gpt skin_web-gravidanza-0
gpt strip1_generica-gravidanza
gpt strip1_gpt-gravidanza-0
1 5

Beauty gravidanza: previeni così le smagliature

/pictures/20141008/beauty-gravidanza-previeni-cosi-le-smagliature-3295420612[2118]x[883]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-gravidanza

L’unico mezzo davvero efficace per combattere le smagliature resta la prevenzione, mantenendo la pelle elastica. Ma quando il danno è fatto?

Perchè vengono le smagliature? Per vari motivi: predisposizione genetica, fattori ormonali e stile di vita, ovvero l’alimentazione, gli sbalzi repentini di peso, il sonno, l’uso di alcool e tabacco, i ritmi troppo stressanti ma anche l’eccessiva sedentarietà.

La gravidanza può diventare un fattore scatenante, per via dei cambiamenti ormonali, associati all’aumento di peso, ma non è la regola.

Utilizzare fin dai primi mesi, quotidianamente, una crema idratante o un olio di mandorle o alla rosa mosqueta o al germe di grano, e tenere sotto controllo il peso, soprattutto negli ultimi mesi, aiuta a prevenire la comparsa di queste antiestetiche striature. 

Mi sono già comparse le smagliature. Che faccio?

Solitamente si presentano su glutei, cosce, fianchi, addome e sul seno, all'inizio sono di colore rosso, poi cicatrizzano e diventano di color bianco perlaceo. In quel punto la cute si avvalla, e lo si può sentire passandoci sopra con il polpastrello e a volte anche alla vista.

Al giorno d'oggi ancora non esistono rimedi risolutivi, a meno di non ricorrere alla chirurgia estetica, ovviamente cercando di intervenire quando la smagliatura è ancora rossa. In questo caso, si può anche eliminare attraverso dei fitoterapici o degli attivatori del metabolismo cellulare. Un'altra tecnica è la luce pulsata ad alta intensità, o IPL (Intense Pulsed Light), che agisce grazie all’emissione di energia luminosa sulla zona interessata.

Gravidanza: tutte le quarante settimane

Quando il segno ormai è cicatrizzato, non lo si può eliminare, però si può cercare di renderlo meno visibile e sgradevole cercando di mitigarne il colore, rendendolo più simile a quello della pelle circostante, e si prova a ridurre l’avvallamento attraverso processi liscianti e spiananti, come i peeling all’acido glicolico o retinoico o alla vitamina C.

Esiste anche il Cromopeel da fare però in ambulatorio, ma anche con questo non si elimina la smagliatura pur diminuendone molto la visibilità.

La microdermoabrasione, una delle tecniche più efficaci, viene eseguita con apparecchiature aspiranti a base di cristalli di corindone. La macchina risolleva il derma e, attravero una sabbiolina, provoca un’abrasione superficiale della pelle, migliorando la microcircolazione della zona. Con dieci applicazioni si hanno evidenti risultati.

gpt native-middle-foglia-gravidanza

Per ultima cosa segnaliamo le terapie microiniettive di biorivitalizzazione del tessuto attraverso l’iniezione di acido ialuronico che stimola la produzione di collagene, anche nel tessuto cicatriziale. Il collagene  favorisce il distacco delle cellule morte e richiama acqua negli strati superficiali della pelle, migliorandone idratazione ed elasticità. Dato il costo e il numero di trattamenti necessari, sono indicati nei casi di smagliature piccole e poco numerose.

In gravidanza queste odiatissime smagliature, se decidono di farci visita, solitamente si presentano sempre nella seconda metà della gestazione, cioè dopo il 4° mese, anche se le basi per la loro comparsa sono nel comportamento alimentare ed igienico dei primi mesi. Le donne a carnagione chiara sono più predisposte e anche la familiarità incide: c’è più probabilità di averle se già le hanno madre o sorelle.

Se nonostante le precauzioni, le smagliature si dovessero presentare non ci si deve preoccupare perché dopo il parto, proprio perché la pelle è stata trattata durante la gravidanza, la loro estensione diminuisce di molto. Anche il colorito roseo o violetto, mano a mano si fa sempre più chiaro sino a diventare perlaceo, e sulla pelle rimangono di solito aree lineari biancastre poco evidenti.

gpt native-bottom-foglia-gravidanza
gpt inread-gravidanza-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-gravidanza-0