gpt skin_web-gravidanza-0
gpt strip1_generica-gravidanza
gpt strip1_gpt-gravidanza-0
1 5

La misurazione del fondo dell'utero

Cosa si intende per misurazione del fondo dell'utero? L'ostetrica di Pianetamamma si spiega l'utilità e l'importanza di questa misura

Misurazione fondo uterino in gravidanza

L'arte ostetrica nasce assai prima dell'uso dell'ecografo e quindi viene insegnato alle giovani ostetriche come usare le mani ma soprattutto perché usarle. Le mani dell'ostetrica si avvicinano alla pancia della donna sdraiata supina, quasi in un abbraccio intorno al bambino e poi come una sarta col suo centimetro prende le misure.

Questo avvicinamento e sfioramento della pancia si chiama prima manovra di Leopold, attraverso la quale l'ostetrica, con le due mani poste a conca delimita l'altezza raggiunta dall'utero rispetto al bacino. Quindi prende un centimetro da sarta ne poggia l'apice sulla sinfisi pubica (osso che si sente anteriormente al bacino, poco sotto l'attaccatura dei peli pubici) e lo tende fino al livello del fondo dell'utero, individuato in precedenza.

Guarda la misurazione e la riporta sulla cartella clinica, nello specifico su una tabella di crescita. Questa procedura viene effettuata ad ogni controllo in gravidanza, per permettere di visualizzare la crescita durante i mesi. Perché viene fatta questa misurazione? È una metodica clinica di valutazione della crescita del bambino e della quantità di liquido amniotico presente ma, pensandoci, queste cose potrebbe farle tranquillamente l'ecografia. La particolarità di questa tecnica consta nel fatto che permette di valutare la tonicità delle pareti dell'utero, cioè quanto reagisce contraendosi al tatto. E ciò risulta importante ai fini del travaglio e delle contrazioni, per prevedere la resistenza dell'utero allo sforzo e l'efficiacia che esse avranno. 

L'importanza dell'ostetrica

Ma di quanto deve crescere la pancia ad ogni controllo?

La crescita che ci si aspetta è di circa 1 centimetro a settimana, quindi avremo circa 16cm a 20 settimane e così via fino a circa 2 settimane dal parto, quando avviene un fatto particolare, la crescita sella pancia si arresta anzi, alcune volte, diminuisce anche di volume. Questo perché il bambino a termine di gravidanza scende nella pelvi, si impegna, in linguaggio tecnico e quindi con lui scende anche il volume dell'utero.

È importante valutare nel tempo la crescita del fondo uterino perché una differenza eccessiva tra le misurazioni può far scattare un campanello di allarme, e richiedere approfondimenti maggiori. In particolare se il fondo dell'utero risulta più basso di 2 cm rispetto a quanto ci possiamo attendere possiamo sospettare: riduzione del liquido amniotico oppure un ritardo di crescita del bambino.

Nel caso opposto, ossia quando la differenza tra quanto ci aspettiamo e la reale misura è superiore di 2 cm potrebbero esserci problematiche di eccesso di liquido (polidramnios), diabete gestazionale oppure una macrosomia fetale (ossia un bambino molto grosso, sopra i 4kg alla nascita). Tutte queste condizioni impongono una maggiore attenzione, il ricorso costante all'ecografia ed eventualmente ad altri esami strumentali più specifici.

I consigli dell'ostetrica per le 40 settimane di gravidanza

Essendo una misurazione clinica potrebbe sembrare variabile e non attendibile quanto dei parametri strumentali come quelli rilevati dell'ecografia. Ovviamente questo tipo di misurazione presuppone che ci sia una conoscenza della donna, della sua storia clinica e venga quindi relazionata con alcuni parametri individuali. Ad esempio, se una donna sarà alta 150cm pesando 40kg potrebbe essere che il bambino non cresca rientrando nei parametri medi delle tabelle di crescita risultando piccolo. Ciò che conta è che segua una sua linea di crescita e che questa crescita sia costante.

Non è una misurazione con precisione al 100%, bisogna dirlo, ma nemmeno l'ecografia è infallibile ed è soggetta ad una certa variabilità. È importante quindi che avvenga questa misurazione non tanto per la raccolta dati, ma per creare quel rapporto di contatto, di vicinanza e conoscenza, di calore umano che con il solo uso della tecnologia sta andando perso. Le donne in gravidanza sentendo questo contatto si sentono comprese e ascoltate, ed è dimostrato che sostegno in gravidanza significa esperienze di parto migliori e migliore soddisfazione delle donne.

gpt native-bottom-foglia-gravidanza
gpt inread-gravidanza-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-gravidanza-0