Pianetamamma logo pianetamamma.it

1 5

Caffè e caffeina in gravidanza: no agli eccessi

Il 90% delle donne incinte consuma caffeina, nonostante sia risaputo che questa sostanza non giovi alla salute del feto

Chi è che alla mattina o dopo il pasto riesce a rinunciare ad un buon caffè? La caffeina ad oggi è la sostanza più consumata in tutto il mondo e tra i consumatori affezionati ci sono anche il 90% circa delle donne in dolce attesa, non solo sottoforma di caffè' ma anche di altre bevande o alimenti che la contengono, come ad esempio il cioccolato o la cola.

Il 90% delle donne in stato di gravidanza consuma caffeina, nonostante sia risaputo che questa sostanza non giovi alla salute del feto; spesso si assume attraverso altre bevande che la contengono come tè, cioccolata, cola o ancora assumendo alcuni farmaci che ce l'hanno tra i principi attivi, probabilmente senza conoscerne gli effetti negativi e i rischi che un alto consumo può causare.
Gli esperti che hanno condotto studi a riguardo ci informano che la caffeina è sconsigliata nelle donne in stato di gravidanza sottolineando che, se assunta in dosi elevate durante la gestazione, può essere la causa di problemi più o meno gravi, a cominciare da un più elevato rischio di aborto spontaneo, fino al rischio di un parto prematuro o ancora registrare un ritardo nell'accrescimento del feto o partorire un neonato di basso peso e più piccolo rispetto all'epoca gestazionale stimata, magari con problemi legati ad alcune anomalie causate dalla scarsa ossigenazione della placenta a causa della caffeina stessa.

preparare-buon-caffe-mokaA quanto detto si aggiungono altre informazioni, per esempio in un organismo "normale" che non si trova in stato interessante, per espellere le sostanze legate alla caffeina ed eliminarne gli effetti il fisico impiega circa quattro-sei ore mentre se è una donna in attesa ad assumerla, per quello stesso lavoro il fisico impiegherà circa 18 ore! Cosa significa questo? Che l'organismo materno trattiene la caffeina più tempo rispetto a quello in cui andrebbe smaltita, dando via ad una serie di problemi, quali ad esempio problemi allo stomaco, acidità, epigastralgia, nausea ricorrente, tachicardia ecc. E' bene sapere che se il caffè si assume diluito nel latte perde il suo effetto eccitante e può quindi essere assunto con più tranquillità.

Benchè l'uso della caffeina sia sconsigliato in gravidanza, ricordiamoci che tutto è correlato alla quantità che si assume; quindi se una donna è abituata a bere il caffè dopo pranzo e dopo cena nessun problema, parlandone con il proprio ginecologo si potrà stabilire la quantità che si può assumere ogni giorno senza correre rischi inutili, poichè se il consumo si limita a due tazzine al giorno infatti non si compromette di certo la crescita del bimbo nè si rischiano particolari complicazioni, a questo proposito il nostro medico ci consiglierà su quanta ne possiamo consumare e approssimativamente la dose massima giornaliera si avvicina ai 300mg di caffeina, che corrispondono a 400gr di cioccolato, 6 tazze di thè, 3 tazzine di caffè.

Comunque sia quando l'organismo ha assunto quantità eccessive di caffeina dà dei segnali che vanno dalla sonnolenza all'irritabilità e ancora stress, gastrite, cefalea e alterazioni del sistema cardiocircolatorio ma ci auguriamo che nessuna donna incinta abbia così poca coscienza da intossicarsi a suon di caffè o derivati conteneti caffeina rischiando di perdere il suo piccino o di farlo nascere più piccolo o con problemi neurologici! La caffeina infatti agisce principalmente come stimolante del sistema nervoso e può alterare anche le funzioni del sistema nervoso

Dosi consentite:

- Caffè solubile: 75 mg in una tazza da 190 ml
- Caffè filtro (caffè americano, caffè percolato): 85 mg in una tazza da 190 ml
- Caffè espresso: 30-50 mg in una tazzina da 30 ml
- Thè: 50 mg in una tazza da 190 ml
- Bibite energetiche (con caffeina o guaranà): 28-87 mg in un bicchiere da 250 ml
- Cola (dietetica o normale): 8-53 mg in un bicchiere da 250 ml
- Altre bibite analcoliche: 24 mg in un bicchiere da 250 ml
- Cioccolata: 5,5-35,5 mg in una barretta da 50 gr

(schema dosi bevande preso dal sito coind.it)

Ingrid Busonera