Pianetamamma logo pianetamamma.it

strip1-donnamamma
1 5

I trucchi per fotografare i bambini

E' risaputo, per chi è genitore, quanto sia complicato fotografare i bambini e i neonati realizzando foto belle, calde, profonde e soprattutto artistiche. Ecco alcuni semplici trucchetti per fotografare al meglio i nostri bambini

adsense-foglia-300
E' risaputo, per chi è genitore, quanto sia complicato fotografare i bambini e i neonati realizzando foto belle, calde, profonde e soprattutto artistiche. Molto spesso il risultato delle nostre foto è scadente, o piatto, o banale: è difficile che i bimbi stiano fermi, ma è anche difficile scegliere la giusta inquadratura e rendere originale una foto.
Ecco alcuni semplici trucchetti per fotografare al meglio i nostri bambini

mimmino1. Utilizzare gli oggetti di casa

Per rendere più originali le fotografie, creiamo uno sfondo e un'ambientazione non convenzionali, non piatti. Non fotografiamo il bimbo mentre dorme sul divano, con lo sfondo della parete nuda, di quel solito quadro appeso o delle tende della nonna. Cerchiamo di scegliere il luogo della casa dove la foto risulti essere meno banale possibile. Inoltre, non dobbiamo avere paura di trovare un nuovo uso per i vecchi oggetti di casa. Un neonato può essere fotografato, sulla scia delle foto di Anne Geddes, anche dentro un cesto del bucato o un cestino di vimini per la raccolta delle mele. Possiamo usare un vassoio, un contenitore, un elemento in cui 'infilare' il neonato o su cui appoggiarlo delicatamente. Per lo stesso motivo, è molto importante scegliere tutto il contorno della foto, per esempio coperte e tessuti da avvolgergli intorno, dei lenzuolini caldi... è molto tenero vedere un neonato avvolto morbidamente nella copertina della nonna, quella realizzata ai ferri o all'uncinetto, o in un morbido e grande asciugamano. Nulla vieta di usare anche oggetti spiritosi e inusuali, come grandi cappelli e occhiali da sole, grosse collane di perle finte, boa di struzzo... oggetti anche carnevaleschi che rendono la foto originale e che spiccano nel contesto

2. Scegliere la luce giusta
Per fotografare al meglio i bambini, bisogna spegnere il flash ed utilizzare la luce giusta. Per questo motivo, meglio imporsi di fare foto con le prime luci del mattino, o in presenza di una luce calda e soft, senza flash e senza luci artificiali. Per questo stesso motivo risultano migliori le foto realizzate all'aperto, con la luce naturale. In ogni caso, per realizzare delle belle foto, occorre saper lavorare a posteriori la foto con un programma di fotoritocco, in modo da eliminare le imperfezioni presenti (occhi rossi, polvere, disturbi... ) e regolare le curve, i contrasti e la saturazione

3. Meglio le foto in bianco e nero o in tonalità seppia
Spesso i neonati hanno la pelle arrossata, o la testolina ancora storta, o piccole imperfezioni che col tempo andranno via. Fotografare in bianco e nero, o utilizzare le tonalità del seppia, risolvono questi piccoli problemi: rendono meno evidenti le imperfezioni dei bambini e rendono la foto di gran lunga migliore. Se invece amate il colore, allora osate con i colori forti e non piatti: quando elaborate la foto, bruciatela leggermente, giocate con i contrasti e le saturazioni e alterate i colori in modo da rendere bianchissimi i bianchi e assai forti i colori

4. Amore e Pazienza
Fotografare i bambini è difficilissimo: difficile riuscire a svegliarli, difficile riuscire a farli restare in posa, difficile mantenere desta la loro attenzione. Per questo motivo, fotografate sempre con tanto amore e tanta pazienza, e non abbiate paura di scattare tante e tante foto. Soprattutto chi possiede una macchina digitale, non deve aver paura di scattare cento foto, per riuscire ad averne anche una sola che valga la pena stampare

piedini

5. Mani e piedi
Una buona idea per fotografare i neonati è quella di concentrarsi sui particolari: fotografare una manina che stringe il dito della mamma, fotografare il bimbo mentre si ciuccia il pollice, fotografare i piedini da prospettive diverse. Non concentriamoci per forza sulla figura intera: impariamo a scattare anche concentrandoci sui piccoli particolari del suo corpo che rendono la foto più particolare, utilizzando anche prospettive diverse e inusuali

6. Mamma e papà
Sempre sulla scia delle foto che si concentrano su un solo particolare, possiamo fotografare il bimbo insieme alla mamma o al papà, quando per esempio è poggiato sulle loro mani, o sul braccio, o sul petto. Anche in questo caso, invece di riprendere i soggetti nella loro interezza, concentriamoci su un solo particolare: un neonato poggiato tra le mani del papà, come se fosse una piccola perla dentro una conchiglia, o mentre viene allattato dalla sua mamma, o mentre guarda sorridendo i suoi fratelli, o mentre gioca con il cagnolino o il gattino di casa

A cura di Mammafelice