Pianetamamma logo pianetamamma.it

strip1-gravidanza
1 5

Sesso in gravidanza: al rogo i tabù

Fare sesso durante una gravidanza non a rischio è possibile: qualche consiglio per non avere problemi

adsense-foglia-300
di Olivia Calò

E’ ora di abbattere i tabù, ma anche di smettere di avere paura: se la vostra gravidanza non è stata dichiarata a rischio dal medico che vi segue (LEGGI), allora il sesso non solo non è proibito, non solo si può fare, ma pare che sia assolutamente da provare. Le sensazioni che si possono liberare infatti durante le acrobazie in camera da letto nei nove mesi più particolari della vita di una donna,  potrebbero risultare strabilianti.


LEGGI ANCHE: La coppia durante la gravidanza


Tuttavia sono da considerare alcuni fattori: intanto le fasi della gravidanza sono diverse per la donna e quindi anche per la coppia (LEGGI); in secondo luogo occorre fare attenzione ad alcuni fattori di rischio; infine bisogna assolutamente precisare che se la gravidanza è stata dichiarata a rischio, il sesso forse è meglio evitarlo.
Ma in tutti gli altri casi, l’invito è chiarissimo: le future mamme non devono pensare di far qualcosa di sbagliato, i futuri papà non devono aver paura di far del male ai nascituri; perché la natura ha pensato molto bene a queste problematiche, proteggendo i piccoli con involucri indistruttibili: il membro maschile non andrà mai a interferire con la beata permanenza del bimbo nell’utero.
Tutt’al più il piccolo potrà sentire dei movimenti strani, ma non potrà che giovargli percepire in qualche modo l’armonia e l’amore scorrere fra i genitori. E per favore non pensate che fare sesso durante la gravidanza possa essere un cattivo esempio per il nascituro, come se stesse vedendo in direttissima un film pornografico: i tabù e i divieti sul sesso facciamoli cominciare almeno una volta che sarà nato, non prima.


LEGGI ANCHE: Kamasutra col pancione, le posizioni del sesso in gravidanza


Analizzando le fasi della gravidanza si può dire che i primi tre mesi (LEGGI) potrebbero essere un problema in quanto a desiderio sessuale: la donna infatti può essere soggetta alle fin troppo note nausee e non avere nessuna voglia di prodigarsi in prodezze in camera da letto; ma attenzione perché alcune donne potrebbero invece essere inspiegabilmente attratte più del solito dai loro partner.
La seconda fase, corrispondente al secondo trimestre di gravidanza (LEGGI), è invece per tutte caratterizzata da un aumento sensibile di ormoni e desiderio sessuale, ragione per cui è uno dei momenti propizi per approfittarne.
Nell’ultimo trimestre l’unico problema è l’ingombro (LEGGI): le dimensioni della pancia potrebbero costituire effettivamente un fastidio, per cui è ovvio che la coppia non potrà annoverare tutte le posizioni del kamasutra.
Consigliate quindi: lui seduto e lei sopra; lei su un fianco e lui dietro, sempre su un fianco; lei supina sul bordo del letto e lui in piedi davanti.



Nel periodo immediatamente precedente il parto, i pareri sono contrastanti: da una parte alcuni medici sostengono che i rapporti possano aiutare la dilatazione del collo dell’utero e preparare la muscolatura pelvica all’evento, dall’altra  alcuni esperti sostengono invece che i rapporti completi nell’ultimo periodo sono da evitare in quanto lo sperma potrebbe indurre a un parto prematuro (LEGGI), per via di alcune sostanze chimiche in esso contenute.


LEGGI ANCHE: Sesso durante la gravidanza, si o no?


Nessuna controindicazione invece per l’orgasmo: le contrazioni che la donna percepisce quando raggiunge l’apice del piacere non sono affatto dannose per il piccolo, anche se sta per nascere.
Solo su un punto occorre essere assolutamente attenti: sono da evitare infatti i contagi, a tutti i costi, perchè qualunque malattia infettiva, trasmissibile sessualmente, (LEGGI) potrebbe creare problemi al bimbo e alla nuova mamma.
In ogni caso, che i rapporti siano possibili oppure sconsigliati, anche preliminari, carezze, baci, masturbazione reciproca, affetto in senso lato, sono fortemente caldeggiati per rafforzare l’armonia di coppia durante uno dei suoi momenti più magici e misteriosi. In una parola: non rinunciate all’amore, meno che mai ora che aspettate un figlio