NAVIGA IL SITO

"Quello che le mamme non dicono": lo abbiamo letto, fatelo anche voi

La recensione un po' strampalata, un po' troppo di parte, un po' emozionata di un libro bellissimo per le mamme. Ma soprattutto per le donne.. e non solo loro

copertina_2Prima ho conosciuto il suo blog, e l'ho letto spesso e decisamente volentieri per mesi.
Poi l'ho intervistata per Pianetamamma e mi è piaciuta ancora di più, poi l'ho conosciuta di persona ad un evento al quale entrambe eravamo invitate come speaker, io per parlare di Pianetamamma, lei del suo blog e soprattutto per lanciare il suo primo libro "Quello che le mamme non dicono".
Ho iniziato a leggerlo una notte alle 00.30.. e non ho smesso fino alle 2.00 (mannaggia a te Chiara :-)) e così per le altre due notti successive.. perchè proprio non si può fare a meno di pensare.. dai ancora una pagina poi chiudo.

Poi l'ho finito e mi pareva di dover salutare un'amica... la cosa bella però è che so che quest'amica la ritroverò qui.

Finalmente mi sono detta... un libro tratto da un blog che mi piace più del blog.
Chiara è riuscita in una cosa che non credevo sarebbe stata possibile per nessuna mamma blogger passata alla trasposizione del proprio materiale web su carta. uscirne lei stessa dal blog, regalare al lettore un po' di sè che già non aveva donato, offrire uno sguardo diverso, un dettaglio, un racconto, un dolore in più.

Dentro "Quello che le mamme non dicono" c'è Chiara ma ci siamo un po' tutte, sì anche tu che stai leggendo e pensi "Ma quali tutte? Io ho 20 anni e delle vostre pappe e pannolini ne faccio volentieri a meno per un bel po' e su questo sito ci sono solo per fare un favore a mia sorella che ha appena partorito". Ci sei anche tu qui dentro, anzi probabilmente tu che pensi questo ci sei molto di più.

Perchè in questo libro si parla sì della scoperta di una gravidanza e dei due anni che sono seguiti a quel test positivo, ma soprattutto, e meno male, si parla anche di altro: del lavoro lasciato a mezz'aria e poi riacciuffato e reinventato, di vacanze a Formentera e di quanto girano le scatole a passare un ferragosto in città con la panzona di nove mesi mentre le amiche ti telefonano dalle Eolie. Di quanta frustrazione ci sia nel dover stare a riposo, che passi la gravidanza, la prospettiva del parto e le mutande a rete invece del perizoma, ma pure stare a riposo... confinata nella tua cameretta di quando eri ragazzina ora che ti eri sistemata nel monolocale figo in centro.

In questo libro si parla dell'amore tra i due neo-stupiti-genitori, che si piacciono, che si amano, che  - vivaddio - fanno sesso prima, durante e dopo la gravidanza e si concedono baci e aperitivi anche con una nana che li accompagna a suon di tocchetti di parmigiano.

In questo libro si parla anche di colpi di sole, peep toe, shopping fashion, manga e festa di primo compleanno dove si sono divertiti anche i grandi, in questo libro si respira la ricerca della felicità in mezzo ad autentici casini. Chiara è positiva, è solare, è ironica ma questo non è un libro che fa ridere. Questo libro fa emozionare, fa scendere una lacrima, fa sorridere e fa ripensare alla propria esperienza di bambine, ragazze, mamme, figlie.
Questo libro fa venire voglia di bere un mojito, fare sesso col tuo compagno, abbracciare forte i tuoi figli e ringraziare Chiara per questo

Quello che le mamme non dicono
di Chiara Cecilia Santamaria
240 pagine Rizzoli

Hai trovato interessante questo articolo? Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Caricamento in corso: attendere qualche istante...

1
Commenti

Chiara martedì, 25 maggio 2010

Wow

Che bellissima recensione, grazie (a te e a tutte quelle che lo hanno letto/lo leggeranno). Sono felice che ti sia piaciuto!!!

n° 1
Chiudi
Aggiungi un commento a "Quello che le mamme non dicono": lo abbiamo letto, fatelo anche voi...
  • * Nome:
  • Indirizzo E-Mail:
  • Notifica automatica:
  • Sito personale:
  • * Titolo:
  • * Avatar:
  • * Commento:
  • * Trascrivi questo codice:
* campi obbligatori