gpt skin_web-gravidanza-0
gpt strip1_generica-gravidanza
gpt strip1_gpt-gravidanza-0
1 5

Quinto mese di gravidanza, cosa accade?

/pictures/20160518/la-mamma-nel-quinto-mese-di-gravidanza-2779323402[991]x[413]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-gravidanza

Le nausee sono cessate e aumenta la fame. Il corpo si modifica, ma la mamma in dolce attesa si sente forte come un leone. Ecco cosa accade nel quinto mese di gravidanza

Quinto mese di gravidanza

È il periodo forse migliore della gravidanza. Le nausee cessano quasi per tutte e ci si sente in forma e piene di energia.
È probabile che abbiate più fame. Non dovete limitarvi e imporvi strette diete ma non dovete nemmeno mangiare per due con la scusa che siete incinte. È anche il periodo di possibili altri disturbi come vene varicose, smagliature, emorroidi e cellulite. Questo è dovuto a una cattiva circolazione.
Durante questo mese sentirete i primi movimenti del vostro bambino.
L’addome continua ad ingrandirsi, anche perché la muscolatura si distende per permettere al feto di continuare a crescere dentro l’utero.
I capezzoli si scuriscono. Talvolta possono apparire alcune macchie sulla pelle.

gpt native-middle-foglia-gravidanza

Quinto mese di gravidanza, Settimane

Il quinto mese di gravidanza inizia a 17 settimane e 5 giorni e termina a 21 settimane e 6 giorni.

Quinto mese di gravidanza, sintomi

  • Probabilmente sudate di più (a causa dell’aumentata circolazione di sangue nel vostro corpo). Anche il naso potrebbe essere più congestionato. E’ un fenomeno consueto durante una gravidanza, ma cesserà subito dopo il parto.
  • Le secrezioni vaginali possono aumentare in questo periodo.
  • Se è il vostro primo bambino in questa settimana potreste provare il primo disturbo dello stomaco che non ha nulla a che fare con problemi d'indigestione. Finalmente saprete che il bambino è proprio lì in voi.
  • Potreste soffrire un po' d'insonnia e i movimenti del feto potrebbero essere più acuti proprio nelle ore notturne, prendete una camomilla.
  • Leggere contrazioni uterine indolori sono causate del movimento del bambino.
  • Possono inoltre presentarsi altri piccoli fastidi come emorroidi, pelle disidratata e secca.
  • L’utero sempre più grosso si dilata contro i polmoni e spinge in avanti l’addome. L’ombelico potrebbe anche protrudere cioè fuoriuscire in avanti e rimanere in tale posizione fino a dopo il parto.
  • Il petto, più che i seni, si è allargato, se non avete ancora comperato un reggiseno con il sostegno regolabile, è giunto il momento di farlo.
  • Puo capitare che sul ventre compaia un rigonfiamento: è il tuo bambino che si appoggia contro di te 'da dentro' e forse è un piede, un braccio o la testa. Accarezza piano piano questo gonfiore, per dimostrare al piccolo tutto il tuo amore
Cosa accade al bambino nel quinto mese di gravidanza

Quinto mese, cosa fare

  • Come ogni mese, la madre deve sottoporsi all’esame delle urine. Inoltre, se non lo ha ancora fatto al 4° mese, deve sottoporsi al toxo-test per avere la certezza di non aver contratto la toxoplasmosi.
  • Il 5° mese è anche il momento della seconda delle tre ecografie previste dal Servizio sanitario nazionale; è detta ecografia “morfologica”, perché è fatta appositamente per controllare tutti gli organi e la corretta formazione delle varie parti costituenti il corpo del feto.
  • Se non l'avete già fatto ungetevi sempre la pelle di tutto il corpo ma soprattutto di seno, fianchi e pancia con olio di mandorle dolci oppure con creme e unguenti antismagliature, ma specifici per la gravidanza.
  • Questo è il momento migliore per iniziare gli esercizi di controllo della respirazione da molte donne giudicati utilissimi al momento del travaglio. Dedicate alcuni momenti della vostra giornata a questi esercizi. Noterete forse che state aumentando di volume non solo sull’addome, ma anche sulle natiche.
  • Nel caso in cui ci sia rischio di patologie genetiche e cromosomiche (e nel caso in cui non sia già stata eseguita al 4° mese) è prevista anche l’amniocentesi, sotto stretto consiglio medico ed entro la 18a settimana.
  • La flussimetria Doppler materna non è obbligatoria, ma è utile per verificare il normale afflusso di sangue dall’arteria uterina alla placenta. Si effettua tramite ecografia e può essere eseguita nel periodo compreso fra la 17a e la 23a settimana.

Gravidanza mese per mese

gpt native-bottom-foglia-gravidanza
gpt inread-gravidanza-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-gravidanza-0