gpt skin_web-donnamamma-0
gpt strip1_generica-donnamamma
gpt strip1_gpt-donnamamma-0
1 5

"Lascia che si sporchi" : ecco perché i microbi sono amici dei bambini !

/pictures/20170216/lascia-che-si-sporchi-la-recensione-del-libro-2578511849[495]x[207]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-donnamamma

"Lascia che si sporchi" è un libro che metterà in dubbio le vostre certezze sulla salute dei più piccoli. Scoprirete perché i microbi sono amici del sistema immunitario e perché un po' di sporco rende il bambino più forte, allontana le allergie, l'asma e l'obesità

Lascia che si sporchi, Recensione

Ogni genitore vorrebbe il meglio per il proprio figlio e vorrebbe che non si ammalasse mai; malattie e infezioni sono sicuramente motivo di grandi preoccupazioni per una neo - mamma. Chi non vorrebbe una guida esperta al suo fianco che ci dicesse come comportarsi, e possa rassicurarci di fronte a paure e timori.

In molte spesso ci chiedete che detergente usare per lavare i vestitini, oppure quante volte lavare il bambino o se il biberon va sterilizzato ogni volta che si usa. Ma non esistono manuali con regole infallibili su come difendere i figli dagli attacchi esterni, da microbi, malattie etc. Ai tanti genitori confusi, alla ricerca di risposte su come crescere i propri figli con uno stile di vita sano, consigliamo "Lasci che si sporchi" un libro che nasce dall'esperienza di due genitori, B.Brett Finlay e Marie-Claire Arrieta, che nella vita sono anche scienziati.

Se vi dicessimo che i bambini hanno bisogno di più sporco per non ammalarsi, e che l'esposizione ai microbi è particolarmente importante in età infantile cosa pensereste? Forse ci guardereste perplesse e perché no anche incuriosite. Questo libro nato da studi condotti nei laboratori dai due ricercatori, e dalle ultime scoperte della medicina, dimostra che i microbi hanno un ruolo fondamentale nel benessere dell'individuo già nei primi cento giorni di vita.

"Lascia che si sporchi" è un compendio di informazioni importanti, accessibili a tutti, per crescere i figli giorno dopo giorno. Tutte quelle risposte che ogni genitore vorrebbe nei momenti più confusi, in cui è difficile prendere una decisione, sono racchiuse in questo libro.

Struttura e tematiche affrontate nel libro

  • Nella prima parte si parla di cosa sono i microbi, e di quanto lo stile di vita di una donna incinta influisca sullo sviluppo del bambino.

Lo sapevate ad esempio che ogni forma di vita sulla Terra è ricoperta di microbi, e questo dà origine a un rapporto armonioso, per cui non dovremmo avere paura dei microbi, ma preoccuparci se non ci sono. E lo sapevate che il primo dono di una mamma al suo piccolino quando nasce sono proprio i suoi microbi? Naturalmente di alcuni microbi, responsabili di malattie etc, dobbiamo continuare ad avere paura perché sono davvero pericolosi. Ma solo un centinaio di specie microbiche causa malattie negli esseri umani, mentre la maggioranza sembra fornirci dei benefici. 

  • Nei capitoli seguenti vengono trattati i temi del parto, dell'allattamento al seno, dei primi cibi solidi e dei primi mesi e anni di vita del piccolo, sempre da una prospettiva microbica.

Ad esempio la natura fa sì che i primi microbi incontrati dai bambini durante il parto sono quelli che li aiuteranno a digerire il latte materno e li proteggeranno dalle infezioni.

  • Poi viene affrontato il tema dello stile di vita dei bambini, dove gli autori rispondono a domande e paure frequenti delle mamme che riguardano il ciuccio, l'uso degli antibiotici, etc

I bambini nei primi anni di vita amano pasticciare, mettere in bocca cose per scoprire il mondo che li circonda, e di conseguenza sono esposti maggiormente ai microbi. E come è prevedibile soffrono di più di infezioni rispetto agli adulti, ma in questo modo allenano il loro sistema immunitario a reagire di conseguenza. Lasciar sporcare i propri figli è un po' come permettere loro di sbagliare affinché abbiano più strumenti per affrontare prove più difficili. Quindi se incontrano un microbo patogeno, il loro sistema immunitario lo registra, reagisce sotto forma di una malattia, e poi si sforza di ricordarlo così da prevenirlo la prossima volta. 

Un altro concetto molto caro alle mamme è quello della pulizia: i due ricercatori affermerebbero che non è per forza associato ai benefici per la salute, ma semmai all'apparenza esteriore. Le nostre società sono iper pulite, ma senz'altro non bisogna diventare paladini dello sporco e non lavarsi. Tuttavia è importante sapere che per prevenire le malattie, la pulizia non ha alcun vantaggio sull'igiene. Per questo nel libro gli autori hanno raccolto una serie di domande e dubbi delle mamme sul tema pulizia per fornire loro risposte chiare e aggiornate.

Ad esempio alla domanda: Quando i bambini dovrebbero lavarsi le mani? E con che tipo di sapone? Hanno risposto che non c'è bisogno che il bambino si lavi spesso le mani, dovrebbero farlo prima di mangiare, dopo essere andati in bagno, dopo essere stati a contatto di un malato, dopo aver toccato la spazzatura o cibo andato a male, o escrementi di animale, o dopo essere stato in luoghi affollati. I bambini devono stare all'aperto, sporcarsi e giocare. Per quanto riguarda il sapone è consigliabile evitare quelli antibatterici, basta acqua e sapone.

Tra le altre domande affrontate: Dovrei permettere ad altri di tenere in braccio il mio bambino e di toccarlo?  Cosa fare quando i bambini toccano superfici sporche? etc 

  • Nell'ultima parte del libro verranno affrontate alcune malattie che negli ultimi anni hanno registrato una crescita esponenziale, come l'asma, il diabete, disturbi mentali o comportamentali come l'autismo, etc. Che ruolo hanno avuto e avranno i microbi?

E se i terribili due anni siano causati da alcuni batteri? Disponiamo di pochi dati in proposito, ma come leggiamo sul libro secondo recenti studi sul microbiota di bambini dai diciotto ai ventisette mesi è emerso che in presenza di determinati batteri vi è una ridotta capacità di controllare le emozioni, soprattutto nei maschietti.

  • Il libro si chiude con l'argomento più discusso negli ultimi tempi, quello sui vaccini.

Non ci resta che consigliarvi buona lettura!

Informazioni sul libro

Lascia che si sporchi

Autori: B. BRETT FINLAY

è professore di Microbiologia alla University of British Columbia di Vancouver (Canada) e ricercatore di fama internazionale nel campo delle infezioni batteriche. È autore di oltre 400 articoli scientifici. Co-fondatore delle aziende biotech Inimex Pharmaceuticals, Vedanta Biosciences e Microbiome Insights, è Ufficiale dell’Ordine del Canada – il più alto riconoscimento civile canadese.

MARIE-CLAIRE ARRIETA

microbiologa, è ricercatrice alla University of Calgary (Canada). Dal 2007 studia la connessione fra le alterazioni intestinali e le malattie immunitarie e ha pubblicato lavori fondamentali sul ruolo del microbiota nell’asma. È inoltre impegnata in un costante lavoro di divulgazione scientifica.

Pubblicato da : Sperling & Kupfer

Data di uscita: 7 marzo

Puoi prenotare il libro e acquistarlo nei negozi Mondadori o su Mondadori Store

 

 

gpt native-bottom-foglia-donnamamma
gpt inread-donnamamma-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-donnamamma-0