gpt skin_web-gravidanza-0
gpt strip1_generica-gravidanza
gpt strip1_gpt-gravidanza-0
1 5

Le cose che vorresti dire al tuo ginecologo

/pictures/20150804/le-cose-che-vorresti-dire-al-tuo-ginecologo-3287463779[6077]x[2534]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-gravidanza

Le domande e le cose "non dette" al ginecologo durante il periodo della gravidanza.

Cosa dire a un ginecologo

Il periodo della gravidanza rende le visite dal ginecologo improvvisamente piacevoli, grazie all'ecografia che tutte noi aspettiamo con ansia. Tuttavia, restano sempre una buona quantità di "non detti".

  • Ultima mestruazione? Non pervenuta

A qualsiasi visita dal ginecologo e in particolare a quella che segue il test positivo, è di routine la domanda “Ultima mestruazione?” a cui l’80% delle donne risponde inventando di sana pianta. Cari ginecologi, sappiate che tutti i vostri calcoli sulle misure del feto, i dati dell’ecografia morfologica e la data presunta del parto sono FUFFA. Nessuna di noi si segna le mestruazioni con i puntini rossi sul calendario dai tempi delle medie.

Calcola la data di nascita del bambino
  • Lì non ci salgo

Voglio dire, gli specchi ce li ho anche a casa. E nessuno dei miei vecchi vestiti mi entra, compresa la camicia di flanella scozzese che al liceo avevo comprato di 3 taglie più grandi perché il grunge spaccava. Quindi, che bisogno c’è di infierire facendomi salire sulla bilancia? C’è davvero bisogno di raggiungere un nuovo zenit di umiliazione questo mese? Puoi anche evitare di ripetere ogni volta di fronte a mio marito “Via libera” Non perché manchi la motivazione, anzi, ne ho fin troppa. Alle 16 del pomeriggio, quando lui è al lavoro. Peccato che alle 20, quando abbiamo finito di mangiare, l'attesa seduta sul divano mentre sparecchia mi è fatale: alle ore 20:15 russo già come una betoniera, macchinario con cui ora condivido anche la stazza.

  • Farò la cacca di fronte a tutti durante il travaglio?

Leggi: Ti prego dimmi di no. Purtroppo la maggior parte dei ginecologi si astengono pudicamente dall’entrare in un discorso che terrorizza la maggior parte delle donne al primo parto - dato che non c’è ancora stato modo di farci l’abitudine grazie ad un paio di spettatori sotto il metro che ci tengono moltissimo a presenziare ad ogni nostra "riunione di gabinetto". A questo proposito devo dare atto al mio ginecologo si essersi distinto con una franchezza quasi brutale: “La farai. Fattene una ragione.” Il lato positivo è che la fanno tutte. Medici e infermiere ci sono abituati. Vostro marito un po’ meno, ma basterà distrarlo al momento opportuno: “Guarda! Un distributore automatico di caffè e merendine!”

  • Sì, posso andare più giù, ma sarebbe imbarazzante spiaccicarmi per terra ora

Non abbiamo ancora preso confidenza con la nostra nuova forma (tonda) e il nostro peso da lottatore di sumo. E ci sentiamo agili come un gatto di marmo. Così, ogni volta che sdraiate sul lettino lo stimato professionista ci chiede di andare giù, un po' più giù, ancora più giù, la paura è quella di scivolare rovinosamente a terra in una scena da film, sfondando il pavimento e atterrando direttamente nella sala d'attesa al piano di sotto (senza mutande).

Meglio un ginecologo uomo o donna?
  • Non puoi riscaldare quel coso?

L’aggeggio dell’ecografia sembra sempre appena uscito dal freezer. Non è piacevole piantato sulla pancia. Se ne accorge anche il mio inquilino: non è che schizza da una parte e dall’altra dell’utero perché è vivace. E’ solo irritato.

  • Non. Farlo. Mai. Più.

Un bel giorno mi sono seduta sul lettino del mio ginecologo ad inizio gravidanza, ho guardato nel monitor e… Sopresa! Due gemelli! In realtà lo schermo era rimasto semplicemente bloccato all’ecografia della coppia precedente. Ma mio marito non si è mai ripreso del tutto.

Quali sono le cose che vorreste dire al ginecologo durante le visite?
gpt native-bottom-foglia-gravidanza
gpt inread-gravidanza-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-gravidanza-0