gpt skin_web-gravidanza-0
gpt strip1_generica-gravidanza
gpt strip1_gpt-gravidanza-0
1 5

Shiatsu in gravidanza, come si pratica e che vantaggi offre

/pictures/2017/07/10/shiatsu-in-gravidanza-come-si-pratica-e-che-vantaggi-offre-935959393[975]x[407]780x325.jpeg Shutterstock
gpt native-top-foglia-gravidanza

Cos'è il massaggio shiatsu in gravidanza e che benefici apporta durante i nove mesi e in vista del travaglio

Shiatsu in gravidanza

Sentiamo spesso parlare di massaggio in gravidanza, ma per favorire il benessere c'è anche lo Shiatsu in gravidanza che non è solo un massaggio rilassante, ma un vero e proprio trattamento finalizzato a ristabilire l'equilibrio energetico del corpo. Vediamo di cosa si tratta e che tipo di benefici può apportare durante la gravidanza.

Shiatsu che cosa è

Lo Shiatsu è una disciplina  tradizionale giapponese che viene spesso utilizzata durante la gravidanza o in previsione del parto. Significa digitopressione quindi si basa sul tocco e sulle pressioni che l'operatore pratica in precisi punti del corpo.

Non è un massaggio: chi riceve il trattamento resta vestito e non si usano creme oppure oli.

Massaggio shiatsu

Durante il massaggio l'operatore esercita delle pressioni statiche, mirate e precise in alcuni punti che sono disposti lungo linee chiamate meridiani.

La pressione su questi punti favorisce il riequilibrio energetico e procura benefici sia nella persona che riceve il trattamento che nell'operatore che lo sta praticando.

Esistono diversi tipi di tecniche, mirate, ad esempio ad aumentare l'energia oppure a tonificare o rilassare. In linea generale il massaggio shiatsu rilassante e tonificante è indicato per tutti, soprattutto per chi soffre di mal di schiena, emicranie ed è particolarmente teso e stressato. E non ha controindicazioni: tutti possono farlo a meno che non ci sia una dichiarazione del medico che lo sconsigli.

Benefici dello shiatsu in gravidanza

La gravidanza è un momento di grande cambiamento per ala donna sia dal punto di vista fisico che psicologico: le sessioni di shiatsu possono aiutare la donna a vivere questo periodo così particolare.

Lo shiatsu può essere un'esperienza estremamente rilassante e può apportare alcuni benefici contro:

  • mal di schiena, spalle e collo
  • mal di testa
  • l'insonnia e l'ansia
  • sciatica
  • lo stress e la tensione generale

Punti shiatsu in gravidanza

I trattamenti di shiatsu vengono praticati mentre chi li riceve si trova stesi su un fianco su un futon, il classico letto giapponese, con dei cuscini a sostegno per un maggiore comfort.

Alla base dello shiatsu c'è il potere del tatto, lo stretching, la respirazione e la pressione che riescono a garantire al corpo un maggiore equilibrio. Dopo il trattamento si avrà una profonda sensazione di rilassamento e vitalità.

In genere i punti sui quali ci si concentra durante la gravidanza sono:

  • Vaso cintura: consente di entrare anche in collegamento con il feto e di influenzare la capacità di radicamento emotivo
  • Snodo lombosacrale: zona che comprende le vertebre e le ossa del bacino. Le pressioni localizzate in questo punto aiutano a scogliere le tensioni e il senso di pesantezza ed affaticamento a livello lombare,
  • Scapole: questa zona è spesso soggetta ad una grande tensione e da un eccessivo carico energetico si intervenire con delle pressioni precise per tonificare e sedare.
Esercizi per stare meglio in gravidanza: sollevare l'utero

Punti shiatsu per indurre il parto

Alcuni trattamenti shiatsu possono aiutare la futura mamma ad avvicinarsi al momento del parto e possono anche essere efficaci per gestire meglio il dolore del travaglio. Lo shiatsu prenatale aiuta quindi non solo a gestire il momento del travaglio, ma può essere utile anche per il partner che deve accompagnare la partoriente durante il travaglio.

La digitopressione, così come l'agopuntura, può essere efficace per indurre il travaglio, portare a maturazione la cervice e favorire la rottura delle acque, ridurre il dolore e anche far girare il bimbo che si trova in posizione podalica.

Ad esempio il punto 6SP ubicato tre dita sopra il malleolo interno aiuta a far aumentare le contrazioni e può indurre i travaglio a partire dalla 37esima settimana.

Shiatsu gravidanza punti da evitare

Alcuni punti non andrebbero trattati, soprattutto nei primi tre mesi di gravidanza, per questa ragione è importante affidarsi solo ad operatori specializzati e di comprovata esperienza.

Prima della 37esima settimana non vanno esercitate, ad esempio, pressioni sulle zone che possono stimolare l'induzione al travaglio.

Shiatsu in gravidanza libro

Il libro "Shiatsu in gravidanza" di Gianpiero Brusasco del Centro Tao è un testo che mira ad approfondire le tematiche riguardanti le tecniche shiatsu pensate per le donne in stato di gravidanza.

La Dottoressa Antonella Marchi, ostetrica e ricercatrice nell'ambito delle medicine non convenzionali e bio-naturali, oltre che membro dell'Associazione Culturale Lachesis/Nascita Dolce di Siena, ha firmato l'introduzione del libro e spiega come tutto il percorso del Maternage sia costellato dalle polarità Yin e Yang

ma per sostenere interventi mirati è indispensabile approfondire lo studio dei Meridiani, dei Chakra e dell’Aura al fine di attuare un lavoro che ristabilisca l’omeostasi fisica-energetica-emozionale e mentale; ad esempio nel primo trimestre di gravidanza la madre deve nutrire il suo bambino ed espandere il suo centro, l’alto ed il basso (Yang/Yin) sono armonizzati nell’interno del suo corpo ed i meridiani che ne sono toccati sono Milza, Stomaco, Fegato e Ministro Cuore. Pertanto i disturbi fisici ed emozionali del primo trimestre, indicano e ci permettono di fare la valutazione di alterazione energetica tra Yin (polarità peculiare della gravidanza) e Yang. Inoltre i Meridiani sono di grande interesse nello studio dello sviluppo energetico dell’embrione

L'esperta pone l'accento sull'importanza basilare del benessere psicofisico della partoriente, una condizione che può essere raggiunta anche grazie all'aiuto fornito dalle tecniche shiatsu.

Con l’approfondimento di questa antica tecnica giapponese, l’ostetrica può arricchire il suo percorso professionale e sviluppare questa disciplina orientale che non ha effetti collaterali, nel rivolgere un bambino podalico, nel travaglio e nel parto, nella “care” del neonato prematuro, nel puerperio per madre e neonato sano, nell’assistenza alla donna in menopausa e ginecologica, ma anche per la coppia infertile ed in ogni ambito ove sia richiesto il suo intervento, con pressioni che influenzino positivamente il movimento dell’energia ed il suo riequilibrio

gpt native-bottom-foglia-gravidanza
gpt inread-gravidanza-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-gravidanza-0