gpt skin_web-gravidanza-0
gpt strip1_generica-gravidanza
gpt strip1_gpt-gravidanza-0
1 5

18 anni: aspetta gemelli siamesi ma non vuole abortire

Sposata e con già una bambina di 18 mesi, una diciottenne inglese, rifiuta di abortire come le è stato consigliato dai medici, dato che aspetta due gemelli siamesi uniti dallo stero all'ombelico

Aspettare gemelli siamesi a 18 anni

Laura Williams, britannica, ha appena 18 anni e sta per diventare mamma. Sarà la più giovane madre, nel Regno Unito, di due gemelle siamesi che dovrebbero nascere questa settimana con parto cesareo.

Non è uno scherzo dato che, statisticamente, solo una coppia su 4 di queste gemelle speciali, che condividono parti del loro corpo e organi, sopravvive nelle prime 24 ore.

Eppure Laura non si arrende e vuole essere ottimista: ha deciso di non abortire, nonostante il consiglio dei medici, e ha scelto i nomi delle piccole: Faith e Hope (Fede e Speranza). La donna e il marito, Aled, stanno per volare a Londra, dove avverrà il cesareo. Le nasciture sono unite dallo sterno all'ombelico, ma ognuna ha il suo piccolo cuore che batte separatamente. Laura, arrivata alla 35esima settimana, racconta sul 'Mail on Sunday' che i medici le avevano prospettato la possibilità di considerare un'interruzione volontaria di gravidanza, dopo aver visto le condizioni delle bimbe con un'ecografia alla dodicesima settimana. La chance di sopravvivenza di gemelli siamesi sono piuttosto basse e spesso i camici bianchi sono costretti a sacrificarne uno per salvare almeno chi ha più probabilità di superare il parto e i giorni successivi.

La donna racconta che al momento della diagnosi, al Royal Hospital di Shrewsbury, la cittadina in cui vive, il medico ha consigliato a lei e al marito di tornare a casa e valutare la possibilità di un aborto, mentre un'infermiera ha restituito loro le 10 sterline per l'ecografia.

«Sul momento ci siamo chiesti perchè - prosegue - ma poi abbiamo capito che per lo staff dei sanitari era meglio per noi non avere nessuna immagine che potesse ricordarci le piccole». Poi si sono rivolti a un altro medico, che ha dato più speranze sul futuro delle gemelline. Anche se tutto andrà bene e la famiglia riuscirà a lasciare l'ospedale con entrambe le bimbe, le difficoltà non mancheranno. «Abbiamo paura - confessa il futuro papà Aled, 28 anni - La coppia ha già un'altra bimba, di appena 18 mesi

 

da Leggoonline

 

 

gpt native-bottom-foglia-gravidanza
gpt inread-gravidanza-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-gravidanza-0