gpt skin_web-gravidanza-0
gpt strip1_generica-gravidanza
gpt strip1_gpt-gravidanza-0
1 5

6 Sesta settimana di gravidanza

/pictures/20150408/6-sesta-settimana-di-gravidanza-2165602085[3800]x[1584]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-gravidanza

Arrivano nuovi piccoli disturbi e il tuo corpo comincia a cambiare sensibilmente. Ecco cosa accade nella sesta settimana di gravidanza

Sesta settimana di gravidanza

Alla sesta settimana di gravidanza sei arrivata a metà del primo trimestre e ormai sei consapevole di aspettare un bambino. Il bambino continua a crescere.
In una sola settimana ha raddoppiato le sue dimensioni ed è sempre ripiegato su se stesso.

Sesta settimana di gravidanza, i sintomi

Pesantezza alle gambe, costipazione, crampi e salivazione eccessiva. E ancora, qualche sbalzo d'umore, ansia e stanchezza. Niente paura, sono disturbi del tutto normali in questa fase. Chiedi al tuo compagno massima comprensione e riposa il più possibile.
Ma uno dei principali e maggiormente diffusi sintomi della gravidanza è la nausea mattutina. Una percentuale compresa tra il 50 e il 70 percento delle donne in dolce attesa soffre di nausea nel primo trimestre di gravidanza. La buona notizia è che passerà.
La nausea della gravidanza è provocata strettamente dall'aumento progressivo degli ormoni Beta Hcg, che intorno al terzo mese cominciano a stabilizzarsi. Questo fenomeno frena la classica nausea mattutina.

gpt native-middle-foglia-gravidanza

Come cambia il corpo durante la sesta settimana di gravidanza

In questo periodo possono presentarsi nuovi piccoli disturbi e il tuo corpo comincia ad assumere nuove rotondità e a cambiare visibilmente: lo stomaco diventa più rotondo, i seni aumentano di volume.
Chiama il ginecologo e prendi un appuntamento per la prima ecografia che avverrà intorno alla 12esima settimana di gravidanza.  Probabilmente il medico ti prescriverà alcuni esami del sangue e delle urine.
Servono a stabilire il tuo gruppo sanguigno e a rilevare la presenza di virus, come la rosolia, l'Hiv, la toxoplasmosi, e per misurare i livelli di glucosio e albumina.

Sesta settimana di gravidanza, come cresce il bambino

La sua testa è molto più grande rispetto al resto del corpo, ed è ripiegata in avanti, il viso è gonfio e il naso appiattito. La sua forma assomiglia a quella di un pisello.
La sua bocca comincia a svilupparsi e compaiono i piccoli semini dei denti da latte e la lingua.
Gli occhi sono grandi e molto vicini tra loro e sono ricoperti da una membrana che diventerà la palpebra.
Le dita delle mani e dei piedi sono palmate e anche se non te ne accorgi il bambino si muove nell'utero e per adesso ha ancora parecchio spazio a disposizione.
Il suo cuore comincia a battere e ha una frequenza di 150 battiti al minuto.

La prima ecografia, tutto quello che c'è da sapere

Sesta settimana di gravidanza, le curiosità

Mangia in modo regolare e sano ed evita gli sport violenti, l'embrione è ancora attaccato alla parete uterina  e alla sesta settimana il rischio di aborto spontaneo è ancora alto.

Consigli dell'ostetrica per la sesta settimana di gravidanza

Poichè ancora non hai eseguito gli esami ematici e non puoi ancora sapere se sei a rischio di contrarre la toxoplasmosi, cerca di evitare di mangiare carne o pesce cruda o poco cotta, affettati non cotti (es sì prosciutto cotto o arrosto, e no prosciutto crudo o salame), lava bene frutta e verdura prima di mangiarla; se hai un gatto chiedi a qualcuno di pulire la lettiera o fallo utilizzando guanti e lavandoti bene le mani dopo averlo fatto. Cercate di svolgere una vita normale e fate esercizi regolarmente, come camminare o nuotare.

Le 40 settimane di gravidanza

Ecco il calendario delle 40 settimane di gravidanza con consigli sulla salute, l'alimentazione e gli esami da fare durante i nove mesi. Inoltre potrai scoprire i cambiamenti del corpo della mamma, come cresce il pancione e come si sviluppa il feto.

 

gpt native-bottom-foglia-gravidanza
gpt inread-gravidanza-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-gravidanza-0