gpt skin_web-gravidanza-0
gpt strip1_generica-gravidanza
gpt strip1_gpt-gravidanza-0
1 5

Secondo mese di gravidanza, cosa accade al bambino

/pictures/20160511/secondo-mese-di-gravidanza-cosa-accade-al-bambino-535169457[911]x[380]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-gravidanza

Il bambino nel secondo mese di gravidanza: cambiamenti embrionali e funzionali

Il bambino nel secondo mese di gravidanza

I primi due mesi (embriogenesi) servono per le grandi manovre, per la formazione degli organi principali, i successivi sette per gli aggiustamenti ecco perchè è importante avere al più presto la certezza di essere incinte.

E' proprio nei primi due mesi che l'embrione è più sensibile ad infezioni e aggressioni varie che rischierebbero di turbare i normali processi di formazione degli organi. Queste aggressioni continueranno ad essere particolarmente pericolose fino al terzo mese.

Quinta settimana di gravidanza

A circa 35 giorni l'embrione misura 8 millimetri. Le tre parti principali del cervello sono presenti insieme ai nervi del cranio e a quelli vertebrali. Occhi, orecchie e naso cominciano a formarsi. Gli occhi hanno il colore e le orecchie hanno i canali uditivi. Si nota un abbozzo degli arti superiori e inferiori. Comincia lo sviluppo del cuore. Il tratto dell'apparato digestivo, la milza e il pancreas sono formati. Il cordone ombelicale è completo.

gpt native-middle-foglia-gravidanza

Sesta settimana di gravidanza

A circa 42  giorni l'embrione misura 13 mm. Le braccia sono troppo corte per potersi incontrare, ma appaiono i primi rudimenti di dita. La punta del naso si è formata. Alcuni dei centri principali del cervello, inclusi talamo, ipotalamo e cervelletto, sono costituiti. La testa e il collo formano la metà del corpo. Cartilagine e ossa si sviluppano; appaiono testicoli e ovaie.

La mamma nel secondo mese di gravidanza

Si hanno i primi riflessi come il succhiare e lo stringere. Il cuore pompa sangue e l'elettrocardiogramma del feto è simile a quello dell'adulto. L'embrione risponde al tatto e si notano i primi movimenti, troppo lievi però perchè la madre se ne possa accorgere
A 6 settimane l'embrione fluttua nel liquido amniotico che lo protegge. È attaccato alla placenta attraverso il cordone ombelicale: da qui riceve i nutrimenti e l'ossigeno necessario per il suo sviluppo, ma sono anche eliminati anidride carbonica e rifiuti del metabolismo. La placenta consente il passaggio delle molecole piccole ma non fa passare quelle più grandi come le ematiche, creando un'essenziale difesa. Nel caso per esempio che il bambino abbia una composizione sanguigna incompatibile con quella della madre, potrebbe scattare una risposta immunitaria per espellere il "corpo estraneo".

Settima settimana di gravidanza

Da questo momento in avanti il nascituro non verrà più definito embrione ma feto.  E' lungo circa 2 centimetri per un peso di 2 grammi. Il viso si arrotonda e assume un aspetto più umano. Il collo collego la testa al corpo. Altri sviluppi: i canali semicircolari dell'orecchio, il palato, le valvole del cuore e le cellule nervose della retina. Il feto risponde a stimoli semplici. Alla fine della settima settimana si compie un avvenimento importante: ha inizio l'ossificazione dello scheletro che proseguirà poi per anni e anni e sarà completata solo nell'età adulta. Tiene le mani appoggiate sul ventre, le gambe piegate con le ginocchia in fuori e i piedi riuniti come se stesse per nuotare.

Ottava settimana di gravidanza

In quest'epoca gestazionale il feto misura 4 cm per circa 3 grammi di peso. Gli occhi si spostano al centro della faccia. Si formano le prime papille gustative. La testa costituisce metà corpo. Lo stomaco è grande mentre braccia e gambe sono piccole. Lievi tocchi delle labbra o delle narici causano un piegarsi della testa e del tronco. L'attività delle onde cerebrali ora somiglia a quella di un adulto.

Ecografia al secondo mese di gravidanza


 

gpt native-bottom-foglia-gravidanza
gpt inread-gravidanza-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-gravidanza-0