gpt skin_web-gravidanza-0
gpt strip1_generica-gravidanza
gpt strip1_gpt-gravidanza-0
1 5

Albumina e gravidanza

/pictures/20150923/albumina-e-gravidanza-561703691[2716]x[1131]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-gravidanza

L'ostetrica ci parla dell'albumina e ci spiega cosa comporta un valore anomalo di questa proteina durante la gravidanza

Albumina e gravidanza

Ci sono molti esami del sangue che dovete fare durante la gravidanza, ogni mese praticamente vi troverete a doverne fare di nuovi. Vediamo di analizzare uno dei possibili parametri, l'albumina e capire cosa accade se è bassa o alta in gravidanza.

L'albumina è una proteina presente nel sangue (per essere più specifici nel plasma) umano e, come intuite dal nome anche nelle uova e in alcuni tipi di carne. È prodotta dal fegato e ha l'importante compito di mantenere e regolare la presenza o il rilascio dei liquidi all'interno del corpo, trasportare alcuni ormoni (ad esempio quelli che regolano il funzionamento della tiroide) e anche alcuni farmaci che usano questa molecola per raggiungere il bersaglio. Avete quindi capito quale sia l'importanza di un valore adeguato di albumina.

Calendario degli esami da fare in gravidanza

Ma cosa comporta in gravidanza un valore anomalo di albumina?

Un valore lievemente più basso in gravidanza è assolutamente fisiologico e non ci si deve preoccupare, nel fegato ne viene prodotta un pochino meno e l'aumento del volume di sangue porta ad una diluizione e quindi a una minore concentrazione. Attenzione però che valori troppo bassi possono essere sintomo di un cattivo funzionamento del fegato, di un problema di iperattività della tiroide o anche semplicementi di una dieta troppo drastica e con pochi liquidi.

gpt native-middle-foglia-gravidanza

Viceversa, la presenza di un valore molto elevato di albumina specie nelle urine espone a rischi importanti. In gravidanza ad esempio è uno dei marcatori che, presenti nelle urine, ci aiutano a fare diagnosi di gestosi (o preeclampsia) patologia che comporta il ricovero ospedaliero. Essendo così importante per la regolazione dei liquidi nel corpo, un indicatore della presenza di grandi quantità di albumina nel sangue e nelle urine è il gonfiore molto accentuato (al di là dei normali gonfiori della fine della gravidanza) specie agli arti, e un valore di pressione arteriosa elevato.

Come possiamo cercare di mantenere nella norma i valori di albumina evitando di assumere farmaci?

La terapia farmacologica è generalmente riservata a persone con scompensi importanti dei valori di albumina che vanno in contro a rischi molto seri. Per chi invece dovesse notare delle lieve alterazioni in un senso o nell'altro dei valori dell'albumina possiamo provare a correggerli con una modifica del regime dietetico. Partiamo da chi ha i valori di albumina bassa, nella dieta è bene inserire delle proteine animali specie uova e carne. Ovviamente cercando di mantenere una dieta bilanciata privilegiando le carni bianche (pollo, tacchino in assoluto ma anche coniglio e le altre carni bianche) e le uova sode (le uova cotte consentono di evitare problemi di infezioni derivanti da batteri presenti nelle uova crude).

I cibi che contengono proteine vegetali sono comunque consigliati anche se il contenuto in albumina è trascurabile. Mantenere una buona idratazione è fondamentale quindi via libera all'acqua e ad altri liquidi. Chi invece ha un'albumina alta dovrebbe privilegiare le proteine di origine vegetale come legumi e soia perché non contengono albumina o comunque non è in dosi rilevanti. L'idratazione in questo caso è sempre importante ma in modo contenuto per evitare edemi (gonfiori) eccessivi e sbalzi di pressione dovuto al sovraccarico di liquidi nel corpo. Restare entro 1,5-2litri di acqua al giorno è comunque sicuro. Bastano veranente dei piccoli accorgimenti per una gravidanza serena anche dal punto di vista di una piccola molecola che agisce nel nostro corpo e di cui spesso ignoriamo l'esistenza e l'importanza.

gpt native-bottom-foglia-gravidanza
gpt inread-gravidanza-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-gravidanza-0