gpt skin_web-gravidanza-0
gpt strip1_generica-gravidanza
gpt strip1_gpt-gravidanza-0
1 5

Ovulazione in gravidanza

E' possibile ovulare quando si è già incinte? Ecco cosa accade alle ovaie dopo il concepimento

E’ possibile ovulare durante la gravidanza?


20 sintomi di gravidanza: ecco cosa può succedervi nelle prime settimane


In realtà no.
Quando avviene la fecondazione la presenza delle beta Hcg inviano alle ovaie un segnale per comunicare l’avvenuto concepimento e di cambiare nella produzione dei vari ormoni, che non servono più a favorire il concepimento bensì a favorire il proseguimento della gravidanza. Per questo aumenta la quantità di progesterone che di fatto contribuisce a bloccare l’ovulazione.

 Quando l’ovulo viene fecondato dallo spermatozoo l’ovulazione si interrompe e le ovaie non rilasciano più alcun ovulo. Tuttavia in rarissimi casi è possibile ovulare una seconda volta (doppia ovulazione).


Sintomi di gravidanza o sindrome premestruale?


Cosa accade in questo caso?
Il primo ovulo viene fecondato e il concepimento è già avvenuto, e a distanza di pochissimo tempo l’ovaio rilascia un altro ovulo che potrebbe venire fecondato anch’esso, dando vita in tal caso ad una gravidanza gemellare.

Spesso durante le prime settimane di gravidanza può verificarsi un’eccessiva presenza di perdite bianche e filamentose che possono lasciar pensare ci sia un’ovulazione in atto. In realtà queste perdite (leucorrea) sono del tutto normali e sono causate dall’aumento della produzione degli estrogeni .

ovulazione-gravidanza


E le perdite marroni simili a quelle del ciclo mestruale?
All’inizio queste perdite possono essere provocate proprio dall’impianto dell’embrione nell’utero (perdite da impianto) e non sono manifestazione di un ciclo mestruale. Naturalmente se le perdite dovessero essere di maggiore entità è bene rivolgersi al medico.
gpt native-bottom-foglia-gravidanza
gpt inread-gravidanza-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-gravidanza-0