Pianetamamma logo pianetamamma.it

1 1

Alimentazione in gravidanza: no a mangiare per due!

/pictures/20141008/alimentazione-in-gravidanza-no-a-mangiare-per-due-331527299[2173]x[907]780x325.jpeg

In gravidanza si ha bisogno di più energie ma non bisogna eccedere così non si rischia di prendere troppi chili in più

ALIMENTAZIONE IN GRAVIDANZA - Durante la gravidanza si può mangiare per due?

La diceria popolare secondo la quale la mamma in dolce attesa dovrebbe «mangiare per due» è falsissima, anzi potrebbe creare seri problemi alla donna e alla gravidanza, come del resto crea problemi ogni aumento di peso non ideale. L'incremento del fabbisogno energetico (calorie) nel corso della gravidanza e dell'allattamento è una realtà, ma in gravidanza il fabbisogno energetico di una donna è di circa 38 Calorie/Kg/giorno. Ad esempio per 55 Kg il risultato è: 38 moltiplicato 55, cioè 2090 calorie al giorno.

Questo calcolo può variare a seconda delle condizioni di peso prima della gravidanza, dell'età della donna, della massa corporea e dell'attività fisica esercitata nei primi mesi.

Il lieve incremento del fabbisogno energetico durante la gravidanza non deve far dimenticare l'importanza di mantenere un adeguato equilibrio tra proteine, carboidrati e grassi come del resto sarebbe sempre giusto fare in ogni fase della vita.

Oltre al fabbisogno calorico, in gravidanza e durante l'allattamento, aumenta anche il fabbisogno di vitamine e sali minerali.

Come prendere il giusto peso in gravidanza

Le vitamine sono sostanze indispensabili per il metabolismo che non sono sintetizzabili dall'organismo e richiedono pertanto di essere assunte con gli alimenti. Tra le vitamine risulta in particolare aumentato il fabbisogno di acido folico, importante nella sintesi dei globuli rossi e quindi nella prevenzione dell'anemia. I cibi a buon contenuto di acido folico sono frutta, verdura, pesce, pollo, tacchino e latticini, che vanno intesi tutti come cibi freschi e non conservati.

Tra i sali minerali il ferro è il più importante dato che è indispensabile alla formazione dell'emoglobina, cioè di quella proteina che risiede sui globuli rossi e che consente di legare l'ossigeno in modo che quest'ultimo dai polmoni venga poi trasferito a tutti gli organi del corpo nonché al feto per garantire i processi di respirazione cellulare dei tessuti e quindi la vita. Il medico potrà accorgersi di una carenza di ferro attraverso il rilievo di anemia e bassa sideremia e prescriverà sicuramente una cura a base di integratori.

Pure importante in gravidanza è la supplementazione di calcio, facilmente ottenibile attraverso l'assunzione di latte e/o suoi derivati.

Non mangiare più niente dopo le ore 21, per non avere lo stomaco pieno quando si va a dormire.

I cibi sconsigliati sono i soliti: cibi troppo salati, troppo pasticciati (dolci e dolciumi), troppo grassi (insaccati, merendine, creme, mascarpone), quelli piccanti e speziati, quelli fritti.

E' possibile bere un bicchiere scarso di vino in corrispondenza del pranzo e della cena. Non assumere altre bevande alcoliche.

In gravidanza non si deve mangiare per due

Importante invece è bere almeno un litro d'acqua nel corso della giornata, durante l'inverno e almeno un litro e mezzo durante l'estate.

L'incremento di peso ideale da ottenere dall'inizio alla fine della gravidanza è di 10-12 Kg (1 kg nel I trimestre, 4 Kg a 20 settimane, 8 Kg a 30 settimane).

Per quanto riguarda le voglie, invece, concedetevi gli sfizi cui credete di non poter rinunciare, ma ricordatevi di non strafare e soprattutto non fate impazzire il partner chiedendo fragole a dicembre!!