gpt skin_web-gravidanza-0
gpt strip1_generica-gravidanza
gpt strip1_gpt-gravidanza-0
1 5

Diario di una gravidanza: shopping premaman, contro tutto e tutti

Marta è entrata nel terzo mese di gravidanza e, nonostante le nausee che la fanno dimagrire e l'esile corporatura che la contraddistingue, i vestiti non le stanno più, così decisa e risoluta si è diretta verso le vie dello shopping romano.. cosa avrà trovato?

rachel_bilson

Sabato, approfittando di un lunghissimo pisolino pomeridiano dei due maschietti di casa, mi sono regalata un paio d'ore per una passeggiata in centro e un po' di shopping premaman. Era tale la mia ansia di aria fresca e mondanità che non ho fatto i conti con il meteo, le manifestazioni, le deviazioni degli autobus e gli assalti delle “cavallette”. Dopo aver aspettato per 20 minuti un mezzo che mi ha portato solo 3 fermate più avanti prima di restare bloccato dalla folla manifestante, mi sono decisa a proseguire a piedi; l'impresa si preannunciava ardua perché da Piazza Venezia (Roma) sembrava praticamente impossibile imboccare via del Corso: un fiume umano occupava il 100% della carreggiata disponibile, ma sarebbe stato arduo anche tentare di tornare indietro perché i manifestanti premevano dalla parte opposta, i mezzi pubblici non passavano più e i numerosi poliziotti sembravano piuttosto spazientiti. L'istinto è stato di fuggire di li il prima possibile e così mi sono tuffata anche io nella “fiumana” di via del Corso, il posto peggiore dove di sabato, a Roma, si possa capitare.

Nonostante la mia condizione e le nausee che sabato non mi hanno mai abbandonato mi sono fatta strada con disinvoltura tra  milioni di persone. Entrare nei negozi ed acquistare qualcosa (per carità...ovviamente senza provarlo!) ogni volta era un blitz (anche perché avevo solo 2 ore a disposizione!): scarpe, maglioni, vestiti erano ovunque rovesciati in un clima di festoso disordine e le file alla cassa erano chilometriche, alla faccia della crisi.
Mi sono spinta addirittura fino ad un famoso negozio di indumenti e accessori premaman e per bambini ma anche qui la situazione era insostenibile: le due commesse erano agili come bradipi e le mamme nel negozio - molto più incinte di me!- erano stanche ed insofferenti. Mi ritenevo fortunata perché alla cassa, in fila davanti a me, c'era solo una signora, ma non avevo ancora valutato quanta roba dovesse acquistare: me ne sono accorta solo dopo 18 minuti di attesa, tre bustoni di vestiti ed uno scontrino da 482€.

“Ora sei a posto fino alla primavera”,
diceva la nonna alla bambina destinataria di tutto quel ben di dio, che nel frattempo cercava di infilarsi in tasca senza essere vista dei gioiellini di Minnie posizionati strategicamente sotto la cassa.
Dopo aver fatto anche io la mia parte alla cassa sono schizzata via verso l'ultima meta, un negozio di roba carina - ma senza troppe pretese!- dove acquistare uno o due pantaloni morbidi da panzona. Arrivata alla meta sono rimasta traumatizzata dai costi: come si fa a guadagnare 1.200€ al mese e spendere più di 100€ per un pantalone che metterò 4-5 mesi se va bene? Me ne sarei voluta andare sbattendo la porta ma quel pantalone morbido a costine blu... con quella coulisse... faceva proprio al caso mio, e così ho ceduto. Alle 19.00 pomeriggio poteva dirsi concluso: avevo all'attivo un vestito nuovo, un maglione, dei pantaloni e delle ballerine rosse di vernice, comode e gratificanti.

Travolta dalla folla e dai sensi di colpa mi sono rilanciata nella calca per tentare di raggiungere la fermata degli autobus più vicina e tornare a casa. La manifestazione nel frattempo era finita, i manifestanti dispersi ed i mezzi pubblici avevano ripreso a funzionare a singhiozzo. Nonostante fossero le 7 di sera le prove della giornata non erano ancora finite: mi attendevano un diluvio universale che mi ha travolto mentre aspettavo l'autobus, l'invito a cena di alcuni amici (?) che  proponevano una cena cinese al cui solo pensiero ho vomitato tutto quello che avevo mangiato nel corso della giornata, e un Giulino superattivo che mi aspettava a casa: dopo aver dormito una siesta di 3 ore è stato sveglio e attivo fino l'una e mezza di notte.

Il prossimo shopping me lo concederò tra qualche anno


1. Chi è Marta?
2. Il concepimento lampo
3. Scelta ginecologo e ospedale
4.
Che stanchezza il secondo mese!
5. Ecografia: meno male che è solo uno
6. E' tutto troppo stretto!



Discutete del diario di Marta nel forum Gravidanza della community di Pianetamamma

Marta nella community di Pianetamamma ha il nick supermamy 

gpt native-bottom-foglia-gravidanza
gpt inread-gravidanza-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-gravidanza-0