gpt skin_web-gravidanza-0
gpt strip1_generica-gravidanza
gpt strip1_gpt-gravidanza-0
1 5

Sono incinta: e ora?

/pictures/20160428/sono-incinta-e-ora-2115415090[1406]x[586]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-gravidanza

Il test di gravidanza è positivo e per una futura mamma iniziano i dubbi: sono incinta cosa fare?

Sono incinta cosa fare

Dopo tanta attesa, finalmente il test di gravidanza è positivo. Una gravidanza cercata e voluta, ma nel momento in cui si vede comparire quella lineetta sul test acquistato in farmacia tutto cambia. Fino a quel momento la maggior parte delle future mamme, soprattutto se si tratta del primo figlio, non realizza veramente cosa significherà portare avanti questa gravidanza ed avere un bambino. Ed una piccola linea può gettare nel panico nel primo momento, per poi lasciar spazio alla gioia per questa vita che sta crescendo dentro di sé.

gpt native-middle-foglia-gravidanza

Le mamme in attesa devono essere pronte ad affrontare tutta una serie di cambiamenti. Ma a questo punto arrivano i primi dubbi? Cosa si deve fare appena si scopre di essere incinta?

Sono incinta cosa fare e non fare

Per prima cosa (dopo averlo detto al vostro fidanzato o a vostro marito!) vi conviene fare le analisi del sangue per confermare l'effettiva gravidanza. Controllando le Beta presenti nel sangue, infatti, si potrà avere la certezza di essere rimaste incinte. Alcuni dottori chiedono inoltre di ripetere le Beta dopo una settimana, per assicurarsi che la gravidanza proceda nel modo migliore, prima di effettuare la visita di controllo.

Se il vostro ginecologo vi sembrerà un po' "freddo" all'inizio e cercherà di "smontare" la vostra eccitazione per il bambino che sta per arrivare, non vi offendete. Le prime settimane di gravidanza sono quelle più delicate e molti dottori vogliono assicurarsi che l'ovulo fecondato si sia ben impiantato prima di iniziare a parlare di una gravidanza. Quindi state tranquilli e cercare di vivere questi primi momenti senza troppa ansia.

Quindi se avete un ginecologo di fiducia, chiamatelo e mettetevi d'accordo su quando effettuare la prima visita. Se non lo avete, è arrivato il momento di sceglierne uno che possa seguirvi per tutta la gravidanza. Potete affidarvi alla ginecologa di una vostra amica, oppure cercarne uno nell'ospedale dove vorreste partorire, o farvi consigliare nel consultorio vicino casa. L'importante è che il ginecologo o la ginecologa vi ispiri fiducia. Non avere un buon rapporto con un medico che deve seguirvi costantemente per 9 mesi può non essere piacevole.

Calendario degli esami da fare in gravidanza

La prima visita ginecologica andrebbe fatta non prima di 7/8 settimane dall'ultimo ciclo. Nulla vi vieta di fare un controllo prima, ma magari potreste non riuscire a sentire il battito del feto. Ciò non significa che ci sia qualche problema, ma semplicemente è troppo presto per riuscire a percepirlo. Invece prendendo appuntamento per la prima visita in questo periodo, potrete sentire il cuore battere e sarà un'emozione unica.

Durante il primo controllo, il ginecologo vi visiterà e vi farà una ecografia transvaginale per controllare il corretto impianto del sacco gestazionale e individuare eventuali patologie o malformazioni dell’utero o delle ovaie che potrebbero creare problemi durante la gravidanza. E potrete vedere per la prima volta il vostro "fagiolino". Eh sì, perché in questo momento della gravidanza sarà veramente simile ad un piccolo fagiolo e sarà lungo pochi millimetri. Poi il ginecologo vi dirà tutte le analisi da fare e le prime indicazioni su quello che potete (o non potete) fare. Il consiglio è di segnarvi su un foglio tutti i vostri dubbi, in modo da poter chiedere al dottore tutto quello che volete sapere.

Il vostro viaggio verso la maternità è appena all'inizio... In bocca al lupo!

gpt native-bottom-foglia-gravidanza
gpt inread-gravidanza-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-gravidanza-0