culturale con naturalità, partecipazione e commozione. Tutto questo segna l'inizio di una stagione nuova fatta di consapevolezza di informazione e di dialogo tra società civile, associazioni e “addetti ai lavori” per uscire dal silenzio in cui questi argomenti sono relegati

CiaoLapo organizza, grazie ai suoi 100 volontari, 50 manifestazioni e incontri, due convegni (a Firenze e a Roma), due tavole rotonde (a Genova e a Jesi), la proiezione del film Return To Zero in 12 città, la lettura con accompagnamento musicale di brani estratti dal forum di CiaoLapo onlus a cura di molte compagnie di artisti locali, e molti laboratori per bambini.

L’Onda di luce

Alle 19 del 15 ottobre ogni partecipante in tutto il mondo accenderà una candela tenendola accesa per un’ora. Di fuso orario in fuso orario l’onda di luce illuminerà tutto il pianeta e unirà simbolicamente tutte le persone accomunate dal lutto per la morte di un bambino.

gpt native-bottom-foglia-gravidanza
gpt inread-gravidanza-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-gravidanza-0