gpt skin_web-donnamamma-0
gpt strip1_generica-donnamamma
gpt strip1_gpt-donnamamma-0
1 5

Da Mamma a Mamma, intervista alla Pianetina Elisabetta

/pictures/2017/03/17/da-mamma-a-mamma-intervista-alla-pianetina-elisabetta-3821151340[1982]x[825]780x325.jpeg
gpt native-top-foglia-donnamamma

"Da Mamma a Mamma, intervista ad una pianetina", un nuovo "format" dedicato a chi rende speciale il sito e la Fanpage di PianetaMamma: le Pianetine! Uno spazio tutto per voi per raccontarvi. La protagonista di oggi è Elisabetta

Da Mamma a Mamma, intervista a Elisabetta

PianetaMamma lancia "Da Mamma a Mamma, intervista ad una pianetina", un nuovo "format" dedicato a chi rende speciale il nostro sito e la nostra Fanpage: le Pianetine! Abbiamo intervistato Elisabetta, una mamma che fa parte della nostra grande famiglia e le abbiamo dedicato uno spazio sul nostro sito. Una testimonianza sincera, senza filtri, un messaggio positivo, e pieno di amore, per chi aspetta un bambino e ha tante paure o dubbi. La gravidanza, il parto, la maternità, i momenti più belli e quelli meno, raccontati da una Pianetina che ci segue e partecipa, rendendo la nostra Fanpage un luogo di incontro e scambio! 

Da mamma a mamma: rimanere incinta, errori da non fare

Prima di scoprire che ero incinta conducevo uno stile di vita poco sano, mangiavo molto cibo spazzatura perché lavoravo come donna delle pulizie e avevo orari assurdi, sollevavo pesi eccessivi ma ad un certo punto cominciavo a sentirmi stanca più del solito e quando bevevo alcolici mi sentivo molto strana, il mio corpo cominciò a mandarmi segnali di rigetto sia quando bevevo che quando mangiavo alcune cose che mi piacevano da una vita. Il mio ciclo fu sempre irregolare saltava anche per due tre mesi ma i medici mi dissero che non c'era nulla che non andasse. Una sera a cena il mio fidanzato si presentò a casa dei miei genitori per cena con un test di gravidanza e mi disse fallo per sicurezza io praticamente gli risi in faccia! Lo feci per accontentarlo e placare la sua preoccupazione e dopo appena due secondi risultò positivo. Da lì mi resi conto che dovevo fare al più presto una visita ginecologica. Il giorno seguente andai al pronto soccorso e mi mandarono in reparto per eseguire i vari test. Il ginecologo mi fece una ecografia pelvica e disse che non solo ero incinta ma di ben 8 settimane!!! Mi feci prendere sia dall'entusiasmo che dall'angoscia perché mi resi conto che non stavo conducendo una dieta sana e tantomeno stavo attenta a quanto bevevo né cosa bevevo!

Mi sono fatta prescrivere a quel punto un sacco di esami in modo da essere sicura che il bambino stesse bene...piansi moltissimo una volta a casa. Mi sentivo in tremenda colpa. Poi per fortuna scoprì che andava tutto bene.

Tre aggettivi per definire la tua gravidanza

La mia gravidanza si può definire in questi 3 aggettivi : Ansia allo stato puro, Gioia allo stato puro, Paura allo stato puro. Sono le tre fasi che ho vissuto durante la gravidanza.

  1. Il primo perché non sapevo se il mio bimbo stava bene o cresceva bene se magari non avesse malformazioni o qualche handicap
  2. il secondo perché lo desideravo da morire nel vero senso della parola
  3. il terzo perché mi hanno riempito di storie sul parto cioè che sarebbe stato dolorosissimo che il bambino poteva avere problemi a nascere e che avrebbero dovuto in tal caso usare degli attrezzi strambi per farlo uscire e che il travaglio poteva durare anche due giorni! Quindi ero super impaurita a dir poco terrorizzata!

Il parto: quel preciso istante che non dimenticherai mai

Arrivò il giorno del parto praticamente ero alla 39 settimana e cominciavo a pensare che la mia bimba non sarebbe mai uscita da li se non con un parto indotto...non avevo nessun sintomo ancora e essendo alla mia prima gravidanza ero anche abbastanza ignorante....poi la sera del 2 dicembre mi misi a letto quasi rassegnata ma la mattina alle 6 precise mi svegliai di soprassalto perché sentii una cosa staccarsi dentro all'altezza dell'addome...mi alzai dal letto in un secondo e appena mi misi in piedi ero piena di liquido!

In quel momento era tutto chiaro...mi si ruppero le acque...svegliai subito il mio compagno e gli dissi che era ora ...lui con gli occhi sbarrati prese la valigia le chiavi della macchina aprii la porta e mi disse andiamo!!!! Lo tranquillizzai e dissi aspetta stai tranquillo va tutto bene...con calma...mi devo cambiare perché sono fradicia e il liquido continuava a scorrere come fossi una fontana...mi cambiai presi l'occorrente e andammo in ospedale...una volta lì mi ricoverarono e mi fecero il monitoraggio.

Dissero che ero di appena 1 cm allora aspettai e dopo circa un ora cominciarono le contrazioni...allucinanti....mi visitarono nuovamente e dissero che ero ancora a 1 cm....poi ad un certo punto entra il primario e mi visita e dice signora le sue contrazioni sono da parto nel senso che lei dovrebbe spingere ma non si dilata nemmeno di mezzo cm la bambina è pronta per uscire!!

Da li il terrore cominciò ad assalirmi...continuò dicendomi che forse se la situazione non cambiava bisognava optare per un cesareo d'urgenza...la bambina di li a poco avrebbe potuto iniziare a soffrire e bisognava farla nascere...non volevo un cesareo volevo il mio parto naturale! Dopo circa dodici ore di travaglio mi diedero la petocina per velocizzare il tutto...e dopo nemmeno un'ora fui pronta per spingere. E dopo un'ora e mezza di spinte potei abbracciare la mia meravigliosa bimba!

Tuo figlio: le emozioni più grandi

Appena mi misero mia figlia tra le braccia ancora sporca con il cordone ancora attaccato...fu come se il mio cuore iniziò a battere per la prima volta come se la mia vita iniziasse con la sua. Fu un momento magico...ora lei ha 15 mesi ed è la ragione della mia vita e mi sono resa conto che tutto ciò che ho sempre veramente desiderato era lei le altre cose in automatico mi sembravano così frivole nulla era più bello e più importante è nulla mi sembrava più sensato di lei...lei mi ha completato mi ha dato un senso in questo mondo ora pensai ho trovato il mio posto nel mondo.

La mamma che vorresti essere

Vorrei essere una mamma attenta e premurosa sempre nonostante la vita...vorrei essere sempre presente per mia figlia vorrei che lei sapesse che nonostante tutto la mamma è pronta ad ascoltare ad appoggiarla e ad incoraggiarla in tutto vorrei che in me trovasse riparo che mi vedesse come il suo punto di riferimento.

La mamma che sei

Sono una mamma molto protettiva ma allo stesso tempo cerco di essere ferma sulle regole da seguire in casa...la lascio vivere però la sua infanzia con la libertà che dovrebbe avere ogni bimbo lei si sporca si bagna fa le sue marachelle ma non mi arrabbio quasi mai è giusto che esplori il mondo a modo suo...si è bambini una sola volta nella vita. Perciò mi reputo molto permissiva da questo punto di vista. E trovo che sia giusto.

Da mamma a mamma: quando ti sei sentita veramente sola

Ho iniziato a sentirmi sola quando la mia bimba ha compiuto circa tre mesi e mezzo...Mi sentivo sola perché mio marito lavorava e io da prima che facevo orari indecenti mi ritrovai a casa con lei da sola senza poter uscire perché lei era nata a dicembre perciò faceva freddo e non potevo portarla fuori. Fu un periodo breve però perché mi resi conto che non ero sola avevo lei e i miei genitori venivano spesso per aiutarmi con le faccende di casa...ma dopo un po' di tempo fui felice di stare con lei da sola perché potevo godermela in ogni piccolo progresso che faceva. Fu un periodo meraviglioso e lo è tutt'ora.

Sei fiera di essere mamma perché...

Sono fiera di essere mamma perché la mia bimba per me è uno spettacolo meraviglioso sempre in onda! È come guardare il tuo programma preferito che però non finisce mai!

Mi sento orgogliosa di lei qualsiasi cosa piccola o grande che faccia. Ogni suo piccolo traguardo raggiunto per me è un evento speciale unico. Non cambierei mai la mia vita ora che c'è lei ha tutto più senso ansie e preoccupazioni comprese. ...

Da mamma a mamma: i momenti che vorresti dimenticare del tuo essere mamma

Non ci sono momenti che vorrei dimenticare del mio essere mamma per me è la cosa più bella del mondo esserlo mi sento appagata ogni giorno per me è una benedizione mi sento fortunata quasi miracolata del privilegio che mi è stato dato! Sono sincera al 100% quando dico che mia figlia è il mio centro dell'universo...non vivo in una favola ma la amo di un amore puro e unico. Perciò si ho i miei dubbi pensieri ma sono sciocchezze in confronto alla felicità quotidiana che lei mi regala.

Non posso rispondere a questa domanda perché già da piccola quando mi chiedevano che cosa volessi fare da grande rispondevo sempre la mamma!!! Ve lo giuro...all'età di otto anni a scuola ci diedero un tema da sviluppare iniziando appunto con la frase da grande vorrei essere/diventare....e io scrissi la mamma. ..alle medie superiori stessa cosa e risposta sempre uguale...poi crescendo all'età di 24/25 anni iniziai ad avere il desiderio effettivo di diventare mamma e all'età di 28 anni lo sono diventata insieme a mio marito dopo 10 anni insieme ci siamo regalati senza saperlo la nostra principessa!

Le persone che vorresti ringraziare, fondamentali nei nove mesi di gravidanza

Vorrei ringraziare con tutto il mio cuore mio marito! I miei genitori che mi sono sempre stati super vicini e mia suocera che dopo tre figli maschi e il desiderio nel cuore di avere una figlia mai avverato...scoppiò di gioia quando all'ecografia morfologica mi dissero che era femmina!!! In pratica non dovevamo comprare nulla perché lei aveva già svaligiato i negozi per l'infanzia! Dalle tutine body ai bavaglini dalla carrozzina al seggiolino auto fasciatoio praticamente tutto l'occorrente inevitabilmente ROSA!

Le persone di cui avresti fatto a meno durante la gravidanza

Mi sono stati tutti molto vicini perciò non posso rispondere nemmeno a questa domanda... mia nonna che dopo 12 nipoti è diventata bisnonna a 60 anni con l'arrivo della mia bimba....mia mamma che è diventata nonna all'età di 44 anni mio papà che ne ha 49....tutti felicissimi dell'arrivo di Andrea celeste....mia figlia!

Come dicevo prima mi avevano terrorizzato raccontandomi le loro esperienze dolorose e il travaglio infinito e di come le cose sarebbero cambiate dopo l'arrivo della piccola che sarebbe stata dura le notti insonni i capricci l'allattamento al seno impegnativo la stanchezza fisica e mentale il sentirsi inadatti etc etc. ....

ma nessuno mi ha mai detto o descritto la gioia immensa nel vederla per la prima volta accudirla vederla sorridere per la prima volta ...sentire la sua voce mentre spiaccica le prime paroline...sentire il suo respiro dolce mentre la tenevo sul mio petto...sentirmi chiamare per la prima volta mamma...I suoi primi passi ecco nessuno mi aveva detto o descritto questo...solo paure e angosce!

Educazione dei tuoi figli: punti di riferimento e aiuti 

Per quanto riguarda l'educazione di mia figlia ora come ora le impongo solo regole del tipo non toccare quello che ti fai male e i limiti che non deve superare in quanto a capricci...per il resto lei non è una bimba molto capricciosa e già di suo è tranquilla non ho tanto bisogno di sgridarla diciamo che mi ascolta la maggior parte delle volte ..e soprattutto quando le dico ciò che può o non può fare ho notato che "urlando" non ottengo nulla se non il contrario. Se invece le parlo con tranquillità e calma mi ascolta senza problemi...

Le persone fondamentali nella tua vita di mamma

le persone fondamentali per me sono mio marito in primis e poi mia madre che è una mamma e nonna eccezionale mio padre sempre pronto a correre se ho bisogno di aiuto e nonno fantastico per mia figlia mia sorella che in quanto zia di mia figlia è semplicemente straordinaria anche se ha 17 anni direi che è speciale...

5 parole per definire la tua famiglia

Le 5 parole per definire la mia famiglia sono

  1. Semplicemente stupenda
  2. Rara per i valori e l'unione unica che regna
  3. Amorevole
  4. Un po' pazzerella (giocosamente)
  5. Unica non la cambierei per nulla al mondo

Queste sono le mie risposte..sincere al mille per mille...grazie per la possibilità che mi avete dato così che io possa ringraziare anche la mia famiglia se questo post verrà pubblicato... Elisabetta Vasic

 

gpt native-bottom-foglia-donnamamma
gpt inread-donnamamma-0
Le indicazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e il lettore. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti. Disclaimer»
gpt skin_mobile-donnamamma-0